Nuovo percorso in inglese per EGArt: arriva il curriculum "Arts Management"

Il corso di Laurea Magistrale in Economia e Gestione delle Arti e delle Attività Culturali - EGArt si arricchisce di un nuovo curriculum, interamente in lingua inglese.
“Arts Management” - questo il nome del percorso - sarà disponibile già da quest’anno ed andrà ad ampliare la vasta offerta formativa di Ca’ Foscari, fornendo agli studenti un’ampia gamma di insegnamenti di 5 diversi Dipartimenti, in particolare quelli di Management e di Filosofia e Beni Culturali.
Per saperne di più su questa nuova specializzazione, abbiamo intervistato il Professor Francesco Casarin, coordinatore del corso e del Master in Management dei Beni e delle Attività Culturali.

In cosa si distingue “Arts Management”, il nuovo curriculum in inglese di EGArt?

Il nuovo curriculum “Arts Management” - che verrà erogato interamente in lingua inglese - è pensato per attirare studenti stranieri o studenti interessati alla dimensione internazionale, facendo leva sulle caratteristiche uniche del nostro territorio e cercando di rispondere a quelle che sono le aspettative di uno studente, internazionale e non, rispetto alla città di Venezia e di tutto il Triveneto. L’obiettivo è quello di aprire una specializzazione e un’alternativa interessante per lo studente tradizionale di Management, offrendo la parte di arte e cultura che si esprime nel territorio veneziano.
Il corso si propone di portare lo studente a contatto con gli aspetti del management in particolare delle arti performative, visive, della musica e della curatorship, tutti elementi che trovano ampia evidenza nella grande offerta culturale veneziana.

Perché studiare Arts Management a Ca’ Foscari?

Ca’ Foscari è un ambiente fortemente internazionale e questa nuova specializzazione è stata organizzata a stretto contatto con le istituzioni veneziane, che si sono dimostrate estremamente interessate anche a profili internazionali. Inoltre, Venezia ha un grande vantaggio rispetto ad altri centri di formazione europei, ovvero la possibilità per lo studente di affiancare alle tematiche strettamente relative al management, una moltitudine di insegnamenti di carattere storico e artistico. Il curriculum offerto a Ca’ Foscari è quindi decisamente più ricco e completo.

EGArt rimane un unicum in Italia? Come si posiziona il corso invece nel panorama internazionale?


Dopo 20 anni, possiamo dire che EGArt è ormai una realtà consolidata e apprezzata nel contesto nazionale. E’ stato il primo corso di questo genere in Italia e rimane tutt’ora uno dei leader nel paese per quanto riguarda il management in ambito artistico. A livello internazionale, l’ambizione del corso è quella di posizionarsi tra le principali istituzioni che offrono questo tipo di formazione. La differenza - ed il vantaggio - è che a Venezia si affrontano problemi più complessi e stimolanti, come la gestione dei flussi turistici e delle attrazioni naturali locali.

Quali sbocchi professionali ci sono per i laureati? 

I laureati EGArt potranno svolgere, all’interno di aziende, istituzioni culturali e enti territoriali, tutte quelle mansioni che sono in qualche modo legate alla progettazione, all’organizzazione e alla gestione di attività ed eventi culturali. Noi continuiamo a puntare sulle categorie che hanno contraddistinto l’offerta EGArt negli ultimi anni, ossia i ruoli di project manager, marketing manager, responsabile o assistente alla comunicazione, curatore di mostra, direttore artistico, responsabile di controllo e di gestione.


Per tutte le informazioni riguardanti il corso e le immatricolazioni, visitate la pagina dedicata 

Francesca Favaro