Cafoscarinews

Andare in Erasmus rimanendo a Venezia?

Gli studenti Ca’ Foscarini hanno fino al 4 ottobre per inviare la propria iscrizione all’Erasmus veneziano, programma frutto di una convenzione stipulata tra l'Università Ca’ Foscari e Università Iuav che permette agli studenti dei due atenei di frequentare senza tasse aggiuntive corsi scelti all'interno dell'offerta formativa delle due università e sostenere i relativi esami con riconoscimento dei crediti nella carriera. L’Erasmus veneziano permette di arricchire il proprio percorso di studi con esperienze formative in un contesto diverso, ma sempre all’interno della città di Venezia. Una seconda finestra di iscrizione, pensata per i corsi erogati da IUAV nel secondo semestre, si aprirà dal 3 al 6 febbraio 2020

Grazie al lavoro e alle sinergie messe in moto dalla rete Study in Venice (www.studyinvenice.it), nel 2020 l’offerta didattica dell’Erasmus veneziano diventerà sempre più ricca e variegata. Study in Venice è nato nel 2017 con il sostegno di Comune e Città Metropolitana di Venezia in quanto volontà di Università Ca’ Foscari, Università Iuav, Accademia di Belle Arti di Venezia e Conservatorio di musica Benedetto Marcello di sviluppare ulteriormente le relazioni già esistenti e di realizzare nuovi progetti congiunti. Una collaborazione che nel 2020 porterà all’ingresso di Accademia e Conservatorio nel programma Erasmus veneziano, arricchendone l’offerta formativa e creando un programma unico a disposizione di tutti gli studenti immatricolati nelle quattro istituzioni veneziane.

Tutti i dettagli dei programmi già attivi sono disponibili nelle pagine internet dei rispettivi atenei:

Università Ca' Foscari
Università Iuav

Ecco alcune testimonianze di chi ha già partecipato all’Erasmus veneziano:

“Ciò che mi ha portato a intraprendere l’Erasmus veneziano è la mia passione per la moda e la mia curiosità di frequentare un corso di design della moda all’Università Iuav. Ritengo che questa esperienza sia stata sicuramente positiva, mi ha permesso di capire quali erano i miei obiettivi e i miei veri interessi, e di vivere contemporaneamente due realtà universitarie diverse. Credo che l’Erasmus veneziano sia un’esperienza bellissima per chi ha delle passioni o delle curiosità e vuole aggiungere delle conoscenze al suo bagaglio culturale e formativo. Sicuramente richiede impegno e costanza, ma è un’opportunità unica di apprendere dalle due università veneziane e penso che in futuro possa aiutare ad aprire molte porte!”

Benedetta, studentessa di Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali (Ca’ Foscari)

“Avevo già finito tutti gli esami del mio Piano di Studi e stavo scrivendo la tesi quando, nell’ambito delle 150 ore di collaborazione studentesca, sono stato assegnato come tutor a un ragazzo rifugiato politico che si era appena iscritto all’Università Iuav. Il ragazzo non parlava italiano, solo inglese, e portava con sé la sofferenza di aver vissuto sulla propria pelle le problematiche sociopolitiche del proprio Paese. Naturalmente era già seguito da mediatori culturali e psicologi, ma visto che la mia preparazione non mi aiutava in questa situazione, ho deciso di seguire il corso Profughi, rifugiati e richiedenti asilo dell’Università Ca’ Foscari, il cui programma mi sembrava interessante e adatto alle mie necessità. Come da mie aspettative, l'ho trovato perfettamente sostenibile anche per chi non aveva esperienza pregressa nella materia, grazie al professore che spiegava tutto con estrema chiarezza. Alla fine il corso mi è piaciuto talmente tanto che ho deciso di inserirlo all'interno della mia carriera Iuav grazie all’Erasmus veneziano. L'esperienza è stata più che positiva e mi ha arricchito molto, e la consiglierei sicuramente ad altri studenti.”

Fabio, studente di Pianificazione e Politiche per la Città, il Territorio e l’Ambiente (Iuav)

×

Nome obbligatorio

Enter valid name

E-mail valida obbligatorio

Enter valid email address

Captcha Code Non riesci a leggere l'immagine? Clicca per aggiornarla

Code does not match!

* Campi obbligatori

Commenta per primo