Cafoscarinews
Colin_Stetson_by_Peter_Gannushkin

Riparte Musicafoscari: Colin Stetson per il primo concerto

Riparte la nuova stagione concertistica di musicafoscari 2019, progetto nato nel 2010 con lo scopo di offrire agli studenti un’esperienza culturale e di condivisione pratica dei linguaggi musicali attuali, attraverso workshop di improvvisazione e composizione collettiva.

La stagione 2019 prosegue la linea di ricerca sulle relazioni aperte fra composizione e improvvisazione, tecniche strumentali, parola, voce e immagine, sviluppate a partire dagli anni Sessanta e aggiornate al contesto attuale.
Il programma prevede cinque appuntamenti musicali.

Il primo è con Colin Stetson, domenica 27 ottobre alle ore 21, per proseguire con James Brandon Lewis e il poeta Thomas Sayers Ellis il 14 novembre, con Ned Rothenberg il 17 novembre, Daniele Roccato e gli studenti dei laboratori il 28 novembre, e, il 14 dicembre, la prima ‘traduzione’ in termini musicali del libro Contemplazioni di Arturo Martini, con Giorgio Agamben e Nico Stringa, seguita da musiche di Steve Reich (Proverb) e Cornelius Cardew (The Great Learning) (Gruppo Vocale e Coro dell’Università Ca’ Foscari Venezia).

Musicafoscari ha ospitato negli anni maestri internazionali della avanguardia jazz, come Evan Parker, Giancarlo Schiaffini, George Lewis, Steve Lehman, e della musica contemporanea, come Pauline Oliveros, Alessandro Sbordoni, Luigi Ceccarelli, Daniele Roccato. I workshop hanno prodotto i gruppi Elettrofoscari e UniveEnsemble, che si sono esibiti in concerti e festival nazionali (Novara Jazz) e internazionali (Festival di Belfort). Con i JazzFest dal 2013 al 2017 e con la stagione del 2018 il progetto Musicafoscari è stato tradotto in termini di spettacolo gratuito rivolto a tutto il pubblico universitario e alla cittadinanza, con la collaborazione di altre istituzioni e loro sedi (Fondazione Musei Civici di Venezia, Fondazione Ugo e Olga Levi, San Servolo Servizi Metropolitani di Venezia, T Fondaco dei Tedeschi-DFS). Ospiti degli spettacoli sono stati, fra altri, Uri Caine, Tim Berne, Roberto Fabbriciani, Fabrizio Ottaviucci e, in ogni edizione, performances dei gruppi musicali studenteschi formati nei workshop.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero.

Link al sito di musicafoscari
 
COLIN STETSON nel primo concerto

 
Il primo appuntamento è con Colin Stetson (sassofoni) domenica 27 ottobre alle ore 21 all’Auditorium S. Margherita

Il sorprendente coinvolgimento fisico di Colin Stetson nei suoi strumenti (principalmente sassofono basso e contralto) produce composizioni polifoniche emotivamente ricche, oltre le aspettative di come può suonare un ‘solo’ di strumento a fiato. Stetson ha bandito ogni levigatezza dal sassofono. Crea paesaggi circolari tecnicamente perfetti e intricati, che poi distrugge con escursioni verso il rumore. Non smette mai di estendere le possibilità tecniche del suo strumento, anche fino al limite di una loro completa estraneità. Usa i tasti come accompagnamento percussivo e i microfoni per il corpo. Può far suonare il suo strumento come una sega circolare o come canzoni di balene, ma la sua musica ha sempre un'atmosfera ipnotizzante e malinconica, anche nei toni più brillanti.
A Stetson sono ugualmente familiari sia l'avanguardia, di tradizione jazzistica, di quei musicisti che hanno spostato i confini dello strumento con la respirazione circolare e con il lavoro sull'imboccatura (ad esempio Evan Parker, Mats Gustafsson), sia quel nesso di rumore/drone/musica minimalista, che comprende generi come il dark metal, il post-rock e l'elettronica contemporanea (per esempio come in Tim Hecker e Ben Frost – che hanno mixato o remixato le registrazioni di Stetson).

BIOGRAFIA
Nato e cresciuto ad Ann Arbor nello stato del Michigan, Colin Stetson ha trascorso un decennio tra San Francisco e Brooklyn affinando il suo talento straordinario di suonatore di strumenti a fiato e stabilendosi infine a Montreal nel 2007. Nel corso degli anni ha lavorato dal vivo e in studio con una vasta gamma di band e musicisti tra cui Tom Waits, Arcade Fire, Bon Iver, TV On The Radio, Feist, Laurie Anderson, Lou Reed, Bill Laswell, Evan Parker, The Chemical Brothers, Animal Collective, Hamid Drake, LCD Soundsystem, The National, Angelique Kidjo, Fink e David Gilmore. Nel frattempo, ha sviluppato una voce assolutamente unica come solista, principalmente su sassofoni e clarinetti, e una intensa abilità tecnica abbinata alle sue capacità trascinanti ed emozionanti come compositore.
Nel 2008 la Aagoo records ha pubblicato il debutto di Colin Stetson, il primo nel suo ciclo di album “New History Warfare”. “New History Warfare Vol. 2: Judges” è stato prodotto da Constellation nella primavera del 2011. L'album ha riscosso il plauso generale da parte della critica jazz e indie rock / pop: definito “pura rivelazione” secondo All About Jazz, l'album è stato selezionato per il Polaris Music Prize, ed è approdato nelle classifiche di fine anno di Pitchfork, Tiny Mix Tapes, SPIN e Village Voice. Le sue frequenti apparizioni sui palchi dello SXSW, All Tomorrow's Party e le sue comparse nel circuito internazionale dei festival jazz hanno rafforzato la sua reputazione di musicista virtuoso ed eclettico, portando i suoi lavori da solista al grande pubblico internazionale. L'aprile 2013 ha visto l'uscita di “New History Warfare Vol. 3: To See More More Light” prodotto da Constellation, che ha completato l’arco concettuale e narrativo della serie e ha costituito la realizzazione definitiva della sua ineguagliabile abilità musicale e straordinaria capacità di compositore. L‘album ha ricevuto un grande riconoscimento ed è stato selezionato per il Premio Polaris Music. Nell'aprile del 2015 è uscita la prima registrazione del progetto per un duo di Colin con la collaboratrice Sarah Neufeld. “Never were the way she was” traccia una traiettoria sonora con una molteplicità di strutture e voci che smentisce l'economia usuale di due strumenti acustici che suonano insieme in tempo reale: il risultato musicale stabilisce con forza il proprio orizzonte spaziale e temporale. Stetson e Neufeld offrono un'impressionante integrazione di composizione, performance, timbro e tessitura: “ Never were the way she was” è decisamente una somma più grande delle sue parti.

Questo il Programma completo di Musicafoscari 2019:

domenica 27 ottobre, ore 21
Colin Stetson solo

giovedì 14 novembre, ore 21
James Brandon Lewis & Thomas Sayers Ellis
James Brandon Lewis sax tenore
Thomas Sayers Ellis parola poetica

domenica 17 novembre, ore 21
Ned Rothenberg solo
Ned Rothenberg sassofono contralto, clarinetti e shakuhaci

giovedì 28 novembre, ore 21
Notturni-Improvvisazione
Daniele Roccato contrabbasso ed elettronica
Improvvisazione: Daniele Roccato + studenti Musicafoscari 

sabato 14 dicembre, ore 16.30
Contemplazioni  Proverbio Insegnamento
Giorgio Agamben, Nico Stringa introducono il libro “Contemplazioni” di Arturo Martini

Performance musicale:
- Traduzione musicale del libro “Contemplazioni”: Daniele Goldoni & Massimo Menotti - pianoforte
- Steve Reich: Proverb. Gruppo Vocale dell’Università Ca’ Foscari di Venezia
- Cornelius Cardew: Paragraph 7: Coro dell’Università Ca’ Foscari

Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Auditorium Santa Margherita
Campo Santa Margherita
Dorsoduro 3689


www.unive.it/musicafoscari
 musicafoscari@unive.it

FEDERICA FERRARIN

×

Nome obbligatorio

Enter valid name

E-mail valida obbligatorio

Enter valid email address

Captcha Code Non riesci a leggere l'immagine? Clicca per aggiornarla

Code does not match!

* Campi obbligatori

Commenta per primo