CafoscariNEWS

I Minor di Ca’ Foscari: innovazione, attualità e approfondimento

La scelta del percorso universitario è una delle decisioni più importanti per uno studente: le proprie competenze, interessi, progetti presenti e futuri, dipendono in gran parte da essa.
Per questo è importante che gli studenti abbiano tutti gli strumenti per valutare e scegliere consapevolmente gli esami ed i temi che più gli si addicono.

Da quest’anno all’Università Ca’ Foscari Venezia, gli studenti delle Lauree di primo livello hanno una nuova possibilità per arricchire la propria esperienza didattica: l’Ateneo ha infatti introdotto 14 Minor nell'offerta formativa: un Minor è un percorso accademico tematico, che viene seguito in contemporanea al proprio Corso di Laurea, composto da un insieme di 3 insegnamenti, da 6 CFU ciascuno, per un totale di 18 CFU. Ognuno di essi è incentrato su un particolare ambito di studio, e permette quindi un’analisi approfondita della tematica, a cui vengono dedicate un totale di 90 ore di lezione.
Tutti i percorsi sono elencati sul sito di Ateneo, a questa pagina. Scadenze, informazioni e ulteriori dettagli sono inoltre diffusi tramite i canali social e la mail istituzionale.

Con i Minor gli studenti  possono accrescere le proprie conoscenze attraverso un percorso dedicato, possono arricchire il proprio piano di studio con competenze specifiche e soddisfare il proprio interesse per quei temi che non sarebbe possibile approfondire attraverso il proprio percorso di laurea.

Giulia Testa, iscritta al 2° anno del corso Philosphy, International and Economic Studies, ha deciso di seguire il Minor incentrato sul cambiamento climatico, Energy, Climate Change and Environmental Risks, e ci ha spiegato le ragioni della sua scelta: «Sono molto interessata all’argomento, e probabilmente se non avessi avuto questa possibilità avrei comunque cercato di integrare il piano di studio con esami incentrati sulle scienze ambientali; inoltre mi stimola l’idea di confrontarmi con materie scientifiche, penso che possa essere molto utile a livello di competenze personali, ed essendo il mio corso dedicato prevalentemente a materie umanistiche rappresenterebbe un’occasione per introdurre un tipo di preparazione totalmente nuova. L’introduzione dei Minor mi sembra un progetto assolutamente valido, poiché penso che sia molto più utile scegliere un percorso coerente e totalmente dedicato a un solo argomento, con esami che abbiano una struttura definita e molti punti in comune, piuttosto che scegliere di seguire corsi singoli».

Anche secondo Emma Vivian, un’altra studentessa iscritta al PISE che sta frequentando il Minor Genere, generi: uguaglianza e parità nella società e nel lavoro, l’approfondimento è l’aspetto più utile e interessante del progetto: «Spesso ho sentito parlare di disuguaglianze e gender gap durante lezioni di sociologia ed economia, ma non abbiamo mai avuto il tempo di esaminare a fondo l’argomento; effettivamente, come ho avuto modo di constatare, è davvero un tema molto ampio, che può essere letto e interpretato in chiave morale, sociologica ed economica: il Minor permette proprio di analizzarlo a fondo, prendendo in esame le diverse conseguenze e dinamiche che si verificano nei vari ambiti. Può essere accomunato ad un percorso specialistico, svolto in contemporanea alla Laurea triennale. È anche un’occasione in più di dibattito e confronto con i docenti e ringrazio per questo la professoressa Agar Brugiavini, responsabile del progetto, che è sempre stata molto disponibile».

I corsi tra cui scegliere sono molti: ci sono Minor più specifici e innovativi, ad esempio Computer and Data Sciencehttp://www.unive.it/data/26521/ , o Management artistico, particolarmente adatti a chi ha già un interesse specifico e vorrebbe approfondirlo, e altri più generali e di ampio respiro, come Europa orientale: contatti oltre i confini,  o Percorsi di educazione economica e finanziaria. Non mancano Minor dedicati a temi che negli ultimi anni sono diventati sempre più rilevanti, sia a livello accademico sia riguardo alla politica e all’attualità: oltre al percorso sul cambiamento climatico sono infatti presenti ben due Minor dedicati agli Studi di Genere.

«Con l'introduzione dei Minor per i corsi di laurea triennale – aggiunge la Prof.ssa Ricciarda Ricorda, prorettrice alla Didattica - abbiamo puntato a fornire ai nostri studenti la possibilità di arricchire la propria formazione di competenze e conoscenze trasversali, complementari rispetto all'ambito disciplinare prevalente: conoscenze e competenze non solo sempre più richieste nel mondo del lavoro, ma anche utili a muoversi con sempre maggiore consapevolezza in una società complessa e in continuo divenire come quella in cui viviamo. In questa prospettiva, risulta centrale, nell'impostazione dei Minor, la dimensione interdisciplinare, che punta alla collaborazione e alla contaminazione dei diversi campi del sapere».

Scegliendo un Minor, quindi, gli studenti cafoscarini possono sviluppare nuove conoscenze e soddisfare i propri interessi, oltre che rendere la propria esperienza universitaria ancor più specializzata e personale, in modo da rispecchiare davvero la componente unica ed individuale di ogni studente.

A cura di Teresa Trallori