art
night
venezia

Itinerari nel Bestiario Veneziano - Centauri a Venezia

Visite guidate

Apertura ore 19.30

Chiusura ore 22.00

Ritrovo: Riva degli Schiavoni, imbarcadero S. Zaccaria A

Lo studio degli animali (anche quelli fantastici) nella cultura medievale e moderna suscita da tempo l’attenzione dei ricercatori e dei curiosi. La rappresentazione degli animali rientra inoltre nel vasto campo dell’interpretazione dei simboli, che non possono essere compresi se non all’interno delle specifiche dinamiche della storia dei popoli e delle istituzioni che guardarono in particolari periodi e in specifici territori al significato del mondo animale.

Nell’ambito del progetto Il Bestiario Veneziano. La rappresentazione del mondo animale a Venezia e nel suo territorio, ideato e coordinato da Stefano Riccioni, prof. di Storia dell’arte medievale, Dipartimento di filosofia e beni culturali dell’Università Ca’ Foscari, in convenzione con il Polo museale del Veneto (Daniele Ferrara, direttore; Marta Boscolo, direttrice del Museo di Arte Orientale), e in collaborazione con il Museo di Torcello (direttrice Gloria Vidali; dott.ssa Cecilia Casaril), proponiamo sette itinerari sulle “orme” di animali raffigurati nelle calli, nei campi veneziani e in alcuni nei musei della città. Il progetto intende valorizzare il patrimonio artistico del territorio di Venezia e delle sue collezioni, sensibilizzando il pubblico su un nuovo approccio al patrimonio artistico della città, suggerendo un’esperienza alternativa dettata da uno sguardo partecipato sullo spazio urbano.

Durante la “notte” di Ca’ Foscari gli studenti del corso di Storia dell’arte medievale accompagneranno il pubblico, previa iscrizione, lungo cinque Itinerari nel Bestiario Veneziano che seguono altrettanti temi.

La narrazione di ciascun animale verrà introdotta dalla sua storia, nella letteratura e nella simbologia che, da Aristotele attraverso il Fisiologo cristiano arriva fino ai giorni nostri, e illustrata alla luce del contesto storico-artistico dell’opera. Un viaggio attraverso gli oggetti esposti che rispecchiano l’immaginario attorno al mondo animale, profondamente legato alla storia dell’uomo.

Itinerario 1 (Castello, S. Marco, Cannaregio)

“Centauri a Venezia” Deborah Grigolo

Percorso 

A)   Palazzetto Bruni, Rio de la Pietà 3616, San Giovanni in Bragora, Sestiere di Castello. Patera con Centauro che suona il flauto (inizio percorso, ritrovo davanti all’imbarcadero San Zaccaria A ed in seguito ci si addentra nella calle)

B)   Incrocio tra Rio Terà de le Colonne e Calle delle Strazze, San Marco, n. 1046. patera con Centauro e pesce (ritrovo in Piazza San Marco e si raggiunge poi la calle. Si tratta di una laterale di Calle dei Fabbri)

C)   Riva del Carbon San Luca, San Marco, n. 4639. Frammento di rilievo angolare con Grifoni, Lupo e Centauri alati. (Tappa in comune con l’itinerario del Grifone.)

D)   Portale d’accesso Ca’ Boldù, San Felice, Strada Nova, Cannaregio, n. 3686.

Patera con Centauro rampante

Patera con Centauro alato che suona il flauto

Turno 1: 19:30

Turno 2: 20.30

Prenotazione obbligatoria: grigolo18@gmail.com


l'arte libera la notte 22.06.2019

Città di Venezia Salone Nautico Venezia
Patrocinio Regione del Veneto
Università Ca’ Foscari