Michele

BUGLIESI

Creatività e innovazione: i brevetti di Ca' Foscari

14. October 2019

Piccole realtà crescono e fioriscono nel settore dell'innovazione e del trasferimento tecnologico di Ca' Foscari. Nel 2016 abbiamo lanciato il progetto PInK (Promoting Innovation and Knowledge through patents) grazie al finanziamento del Ministero per lo Sviluppo Economico. Da allora abbiamo depositato 14 brevetti, di cui cinque nel corso del 2019 e ulteriori tre correntemente in fase di sviluppo per una successiva valutazione.

Fra le novità recenti il brevetto che nasce da un’idea di Elisa Moretti del Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi, che consentirà di produrre energia sostenibile dagli scarti del vino. Per la prima volta un rifiuto agroalimentare potrà essere sfruttato per realizzare celle fotovoltaiche che producano energia pulita: la nuova tecnica permette infatti di utilizzare i residui derivanti dalla vinificazione per estrarne coloranti naturali che catturano l'energia solare. Il brevetto è il risultato della collaborazione tra Ca’ Foscari e Serena Wine 1881 che formalizzeremo con la firma di un accordo per lo sfruttamento industriale dell'invenzione nella giornata di domani, alla presenza del Presidente della Regione Veneto.

La sostenibilità è l’ambito di ricerca anche di altri due brevetti sul trattamento del rifiuto organico domestico per la produzione di bioplastiche, a cura di Paolo Pavan e Marco Gottardo, in co-titolarità con l'Università La Sapienza di Roma e l'Università degli Studi di Verona.

Sono risultati che dobbiamo alle capacità e alla creatività dei ricercatori coinvolti, ma che non sarebbero stati possibili senza il contributo prezioso dell’Ufficio Promozione dell’Innovazione e del know How che svolge tutte le attività di supporto al trasferimento tecnologico: scouting dei risultati scientifici, ricerca di opportunità di finanziamento e potenziamento tecnologico, consulenza nelle fasi di ricerca d’anteriorità e deposito, valorizzazione e promozione delle invenzioni, anche attraverso la partecipazione a vetrine tecnologiche e fiere, in grado di facilitare l’incontro tra domanda e offerta di tecnologia e innovazione.


Grazie, dunque, e complimenti per gli ottimi risultati alle ricercatrici e ricercatori coinvolti e al personale di PInK, e con loro a Vladi Finotto, Delegato di Ateneo per la  Proprietà intellettuale, auto-imprenditorialità e trasferimento tecnologico, e a Dario Pellizzon, Dirigente dell'Area Ricerca, per il coordinamento.

0 commenti  
Nuovo commento

0 commenti