(IN)Complete di Aldo Cibic

Aperture/Special opening hours
Mostre/Exhibitions

Apertura 18.30

Chiusura 23.30

Piazza San Marco 57    

Sarà il visionario architetto e designer, Aldo Cibic, con il progetto (IN)Complete, il protagonista di Unica, la mostra/installazione che il Caffè Florian presenta in occasione della Biennale Architettura 2018.

Dal 25 maggio all’8 settembre lo storico Caffè, ai cui tavoli fu decisa l’istituzione della prima Mostra Internazionale d’Arte della Biennale alla fine del XIX secolo, e in particolare la Sala Cinese, diventa il luogo di incontro reale e virtuale per partecipare a un’inchiesta sulla vita e il design. Una sorta di alcova contemporanea, con pareti di canne di plexiglass colorato e uno schermo che sembra galleggiare sopra un piano sospeso, è il contenitore che ospita una piattaforma informatica in continua evoluzione e che rende partecipi dei risultati di questa originale indagine. Il visitatore, invitato a rispondere anonimamente, contribuisce a dar forma a un’intelligenza collettiva, un “FreeSpace” – il tema della 16. Biennale Architettura – che ha l’aspetto di una nuvola colorata in continuo movimento, capace di tradurre i dati in indicazioni per capire e progettare il nostro futuro.

La mostra è a cura di Stefano Stipitivich, Direttore Artistico del Caffè Florian.

  

(IN)Complete by Aldo Cibic

Visionary architect and designer Aldo Cibic will be the protagonist of Unica, an exhibition/installation that Caffè Florian presents in concurrence with the 2018 Architecture Biennale.
Cibic will present his project (IN)Complete. In the late XIX Century, it was at the tables of Caffè Florian that the  local politicians and art enthusiasts created the Biennale and this year, starting on May 25 up to September 8, Caffè Florian and its Chinese Room, in particular, become the real and virtual meeting point to take part to an investigation on life and design. Coloured Plexiglas canes create a modern alcove of sorts that contains a screen floating over a suspended plane. This will be the container for a digital platform for this original inquiry.

Visitors will be asked for their opinion, anonymized, and to contribute to collective intelligence, a “Freespace”, the theme of the 16th Architecture Biennale. The collective intelligence looks like a colourful cloud in perpetual movement that will parse crowd-sourced information to understand and design our future.

The exhibition is curated by Stefano Stipitivich, art director at Caffè Florian.

 

www.caffeflorian.com

l'arte libera la notte 23.06.2018

Città di Venezia
Università Ca’ Foscari