Cafoscarinews

Laboratori, musica, visite, al via la 10. edizione di Venetonight

Venerdì 27 settembre 2019 torna Venetonight, la notte dedicata alla ricerca che si appresta a festeggiare all’Università Ca’ Foscari Venezia la sua 10a edizione. Dieci anni di impegno nella divulgazione di temi scientifici, di apertura al grande pubblico, di attività per grandi e piccini, laboratori, visite con i ricercatori, sperimentazioni, spettacoli e tanto divertimento che continuerà anche quest’anno con decine di proposte per mettere al centro il mondo della ricerca e farlo scoprire a tutti. Tutte le informazioni e le prenotazioni su www.unive.it/venetonight.

“Venetonight è un evento ormai tradizionale – dichiara Michele Bugliesi, Rettore dell’Università Ca’ Foscari - giunto alla sua decima edizione che rientra appieno nelle attività di terza missione dell'Università; è una occasione che coinvolge un ampio numero di ricercatrici e ricercatori per restituire ciò che è dovuto al pubblico, essendo noi una università pubblica che si regge su fondi dello Stato. E' quindi una manifestazione importante per dare conto dei nostri risultati. Le università sono una leva importante, sono moltiplicatori di crescita qualitativa e quantitativa e ciò è particolarmente significativo in un luogo fragile come Venezia”.

Si comincia con l’apertura ufficiale nel cortile di Ca’ Foscari alle ore 17.00 con i saluti del Prorettore alle Attività e rapporti culturali di Ateneo Flavio Gregori e dell’Assessore al Turismo, Paola Mar. Il via alle attività sarà dato sulle note della musica suonata sul palco da band di ricercatori, professori, docenti e studenti che spazieranno dal country della Silverado Country Band alle canzoni anni ‘30-‘60 del quartetto femminile Ketalipà, dalle performance di AL-LA che sperimentano effetti vocali e costruzione sonora, passando per i suoni jazz dei True Colors e per la bossa nova dei Back to Bossa. La musica ottomana sarà invece protagonista in Aula Baratto con Maqām.

Novità di quest’anno è che saranno coinvolte anche le sedi limitrofe di Ca’ Dolfin e Ca’ Bottacin. A Ca’ Dolfin si terrà lo spettacolo di burattini Il Servitore di due Padroni, la celebre commedia di Carlo Goldoni in una versione “da camera” messa in scena dalla compagnia Teatro all’Insegna dell’Orso in Peata”, mentre Ca’ Bottacin ospiterà attività e laboratori.

Gran finale con l’attore Tullio Solenghi, alle 21 nel cortile di Ca’ Foscari, con lo spettacolo “Una Serata Pazzesca. Tullio Solenghi legge Paolo Villaggio”.

IL VAPORETTO DELLA RICERCA
Per la prima volta, grazie alla collaborazione con AVM, anche un vaporetto sarà sede della notte dedicata alla ricerca: si tratta del primo Vaporetto Ibrido E1 che sarà ormeggiato davanti a Ca’ Foscari in Canal Grande e ospiterà, dalle 18 alle 20.00 interviste pubbliche ai ricercatori condotte da Davide Coero Borga, volto di Rai Scuola per il programma “Vita da ricercatore”. “Sulla stessa barca: a bordo con la ricerca!” sarà un'occasione unica e insolita per conoscere chi giorno dopo giorno lavora per estendere le nostre conoscenze, inventare, cercare soluzioni alle sfide globali del nostro tempo.

LE VISITE
Grazie alla collaborazione con varie istituzioni cittadine, anche quest’anno Venetonight potrà offrire uscite in laguna con scienziati e studiosi della Laguna Nord, visite culturali in diversi luoghi della città metropolitana dal Museo Archeologico di Altino all’Ateneo Veneto, dlla splendida cornice di Palazzo Ducale al patrimonio dell’Archivio di Stato e agli ecosistemi della Laguna Nord, la ricerca si racconterà in nuovi ed affascinanti scenari. Le visite sono su prenotazione.

LE ATTIVITÀ PER TUTTI
I visitatori sperimenteranno il fascino dell’avventura e della scoperta con laboratori dedicati alle civiltà e culture antiche, viste anche dallo spazio. Scopriranno come ci si diverte nel mondo dell’economia: un’immersione nella società di oggi tramite i laboratori che renderanno i numeri, così complessi ed astratti, incredibilmente avvincenti. Impareranno a conoscere il mondo e loro stessi tramite uno speed date letterario, libri e interviste. Sperimenteranno nuovi modi di fruire la realtà: molecole da gustare, odorare, toccare, ma anche muffe, ‘quanti’ e tecnologie per comprendere la realtà che ci circonda e come la percepiamo. Potranno viaggiare alla scoperta di culture, lingue e modalità espressive, dal giapponese alla LIS, dal cinema all’arte con un pizzico di tecnologia.

I LABORATORI PER BAMBINI E RAGAZZI
Ben otto laboratori introdurranno il giovane pubblico nel mondo della ricerca grazie a un infallibile metodo: il gioco! Gli archeologi ridaranno vita ad antiche ricette romane per creme, unguenti e profumi, ma potranno anche, tramite l’incisione a sbalzo, ricreare i monili in uso nel II millennio a.C. I bimbi potranno improvvisarsi investigatori digitali imparando il funzionamento della tecnologia Blockchain, o sperimentare il significato di imposte, collettività, e contribuzione al bene pubblico attraverso un gioco di ruolo.

LA DANZA DEI SEGNI: NIC E ALE
Alle 20.30 sul palco inizierà lo spettacolo di Nic e Ale, due cafoscarini che hanno portato la LIS (Lingua Italiana dei Segni) all’edizione 2019 di Italia’s Got Talent emozionando il pubblico con la loro “danza dei segni”. I segni diventano una fluida danza che coinvolge ed emoziona. Il loro obiettivo è abbattere le barriere tra sordi e udenti usando la musica come ponte tra i due mondi.

SPETTACOLO FINALE
La serata avrà come momento finale, dalle ore 21.00, l’ospite d’eccezione: Tullio Solenghi. Il noto attore ligure porterà nel Cortile Centrale di Ca’ Foscari “Una Serata Pazzesca. Tullio Solenghi legge Paolo Villaggio”, spettacolo prodotto dallo stesso comico insieme a Sergio Maifredi e dal Teatro Pubblico Ligure, che propone una serie di letture animate di Paolo Villaggio, pietra miliare della letteratura del XX secolo.

Fino alle 20.30 sarà inoltre possibile visitare la mostra Gely Korzhev. Back to Venice, una delle figure più eminenti del panorama pittorico, prima sovietico e poi russo, della seconda metà del Novecento a cui è collegato il laboratorio per bambini “Il colore che passione”.

Radiocafoscari seguirà l’evento in diretta.

Venetonight è un’iniziativa in rete con le Università di Verona e Padova ed in collaborazione con il Comune di Venezia, Le città in festa, Europe Direct, AVM Holding, Fondazione Musei Civici di Venezia, Archivio di Stato di Venezia, Museo Archeologico Nazionale di Venezia, Museo Archeologico Nazionale e Area Archeologica di Altino, Cmcc, Ateneo Veneto, Iveser, Scuola Grande di San Rocco, Accademia di Belle Arti di Venezia, Fondazione Ugo e Olga Levi, The Brooklyn Rail, Ospedale San Camillo – IRCCS, DVRI, Science Gallery Venice, ADI Venezia, Flc – Cgil e Radio Ca’ Foscari

Programma dettagliato e prenotazioni sul sito www.unive.it/venetonight

 

 

FEDERICA FERRARIN

×

Nome obbligatorio

Enter valid name

E-mail valida obbligatorio

Enter valid email address

Captcha Code Non riesci a leggere l'immagine? Clicca per aggiornarla

Code does not match!

* Campi obbligatori

Commenta per primo