Dottorati di Ricerca, cerimonia il 22 novembre

Martedì 22 novembre, 81 cafoscarini e cafoscarine verranno proclamati Dottori e Dottoresse di Ricerca all'Auditorium Santa Margherita a Venezia, di cui 28 cum laude.

L’evento, che si terrà dalle ore 15:00, sarà anche l’occasione per inaugurare l’anno dottorale per i dottorandi e le dottorande del 38° ciclo. 

Ospite speciale della cerimonia sarà Florian Coulmas, Senior professor presso l’Università Duisburg Essen, già Direttore del German Institute for Japanese Studies.

La partecipazione all’evento è esclusivamente su invito e previa registrazione. Per qualsiasi informazione, è possibile contattare  cerimonia.dottorati@unive.it  

Programma

Maria Del Valle Ojeda Calvo, Prorettrice alla Ricerca
Saluti istituzionali

Patrick Heinrich, Delegato della Rettrice ai Dottorati di Ricerca
Saluto

Katia Barbaresco, Rappresentante dei Dottori di Ricerca
Saluto

Florian Coulmas, Senior professor, Università Duisburg Essen, già Direttore German Institute for Japanese Studies
The path to the good life: happiness in Japan and elsewhere (Lectio magistralis)

Proclamazione e consegna dei Diplomi

 

Il professor Coulmas parlerà del concetto di felicità e della sua misurazione, focalizzandosi sul Giappone, Paese in cui ha vissuto e sul quale ha concentrato la propria ricerca accademica. 

Perché negli ultimi 50 anni, nonostante la forte crescita del PIL, la “felicità” delle persone giapponesi non è aumentata? Quali sono i criteri che contribuiscono alla percezione e definizione di felicità? Per decenni il concetto di felicità è stato oggetto di ricerca di psicologi, sociologi ed economisti; a partire dagli anni ‘60, gli studi sulla felicità si sono aperti a una moltitudine di prospettive. Fino a che punto queste prospettive di ricerca sono applicabili a tutte le culture del mondo? I metodi di misurazione della felicità sono validi anche in Giappone? La lectio del professor Coulmas suggerisce che il concetto occidentale di felicità è stato importato in Giappone nel Novecento, e che il concetto di felicità (e quindi la sua misurazione) può variare da Paese a Paese.

I dottorati a Ca' Foscari

Con oltre 100 nuove dottorande e nuovi dottorandi che iniziano il loro percorso nell’a.a. 2022/2023, Ca’ Foscari rinnova il proprio impegno ad investire sulla formazione di giovani ricercatori iscritti ai 16 corsi di dottorato che costituiscono l’offerta complessiva dell’Ateneo.

Quest'anno in particolare inizieranno il loro percorso anche i dottorandi le cui ricerche saranno per la prima volta finanziate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – PNRR e dal Next Generation EU. Una straordinaria opportunità che permetterà a Ca ‘Foscari di rafforzare alcuni dei propri Corsi di Dottorato e di aderire a 10 Dottorati di Interesse Nazionale e in forma associata.

Attualmente i dottorandi cafoscarini sono circa 500, il 20% dei quali proviene dall’estero.

A riprova della vocazione internazionale di Ca’ Foscari, tutti i corsi di dottorato offerti possono contare su una comunità e gruppi di ricerca internazionali grazie anche ad accordi ormai pluriennali con prestigiose istituzioni straniere (quali Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne, Universität Heidelberg, Sorbonne Université e Alpen-Adria-Universität Klagenfurt). 

Tra le dottoresse e i dottori del 2022, una ventina ha conseguito un doppio titolo, di cui 13 grazie ad accordi individuali di cotutela con École doctorale du Muséum National de l'Histoire Naturelle, Goethe-Universität Frankfurt am Main, Ludwig-Maximilians-Universität München (LMU Munich), Pontificia Universitas Antonianum, Universidad de Santiago de Compostela (USC), Universidad de Sevilla (USE), Universidade Federal de Santa Catarina (UFSC), Universitat Autónoma de Barcelona (UAB), Universität Stuttgart, Universität zu Köln, Université de Sherbrooke (UdeS) e Université Paris Saclay. 

L'Ateneo rinnova, in occasione dell'inaugurazione dell'anno dottorale, il proprio impegno a promuovere opportunità di formazione interdisciplinare, multidisciplinare e transdisciplinare, anche in ambiti non strettamente accademici. A testimonianza di ciò le ricerche di alcune nostre dottoresse e nostri dottori 2022 che sono state finanziate e realizzate in collaborazione con la Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), l’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale – OGS, Fidia Farmaceutici S.p.A.. il CRO - Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, l’Ospedale San Camillo  - Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) e la Biofield Innovation S.r.l.

Il 22 novembre alle ore 9:30 presso l’Auditorium Santa Margherita si svolgerà anche l’evento Dottorato di ricerca… e poi? Parliamone con PhD, enti e imprese!

Joangela Ceccon