Guida minima alla vita studentesca veneziana

La vita studentesca non si limita allo studio, anzi: lo status di studenti universitari offre molti vantaggi, tra cui sconti e riduzioni presso varie istituzioni veneziane, che permettono di vivere appieno la città e la sua ampia offerta artistica, musicale, culturale, sportiva. Ve ne proponiamo una selezione, ma le iniziative e le opportunità sono in costante aggiornamento: occhio alle nuove idee!

Nella maggior parte dei casi, è bene avere sempre a portata di mano la CartaConto Ca’ Foscari, che attesta la vostra iscrizione all’Ateneo e che garantisce l’accesso a biblioteche e servizi cafoscarini: molte istituzioni e biglietterie vi chiederanno di mostrare la CartaConto per accedere alle agevolazioni per gli studenti.

Un’ultima informazione preliminare riguarda la Carta Giovani, rivolta a studenti, lavoratori e residenti del Comune di Venezia fino ai 29 anni, che offre sconti e agevolazioni in varie realtà veneziane.

Teatri e cinema

Il Teatro la Fenice è uno dei teatri lirici più prestigiosi al mondo, dove sono state rappresentate per la prima volta opere di Verdi, Rossini, Donizetti, ma anche di Stravinskij, Prokofiev, Britten (tra gli altri). Il Teatro Malibran, restaurato all’inizio dei 2000, è diventato la seconda sede gestita da La Fenice. Oltre alle riduzioni sugli abbonamenti, gli studenti possono approfittare dei biglietti last minute a un prezzo stracciato.

Il Teatro Stabile del Veneto, attivo dagli anni ‘90 e promotore sia della tradizione teatrale veneta come delle produzioni moderne, organizza insieme a ESU l’iniziativa Universitari a Teatro, rivolta a studenti, dottorandi e ricercatori: si può assistere alle produzioni al prezzo simbolico, non solamente al Teatro Goldoni a Venezia, ma anche al Teatro Verdi di Padova e al Teatro Mario del Monaco di Treviso.

Nell’organizzazione della Mostra del Cinema di Venezia, evento chiave del panorama cinematografico italiano e internazionale che ha avuto ospiti di spicco sin dagli esordi, non vengono trascurati gli studenti, che possono acquistare biglietti e abbonamenti a tariffe ridotte e richiedere accrediti speciali per assistere alla proiezione dei film della Mostra, accedere alle aree espositive e alle conferenze a libero accesso.

Il Circuito Cinema veneziano ha numerose offerte rivolte agli studenti, tra cui la carta CinemaPiù, che include nelle sue promozioni anche altre istituzioni quali il Palazzetto Bru Zane, Palazzo Grassi e Punta della Dogana, associazioni come quella Italo-Francese o Italo-Russa, e molte altre possibilità e riduzioni in librerie e centri culturali. Solitamente, i cinema della provincia di Venezia aderiscono all’iniziativa dei martedì al cinema, con ingresso a pochi euro.

Arte

Venezia ospita numerosissimi musei e centri culturali dall’offerta variegata, che spazia dall’archeologia, all’arte medievale, al Rinascimento, all’Ottocento, all’arte contemporanea, alla storia naturale - proposte per tutti i gusti!

Il circuito dei Musei Civici - di cui fanno parte, tra gli altri, Palazzo Ducale, il Museo di Storia Naturale, il Museo del Merletto, il Museo Correr, Ca’ Rezzonico (Museo del Settecento), Ca’ Pesaro, il Museo del Vetro a Murano, il Museo di Palazzo Mocenigo - offrono riduzioni agli studenti e soluzioni come il Museum Pass. L’ingresso per i residenti del Comune di Venezia è sempre gratuito, mentre la prima domenica del mese la gratuità è estesa a tutti i visitatori.

I Musei Statali offrono vantaggi simili: tutti gli studenti dell’area UE con meno di 25 anni godono di riduzioni sugli ingressi alle Gallerie dell’Accademia, al Museo Archeologico, al Museo di Arte Orientale, Palazzo Grimani, alla Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro, ma anche a Villa Pisani e a molti altri musei in terraferma.

Il circuito Chorus unisce svariate chiese, dall’immenso valore artistico, storico, architettonico, che ospitano gioielli dell’arte veneziana come opere di Tintoretto, Veronese, Tiepolo, Palma il Giovane e molti altri. Con un unico pass valido un anno, si possono visitare le sedici chiese del circuito.

Gli studenti fino ai 26 anni possono visitare a prezzo ridotto la Collezione Peggy Guggenheim, uno dei più importanti musei del Novecento europeo e americano in Italia, che espone opere di artisti quali Magritte, de Chirico, Braque, Francis Bacon, Max Ernst. La Fondazione Guggenheim ospita anche un programma di tirocinio internazionale rivolto a studenti e neolaureati.

La Biennale di Venezia è un’altra grande realtà internazionale, organizzata in sette Settori: Arte, Danza, Cinema, Architettura, Musica, Archivio Storico. Si tratta di una delle istituzioni culturali più note e prestigiose al mondo, che offre anche opportunità di stage curricolari.

Tra le altre istituzioni, segnaliamo Palazzo Grassi - Punta della Dogana, polo che solitamente ospita mostre di arte contemporanea ma anche proiezioni e workshop, la Casa dei Tre Oci, centro di riferimento a Venezia per la fotografia e ancora per poco nella sede della Giudecca, il Museo Ebraico, situato nel Ghetto di Venezia, le Stanze del Vetro presso la Fondazione Giorgio Cini, sull’Isola di San Giorgio, la Scuola Grande di San Rocco, capolavoro di Tintoretto, e le Basiliche dei Frari, della Salute e dei Santi Giovanni e Paolo.

Biblioteche

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo di Ca’ Foscari ha un patrimonio di oltre 1.100.000 risorse cartacee, divise in 5 aree disciplinari e distribuite in 9 sedi, senza contare le risorse elettroniche, le banche dati e l’archivio tesi. Con un totale di 645 posti a sedere, il Sistema Bibliotecario di Ateneo occupa oltre 10.000 metri cubi.

Se però abitate in aree della città scomode alle sedi cafoscarine o se il rischio di incontrare qualche collega mette in pericolo la vostra concentrazione sugli esami, Venezia ospita numerose altre biblioteche, tra cui quella della Fondazione Querini Stampalia, le biblioteche della Fondazione Giorgio Cini, la Biblioteca Nazionale Marciana e quella di San Francesco della Vigna, senza contare la biblioteca IUAV ai Tolentini, le biblioteche specialistiche di musei, istituzioni e associazioni e le biblioteche civiche sulle isole e in terraferma.

Sport

Se assistere a uno spettacolo comodamente seduti non fa per voi o se il troppo studio vi ha bloccato la schiena, il Centro Sportivo Universitario di Ca’ Foscari ha un’offerta che spazia dal tennis alla vela, dall’equitazione al rugby, dall’atletica alla scherma al pattinaggio, dal judo al sub. Potete semplicemente tenervi in forma o competere a livello agonistico: qui tutta l’offerta 2020/2021.

Ca’ Foscari poi offre corsi di voga alla veneta, kayak e SUP, dragon boat, canottaggio e galeone, sia per principianti che per praticanti delle varie discipline.

Se vi interessa una disciplina sportiva meno convenzionale, Ca’ Foscari ospita da quest’anno anche un proprio gruppo scacchistico.

Musica

Ca’ Foscari si distingue in campo musicale, coinvolgendo ogni anno numerosi studenti attraverso proposte differenziate. Dai laboratori di musica sperimentale dell’Ateneo sono nati Elettrofoscari e Unive Ensemble, il Coro, il Gruppo Vocale e l'Orchestra. Durante l'anno accademico vengono anche organizzati svariati concerti e attività seminariali aperti al pubblico.

La città è però anche sede del Conservatorio Benedetto Marcello ed ospita cori, orchestre, ensemble e gruppi con repertori che spaziano dalla musica classica al jazz al rock e aperti sia ai più esperti, sia ai principianti.

Alcune iniziative tutte cafoscarine

Ca’ Foscari è parte attiva della vita culturale della città, con eventi e iniziative affermatisi anche sul panorama internazionale. Primo esempio della collaborazione tra l’Ateneo e le istituzioni culturali veneziane è Art Night, notte bianca dedicata all’arte e giunta ormai alla sua decima edizione. Dal 2021, il progetto si allineerà alle iniziative simili in Europa spostandosi in autunno.

Il Ca’ Foscari Short Film Festival è una rassegna internazionale di corti cinematografici, giunta ormai alla sua undicesima edizione. Il festival, il primo in Europa a essere organizzato da un’università, è gestito dagli studenti cafoscarini, guidati da una commissione di docenti di studi sul cinema e professionisti del mondo dello spettacolo, e ha avuto ospiti d’eccellenza come il Maestro del Brivido Dario Argento e concorrenti come Daria Kashcheeva, vincitrice del primo premio allo SFF con “Daughter” e candidata all’Oscar con lo stesso corto nel 2020.

Altra iniziativa che vede Ca’ Foscari al centro della scena letteraria internazionale è il festival letterario Incroci di Civiltà, nato a marzo 2008. Nel crocevia multiculturale per eccellenza che è Venezia, Incroci di Civiltà ospita autori, traduttori, artisti di spicco da tutto il mondo e con gli anni si è articolato anche oltre le giornate Festival vero e proprio.

Tra le altre iniziative cafoscarine, ricordiamo il Teatro Ca’ Foscari, che ha un’ampia offerta aperta agli studenti, se non addirittura loro riservata. Laboratori, workshop, spettacoli, residenze artistiche: scoprite tutte le opportunità!

Per tutte le altre iniziative cafoscarine, potete consultare la pagina dedicata alle Attività Culturali.

Mezzi pubblici

Per raggiungere molti di questi luoghi è necessario potersi spostare con agio. Gli studenti regolarmente iscritti hanno accesso ad abbonamenti urbani ed extraurbani ACTV a prezzo agevolato; una buona idea per spostarsi a Venezia in particolare - e godere di ulteriori vantaggi - può essere la Carta Venezia Unica.

Se ancora non sapete da dove cominciare, potete approfondire i Musei Civici insieme a Radio Ca' Foscari!

Cosa aspettate a iniziare a esplorare? Presto avrete anche voi i vostri luoghi del cuore: tre cafoscarini ci hanno svelato i loro!

“Il mio posto preferito a Venezia è il campiello del Remer, che offre uno scorcio mozzafiato sul canal Grande e il ponte di Rialto, a pochi passi dalle ben più frequentate calli attorno al Fondaco dei Tedeschi” - Elena Annunziata (LM in Filologia e Letteratura Italiana)

“Una delle mie cose preferite da fare a Venezia è camminare nella zona dei Giardini, bearsi di un po’ di verde, che non si vede così spesso a Venezia, sedersi nel parco, spuntare in via Garibaldi e prendersi un caffè, stare un po’ in tranquillità” - Sara Marongiu (LT in Lingue e Civiltà dell’Asia e dell’Africa Mediterranea - curriculum Giapponese)

“Campo Santa Margherita: i bambini che corrono, gli sguardi spaventati che si rivolgono ai minacciosi gabbiani in volo, i caffè al Rosso con gli amici sotto il sole di primavera, persone che vanno e vengono, vite che si incrociano.” - Manuele Veggi (LT in Lettere)

Rachele Svetlana Bassan