Addio a Gianni Toniolo, il ricordo di Ca' Foscari

Ca’ Foscari piange l’improvvisa scomparsa di Gianni Toniolo.

In questo Ateneo si è laureato con una tesi sul tema che poi lo avrebbe appassionato come studioso per tutta la vita, la storia economica contemporanea. Infatti, subito dopo la laurea Gianni si è specializzato a Harvard con un maestro di quella disciplina, Aleksander Gershenkron.

Gianni Toniolo ha poi proseguito la carriera accademica a Ca’ Foscari nel settore della politica economica, ma nella sua ricerca è andato sempre più specializzandosi nella storia dell’economia italiana contemporanea, con particolare riferimento al periodo fascista, e in questo campo ha prodotto le sue pubblicazioni più importanti.
La sua ricerca è sempre stata a cavallo tra la storia economica e la politica economica; è stato infatti in politica economica che ha vinto la cattedra di professore ordinario a Ca’ Foscari, nello stesso tempo ricopriva il ruolo di co-direttore della Rivista di Storia Economica, fondata da Luigi Einaudi.

A Ca’ Foscari Gianni Toniolo ha dato un contributo fondamentale alla qualificazione internazionale del Dipartimento di Economia, di cui è stato anche direttore. E’ stato suo il merito di aver avviato, come primo Dean, i programmi della Venice International University (VIU) costituita nell’isola di San Servolo per iniziativa del Rettore Paolo Costa.

Un ruolo cruciale a questo proposito ha svolto il rapporto instaurato da Gianni Toniolo con la Duke University, una delle prime università associate a VIU, della quale poi è stato Research Professor of Economics and History.

Gianni Toniolo ha sempre mantenuto forti legami con la sua alma mater anche dopo il suo trasferimento alla Università di Roma Tor Vergata, diventando componente dell’Advisory Board del programma di dottorato di Economia. Attualmente era presidente del Comitato Scientifico del Collegio Internazionale di Ca’ Foscari, dove ha infuso entusiasmo e concretezza rinnovando la visione di una Scuola transdisciplinare. Altrettanto forte il legame con Venezia e l’impegno che sempre ha mantenuto vivo per far emergere una visione sul futuro di questa città.     

Colleghi e studenti hanno avuto modo di apprezzare l’impegno costante e appassionato di Gianni Toniolo nella ricerca e nell’insegnamento. Il suo approccio alla ricerca, come ai temi della politica e della società, era caratterizzato da una incessante passione e curiosità, costituendo uno stimolo costante per giovani ricercatrici e ricercatori del Dipartimento di Economia e dell’Ateneo. Una mente brillante, che ha affrontato i temi economici attraverso i percorsi della storia, con lucidità e rigore.

Il suo ultimo lavoro appena pubblicato, Storia della Banca d’Italia. Tomo 1. Formazione ed evoluzione di una banca centrale 1893-1943 è il frutto di un lungo studio sistematico e approfondito che – proprio domenica 13 novembre sulle pagine del Corriere della Sera - Federico Fubini definisce “una straordinaria autobiografia economica del Paese”.

Le parole della Rettrice Tiziana Lippiello: "Oggi a Ca' Foscari perdiamo una delle figure più riconosciute e stimate della nostra comunità e di tutto il mondo accademico. Gianni Toniolo non è stato solo un nostro laureato ma per diversi anni anche un apprezzato docente che tanto ha dato allo sviluppo degli studi economici a Venezia e a livello internazionale. Lo ricordiamo per la sua profonda cultura, i suoi studi e più recentemente per il suo appassionato impegno nel board del Collegio Internazionale di Ca' Foscari per cui si è speso con grande interesse, entusiasmo e instancabile dedizione. Era un progetto a cui teneva moltissimo per gli studenti di grande talento del nostro Ateneo. Esprimo il mio cordoglio e quello di tutta Ca' Foscari per la sua scomparsa".

Generazioni di studenti hanno avuto il privilegio di godere di un rapporto, sempre coraggioso, aperto e costruttivo, con Gianni Toniolo, grande Maestro per tutta la comunità cafoscarina.


A cura di Agar Brugiavini, Ignazio Musu e Marco LiCalzi