Pozzanghere di fango

Mostre/Exhibitions
Aperture/Special opening hours

Apertura ore 18.00

Chiusura ore 22.00

Palazzo Pesaro Papafava, Cannaregio 3764    

Inaugurazione della mostra

POZZANGHERE DI FANGO di Piera Benetti 

21 tavole raccontano La Tempesta di William Shakespeare 

Dipinti uno di seguito all’altro, finchè non è restato più nulla da dire. Nessuno di essi ha un titolo proprio, ma è solo numerato. Ciascuno infatti non parla per sè, ma ha senso solo all’interno di un’unica narrazione.

I supporti su cui sono realizzati variano: carta oleata, canvas non intelaiata, carta velina, domopak argentato. Si tratta di materiali poveri o poveramente trattati. Che fanno un discorso di verità.


Mentre la narrazione procede la vicenda si complica e si sfaccetta. Il discorso pittorico a volte procede spedito, a volte si arresta sospeso.  Qualcosa, in modo inaspettato, come un dettaglio riflesso in una pozzanghera di fango, interrompe il pensiero e lo riporta alle cose. Tanto complesse e ricche che solo di fianco, in un colpo d’occhio guidato dal caso, si riesce a immaginarle.

Fuori da ogni cornice che chiude ed organizza rigidamente, riducendo il nuovo ai criteri del noto.

La coscienza di vivere in un mondo franto si accompagna a una scelta di umiltà: accostarsi alle cose, ascoltarle parlare, senza tutto voler immediatamente spiegare. E’ la consapevolezza di Prospero: tutto quanto ha potuto vedere ed ha conosciuto lo accompagnerà nel ritorno. Smorzando e dando profondità.

www2.warwick.ac.uk

 

 

l'arte libera la notte 23.06.2018

Città di Venezia
Università Ca’ Foscari