Michele

BUGLIESI

Edilizia / programmazione triennale dei lavori

27. January 2020

Nelle ultime sedute del Consiglio di Amministrazione e del Senato è stata approvata la programmazione triennale (2020-2022) dei lavori pubblici di Ateneo.

Si tratta di un programma importante, con interventi per oltre 36 milioni di euro. Oltre a quelle già programmate e confermate, l’Ateneo ha messo a bilancio una serie di nuove opere volte a migliorare le attività didattiche e i servizi agli studenti e al personale.

Tra le novità di rilievo sono stati inclusi due interventi:

  • un nuovo edificio polifunzionale a servizio del Campus Scientifico di via Torino a Mestre, da destinare agli studenti e al personale con spazi per lo studio e per una mensa. Sono previsti anche ulteriori spazi per uffici, studi e laboratori. Il progetto prevede un edificio su tre piani, di cui uno interrato, per una superficie complessiva di circa 2.000 mq. A breve verrà indetto un concorso di idee per la progettazione, con l'obiettivo di sviluppare un progetto innovativo, per un edificio zero emissioni.
  • la copertura della "chiostrina" di Ca’ Foscari per la creazione d’una common room, un’area da riservare al personale presso la sede centrale dell’Ateneo. L’intervento è stato approvato dalla Soprintendenza e attende ora il vaglio del Comune.

Procede inoltre la realizzazione delle opere già programmate:

 

tra pochi mesi sarà completato l’Edificio Epsilon in via Torino, che prevediamo di inaugurare tra agosto e settembre; entro fine anno sarà conclusa la residenza di San Giobbe, mentre entro l'estate 2021 sarà completata anche la residenza di Via Torino; a Malcanton Marcorà sono previsti interventi di manutenzione straordinaria;  entro la primavera verrà bandita la gara per i lavori per la ristrutturazione del Magazzino 4 a San Basilio con l’obiettivo di concluderli entro l’autunno del 2021; è conclusa la progettazione esecutiva, attualmente all'esame della Soprintendenza, dell’adeguamento della Palazzina Briati acquistata nel 2018 dalla Regione.

Infine, appare avviato finalmente a conclusione l'iter per lo scambio d'uso con IUAV per la cessione di San Sebastiano e la rifunzionalizzazione del complesso delle Terese. L’Ateneo è inoltre impegnato a individuare una sede temporanea in sostituzione di Ca’ Vendramin, per risolvere le crescenti criticità logistiche del DSAAM in attesa della conclusione dell'operazione. 

Grazie a Tiziano Pompele Dirigente dell’Area Servizi Immobiliari e Acquisti con tutto il suo staff per il lavoro.

Buona settimana a tutte e a tutti e buon lavoro!

0 commenti  
Nuovo commento

0 commenti