Cafoscarini primi in Europa nella Bloomberg Trading Challenge

Ottimi risultati per gli studenti e le studentesse del Dipartimento di Economia di Ca’ Foscari che hanno preso parte alla Bloomberg Trading Challenge, una competizione a livello internazionale dove team di studenti universitari composti da 3 a 5 componenti si sfidano in ambito di scelte di investimenti finanziari, utilizzando dati ed informazioni reperibili mediante il terminale di Bloomberg.

Su quasi 50 squadre iscritte, Ca Foscari conquista il primo posto a livello europeo con il team capitanato dallo studente Davide Marcon e composto da Giovanni Ragazzi, Elisabetta Giuliato, Klara Gjorga e coordinato dal professore Marco Corazza. Le sei  squadre cafoscarine in gara si sono confrontate con team del Regno Unito, di Francia, Irlanda, Svizzera e Russia. Inoltre, a livello globale, due team cafoscarini si sono classificati nella top 100 mondiale su quasi 500 squadre iscritte, aggiudicandosi il 44esimo (lo stesso team che ha conquistato il primo posto a livello europeo) e il 68esimo posto.

Il professore Marco Corazza, che a Ca' Foscari si occupa di metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie, ha commentato così la vittoria della squadra da lui coordinata: "Essere arrivati primi in Europa, davanti a squadre provenienti da prestigiose università straniere quali, ad esempio, la City, University of London e la Middlesex University, oltre ad essere una soddisfazione, è un indicatore della qualità degli insegnamenti in finanza quantitativa che il Dipartimento di Economia (DE) eroga ai propri studenti. Infatti, ai nostri studenti vengono trasferite, oltre alle indispensabili conoscenze di base ed avanzate, anche conoscenze sui risultati della ricerca prodotta nel DE stesso. E, sarà un caso, ma proprio la metodologia utilizzata dal team nel corso delle sei settimane di competizione si è basata anche su di un approccio quantitativo ispirato ad alcuni risultati della ricerca nostrana.”

La competizione si è svolta sui terminali di Bloomberg, messi a disposizione degli studenti grazie all’aula Bloomberg, inaugurata nel 2019 e situata all’interno della BEC (Biblioteca di area Economica) nel Campus Economico di San Giobbe dell’Ateneo.

“Sono molto orgogliosa per il risultato degli studenti di Ca’ Foscari e in particolare di Economia e Finanza. Per Ca’ Foscari è stato un investimento importante il laboratorio Bloomberg ed è di grande soddisfazione poter apprezzare come i nostri studenti abbiano saputo trarne un’ottima formazione e soprattutto mettersi in evidenza in una gara internazionale molto competitiva.” Commenta la professoressa Monica Billio, che a Ca’ Foscari insegna econometria.

Abbiamo chiesto a Davide Marcon di raccontarci l’esperienza della squadra che ha capitanato:

“La competizione è consistita nella vendita e nell’acquisto di titoli azionari tramite l’utilizzo della piattaforma Bloomberg. Avevamo 1 milione di dollari virtuali che potevamo investire in oltre dodicimila società internazionali, come Amazon, Apple, ENI, Intesa San Paolo, contenute in un indice di Bloomberg (Bloomberg World Large, Mid & Small Cap), tramite cui potevamo monitorare l’andamento delle quotazioni in borsa in tempo reale. Io e i miei compagni di squadra ci siamo suddivisi le società da considerare in base ai differenti settori e ci siamo riuniti due o tre volte alla settimana per analizzare insieme i dati e decidere le azioni da intraprendere. A noi stava la scelta di quanti soldi investire e su quali aziende. Lo scopo era quello di ottenere il rendimento più alto in relazione all’indice di Bloomberg, che fungeva da benchmark. Di comune accordo abbiamo deciso le modalità operative e la strategia da intraprendere, basata principalmente sull'uso di quattro indicatori utilizzati nell’analisi dei mercati finanziari: RSI (Relative Strength Index), MA (Moving Average), MACD (Moving Average Convergence Divergence), e le Bande di Bollinger. Abbiamo poi modificato i parametri di questi indicatori di volta in volta, in base alla società analizzata, individuando la combinazione migliore per ogni titolo. Grazie all'aiuto del nostro tutor, il professor Corazza, il quale ci ha fornito un codice sviluppato da lui per la piattaforma di programmazione MATLAB, siamo riusciti ad automatizzare le decisioni di acquisto e di vendita, rendendo così più rapidi i processi di analisi dei dati e le scelte di investimento. Ogni settimana ricevevamo un aggiornamento della classifica mondiale delle squadre, suddivisa per continenti. È stata un’esperienza molto formativa: in ambito finanziario, abbiamo imparato a restare aggiornati e seguire con costanza l’andamento dei mercati e gli accadimenti nel mondo che possono influenzarli. Abbiamo imparato tanto anche sul lavorare in gruppo: a suddividerci i compiti e le responsabilità e soprattutto a fidarci delle intuizioni e delle analisi fatte dagli altri membri. Questo è stato fondamentale per svolgere un buon lavoro. Credo che questo risultato sia dovuto anche alla coesione del nostro gruppo: abbiamo concordato e adottato un’unica strategia da seguire, senza tensioni interne su come operare”.

La sfida è cominciata il 4 ottobre 2021 e si è conclusa il 19 novembre 2021, con l’annuncio della classifica dei vincitori il 23 novembre 2021. La partecipazione a questa competizione è stata promossa nel Dipartimento di Economia di Ca’ Foscari dalla professoressa Monica Billio, con il supporto organizzativo di Andrea Albarea.

Federica Biscardi