Michele

BUGLIESI

Approvato il regolamento per gli scatti stipendiali

17. October 2016

Nel corso delle ultime sedute, il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione hanno approvato il Regolamento per la valutazione dei docenti ai fini dell'attribuzione degli scatti stipendiali, secondo quanto previsto dalla legge 240/2010.

Come tutti ben sapete,  le progressioni stipendiali del personale docente sono state riattivate, dopo cinque anni di blocco, a partire da Gennaio 2016. In questi mesi il ministero ha chiarito i termini precisi entro i quali tali progressioni sono applicabili alle diverse categorie dei docenti (i termini variano leggermente a seconda dell'inquadramento di legge - pre/post legge 240/2010 - che regola il contratto di ciascuno).

Noti questi termini, abbiamo quindi lavorato alla stesura del Regolamento, che stabilisce i requisiti minimi che i docenti di Ca’ Foscari devono possedere in riferimento agli ambiti della valutazione previsti.

Secondo quanto previsto dal regolamento, il procedimento per l'attribuzione dello scatto si attiva con la richiesta presentata dal prof unitamente alla relazione triennale.  Quest'ultima, come stabilito per legge,  viene valutata dal Consiglio di Dipartimento che, in caso di valutazione positiva, la trasmette al  Nucleo di Valutazione cui spetta la verifica che il docente possiede tutti i requisiti richiesti dal regolamento per le progressioni stipendiali.

In particolare, ai fini dell'attribuzione dello scatto, il Nucleo di Valutazione è chiamato a verificare che, nel periodo di riferimento, il docente abbia:

  •  svolto tutti  i propri compiti didattici e di servizio agli studenti;
  •  ottenuto nel triennio una valutazione media da parte degli studenti non inferiore al 50% del massimo ottenibile, secondo le risultanze dei questionari somministrati dall’Ateneo e certificati dal Nucleo di Valutazione;
  •  presentato due prodotti valutabili ai fini della VQR;
  •  partecipato ad almeno il 75% delle sedute del Consiglio di Dipartimento, fatte salve le assenze giustificate.


Complessivamente,  i requisiti hanno dunque l'obiettivo di valorizzare e incentivare l’impegno di professori e ricercatori nei diversi ambiti di attività, definendo al contempo criteri minimi di qualità del lavoro svolto.

Il regolamento sarà emanato a breve, e il testo reso disponibile per la consultazione di tutti i dettagli operativi. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato alla predisposizione del testo e al Senato Accademico per il prezioso contributo fornito nel corso delle due sedute dedicate all'approvazione del regolamento.

0 commenti  

I commenti sono disabilitati per questo post.

0 commenti