Valori, interessi e soft skills: il Career Day visto da chi ha partecipato

Dopo il colloquio al Career Day 2021, la cafoscarina Francesca Rosset, laureata in Economia e Finanza, è stata assunta per lavorare nell'ambito che l'ha sempre appassionata, quello bancario. Francesca è stata una dei 912 cafoscarini invitati ai video-colloqui della passata edizione. Ecco come ci ha raccontato la sua esperienza:

Mi sono iscritta a Ca' Foscari appena finito il liceo scientifico, scegliendo un percorso economico. In triennale ho frequentato Economia e Commercio, per poi continuare con la magistrale in Economia e Finanza. Durante questi anni ho fatto fatto diverse esperienze extracurricolari, tra cui un semestre di studio all’estero con un Erasmus presso l’University of Cyprus e due stage, il primo, durante la triennale, a Londra in ambito HR e il secondo, durante la magistrale, nell’area CFO di un’importante società assicurativa. 

Ho conosciuto il Career Day di Ca' Foscari specificatamente attraverso tre canali: sponsorizzazione durante le lezioni, mail istituzionale e annunci sul sito dell'Universitá stessa. È stato per me un importante strumento per entrare nel mercato del lavoro. Per le mie candidature ho scelto in base a ciò che potesse valorizzare al meglio i miei studi.

Tra i diversi colloqui a cui ho preso parte, c’è stato quello con Credit Agricole, azienda di cui oggi faccio parte. La preparazione per questo colloquio non l'ho trovata particolarmente faticosa in quanto l'ambito bancario mi ha sempre appassionato. Ciò che ho fatto minuziosamente, è stato informarmi sulla realtà con la quale sarei andata a fare il colloquio. Le domande non sono state particolarmente tecniche, ma erano volte a fare emergere le mie soft skill ed i miei interessi. Durante l'interview mi sono trovata a mio agio, perché era per lo più volta a capire se entrambe le parti condividessero gli stessi valori. Quindi, il fatto che entrambi fossimo entusiasti di ciò che ci eravamo raccontati, credo abbia convinto il recruiter a dare un riscontro positivo al colloquio e proseguire con gli step di selezione successivi. 

Oggi sono una junior client advisor, quindi, anche se entrata da poco, ho la possibilità di interfacciarmi quotidianamente con un’eterogeneità di clienti. L'empatia e l'impegno continuo, senza fare eccezioni, sono due cose imprescindibili, hard skill e conoscenze tecniche sono importanti, ma per la maggior parte si imparano durante il percorso. 

Consigli per chi si prepara ad entrare nel mondo del lavoro?

Secondo la mia esperienza il Career Day offre diversi vantaggi. Il primo è rappresentato dalla possibilità di conoscere diverse realtà aziendali, scegliendo tra una gamma veramente vasta: grazie alle presentazioni effettuate dalle aziende è possibile farsi un'idea generale se una certa azienda faccia o meno al caso della persona candidata. Un altro vantaggio è l’occasione di affacciarsi al mondo del lavoro, imparando come impostare al meglio un cv e esercitandosi con i colloqui sul campo.

Per chi si affaccia per la prima volta al mondo del lavoro ho un paio di input che vorrei condividere. In primis, essere curiosi di scoprire più realtà, perché le passioni possono nascere quando meno ce lo si aspetta. Secondo input è quello di provare anche con cose per cui si pensa di non avere le skill, perché ripeto, ciò che conta di più sono le soft skill, le hard skill si imparano man mano.


Cinquantasette aziende faranno colloqui ai cafoscarini e alle cafoscarine durante il Career Day 2022, alcune in presenza (15 novembre) altre in modalità virtuale su Mito (17 e 18 novembre). Il Career Day, organizzato dal Career Service di Ca’ Foscari, è rivolto a neolaureate, neolaureati, studentesse e studenti di laurea magistrale e del terzo anno di laurea triennale del nostro Ateneo. 

Federica Scotellaro