Bonifacio e Traviglia premiate a Roma dall’Associazione Alumni ‘Marie Curie’

Le ricerche di due cafoscarine sono state premiate dalla Marie Curie Alumni Association (MCAA) durante un evento organizzato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in occasione del 150° anniversario della nascita di Marie Skłodowska-Curie.

Si tratta di Valentina Bonifacio, prima ricercatrice “chiamata” da un ateneo italiano come vincitrice di una “Marie Curie”, e Arianna Travigliavideo), tornata in Italia dall’Australia grazie a una fellowship intitolata alla celebre scienziata franco-polacca e tra i promotori del gruppo veneziano degli alumni Marie Curie. Il premio è stato consegnato da Angela Bellia (nella foto) Chair of the Events and Network Working Group Marie Curie Alumni Association e Luigi Caranti Chair of the Italia Chapter - Marie Curie Alumni Association.

L'evento ha avuto l'obiettivo di mettere in luce l’impatto del Programma Marie Sklodowska-Curie Actions di Horizon 2020 sulle carriere dei ricercatori e i provvedimenti assunti dalle università e dagli enti di ricerca italiani per attrarre i Marie Curie fellows.

Oltre alle premiate, la delegazione cafoscarina era composta dal prorettore alla Comunicazione e promozione Marco Sgarbi, Dario Pellizzon, dirigente dell’area Ricerca, e Fiorella Giacometti, referente del settore Finanziamenti individuali dell'Area Ricerca.

L’esperienza cafoscarina è stata presentata come best practice da diversi punti di vista. L’ateneo è infatti da alcuni anni la prima istituzione in italia per numero di fellowship vinte. Inoltre è il primo ad aver applicato il decreto ministeriale che permette agli atenei di chiamare come ricercatori i vincitori di ‘Global Fellowship’ triennali. Tutta cafoscarina è anche l’iniziativa Marie Curie +1, un anno aggiuntivo di contratto ai vincitori di Individual Fellowship presso l'Ateneo che si impegnano a presentare la propria candidatura per un grant ERC a Ca' Foscari

Il programma Marie Sklodowska-Curie di Horizon 2020 sostiene i ricercatori di tutto il mondo, impegnati in tutte le discipline, offrendo l'opportunità di finanziamento per svolgere esperienze di ricerca all'estero, completando contestualmente la loro formazione tramite l'acquisizione di competenze anche multidisciplinari utili per lo sviluppo delle loro carriere.

Per saperne di più su chi è stata Marie Sklodowska-Curie, ecco un video della direttrice generale della Commissione Europea Martine Reicherts: