Prenotazioni aperte per Incroci di Civiltà: 3-6 novembre 2021

Da giovedì 21 ottobre, alle ore 12:00, prenotazioni aperte per gli appuntamenti di Incroci di Civiltà, che si terranno dal 3 al 6 novembre 2021. Tutti gli incontri sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria online su www.incrocidicivilta.org

I prenotati sono invitati a presentarsi 20 minuti prima dell'inizio dell'evento; oltre tale limite il posto potrà essere riassegnato agli utenti in lista d'attesa. Gli iscritti in lista d'attesa potranno, arrivando almeno 20 minuti prima dell'inizio dell'evento, partecipare in caso di rinunce da parte dei prenotati.

Ad evento iniziato non sarà più possibile entrare.

Per partecipare è necessario esibire la certificazione verde Covid 19 (Green Pass) in corso di validità

Verso Incroci

Si conclude con l’ultimo dei 4 appuntamenti martedì 26 ottobre, alle ore 11:00, il ciclo Verso Incroci, il tradizionale percorso di avvicinamento ai temi del Festival di letteratura Internazionale. 

Sarà la volta del dialogo tra Tiziano Scarpa e Lorenzo Tomasin a partire dal libro: Venezia, l'Europa, le sue lingue. 

Iniziativa realizzata in occasione delle celebrazioni per i 1600 anni di Venezia

Ca' Foscari, Marcorà-Malcanton, Sala G. Morelli, Dorsoduro 3484/D, Venezia 

Incontro in lingua italiana
Prenotazione obbligatoria online su www.incrocidicivilta.org 

Tiziano Scarpa e Lorenzo Tomasin dialogano attorno al volume di quest'ultimo Europa romanza. Sette storie linguistico (Einaudi): un viaggio attraverso le lingue e le culture dell'Europa tra fine del Medioevo e inizio dell'età moderna, in cui il lettore è accompagnato da personaggi e da storie che arrivano direttamente dagli archivi. Sono vicende perlopiù sconosciute, eppure avventurose, di donne e di uomini, di ebrei e di cristiani, di mercanti e di cancellieri che vivono a contatto di più lingue: lingue romanze - come il francese o l'italiano antico, il catalano o il provenzale, ma anche lingue che con quelle neolatine entrano in rapporto, dal tedesco all'ebraico, dall'inglese al greco. La filologia romanza mostra, rivelando queste antiche carte, un volto insolito e aiuta a capire meglio che cosa sia l'Europa.

Federica Scotellaro