Premio “Francesco Santoro-Passarelli” a Maria Laura Picunio

Maria Laura Picunio, assegnista del Dipartimento di Management, ha ricevuto lo scorso ottobre dall’AIDLaSS (Associazione Italiana di Diritto del Lavoro e della Sicurezza Sociale), punto di riferimento per i giuslavoristi italiani, il premio “Francesco Santoro-Passarelli”, per la miglior tesi di dottorato di ricerca in Diritto del lavoro e della Sicurezza Sociale.  

Il premio è stato consegnato durante il XX Convegno Nazionale dell’AIDLass, tenutosi dal 28 al 30 ottobre 2021 a Taranto. Durante il convegno sono stati premiati altri due giovani studiosi, per la miglior tesi di laurea e la miglior opera prima in materia di Diritto del Lavoro.

La Commissione, composta dai professori Lorenzo Gaeta (Presidente), Annalisa Pessi e Rosario Santucci, ha premiato all’unanimità la tesi di Maria Laura Picunio su “le conseguenze indennitarie del licenziamento illegittimo”. 

Come si legge dalla motivazione, il lavoro: “risulta spiccare per originalità anche con riguardo allo svolgimento dell’argomento trattato, chiarezza espositiva, coerenza e correttezza metodologica, attenta analisi critica delle uniformità e specialità della disciplina lavoristica rispetto a quella civilistica”.

“Nell’elaborato - ci spiega l’autrice - si affronta il tema delle conseguenze economiche del licenziamento illegittimo con riferimento sia alla tutela reale che a quella obbligatoria”. 

Un tema che, come si evince dalla motivazione della Commissione, può considerarsi innovativo nel panorama giuslavoristico non essendoci opere monografiche specifiche sull’argomento, e che il lavoro di Maria Laura Picunio ha messo in luce, evidenziando la relazione tra il sistema del risarcimento del danno civilistico e quello lavoristico nella fattispecie del licenziamento illegittimo

“L’analisi della disciplina delle conseguenze indennitarie del licenziamento illegittimo - continua Picunio - storicamente non ha ricevuto una forte attenzione, probabilmente in ragione del fatto che l'interesse generale era concentrato sulla tutela reale, più appetibile poiché attribuisce una maggiore tutela al lavoratore. Tuttavia, le questioni che implicano le modalità di determinazione dell’indennità, risultano di forte interesse anche considerando lo sviluppo della responsabilità civile, che si sta aprendo negli ultimi anni al riconoscimento di una funzione punitiva e dissuasiva del risarcimento del danno”.

L’analisi ha anche posto l’accento sulla copertura costituzionale del principio di compensazione del danno, affermato generalmente nel caso di lesione dei diritti costituzionali che sembra però subire un'eccezione nell'ipotesi della tutela indennitaria. 

"A nome del Dipartimento di Management - commenta Anna Comacchio, Direttrice del Dipartimento - mi congratulo con Maria Laura Picunio, oggi parte attiva della nostra squadra, per l’importante riconoscimento ricevuto che, ancora una volta, premia l’eccellenza di Ca’ Foscari nella ricerca rendendoci orgogliosi”.

a cura di Sofia Pistore