#Venetonight a Venezia fa il pieno

Ricercatori e grande pubblico hanno riempito i cortili e le stanze di Ca' Foscari per la settima edizione di Venetonight, il 30 settembre 2016

L’Università Ca’ Foscari ha partecipato all'iniziativa europea per il settimo anno consecutivo assieme all’Università Iuav Venezia e alle Università di Padova e Verona.

 

Anche quest’anno Venetonight ha proposto un programma ricco ed è stata un'imperdibile occasione "live" per conoscere attività e successi della ricerca più innovativa: oltre 50 occasioni di interazione e scoperta tra laboratori, talks, attività per bambini, visite guidate, concerti, giochi e tante altre attività. Un grande evento per il pubblico veneziano che risponde sempre con grande entusiasmo e partecipazione.

Michele Bugliesi, Rettore dell’Università Ca’ Foscari Venezia: «Venetonight ci vede impegnati a celebrare la notte dei ricercatori, un appuntamento ormai consueto e molto amato con cui vogliamo far conoscere l'impatto della ricerca sul piano economico e sociale. Gli eventi saranno tantissimi, i ricercatori scenderanno in campo per raccontare la loro attività, coinvolgere il territorio e trasmettere l’importanza sociale ed economica della ricerca che è frutto di un impegno continuo e costante che necessita di essere sostenuto. Non mancheranno anche i momenti di intrattenimento e spettacolo aperti a tutti».

L’androne, i cortili, gli Spazi Espositivi, l’Aula Baratto, San Sebastiano, Ca’ Cappello, Ca' Foscari Zattere e Campo Santa Margherita hanno accolto ricercatori e pubblico per la lunga maratona della ricerca che si è conclusa con lo spettacolo “7 miracoli e un mistero”, un omaggio allo scrittore e pittore Dino Buzzati. Sul palco l’attore Giancarlo Previati e la Bottega Baltazar.

Tra i temi guida di questa edizione l’ambiente e le tecnologie applicate alle discipline umanistiche. Tutti i laboratori per grandi e bambini hanno registrato il sold out. Radiocafoscari, la web radio di ateneo, come ogni anno, ha seguito i vari eventi con interviste ai ricercatori e approfondimenti.

Tra i protagonisti della serata l'ormai irrinunciabile gelato molecolare,  richiesto anche a Bruxelles: la Commissione Europea ha invitato infatti il team della professoressa Valentina Beghetto alla Notte Europea dei Ricercatori del 28 settembre al Parlamentarium. Gli scienziati cafoscarini hanno preparato quindi il gelato molecolare per il pubblico della principale manifestazione organizzata a livello europeo.