Apre la prima Summer School in Digital e Public Humanities

Si svolgerà dal 6 al 10 luglio 2020 la prima Summer School in Digital e Public Humanities, organizzata dal Dipartimento di Studi Umanistici che apre ora le iscrizioni fino al 6 marzo. Una Summer School creata nell’ambito del Venice Centre for Digital and Public Humanities (VeDPH), inaugurato lo scorso giugno con l’obiettivo di indagare strumenti e metodi digitali applicabili al sapere umanistico, per sviluppare sempre nuovi e inediti percorsi di ricerca accademica.

La Summer School mira a fornire una formazione avanzata e approfondita a studenti e studiosi in teorie, tecnologie e metodi delle discipline umanistiche digitali e pubbliche, concentrandosi su aspetti culturali, archeologici, storici, letterari e artistici. La scuola offrirà ai partecipanti l'opportunità di impegnarsi in dibattiti sul patrimonio culturale pubblico e digitale e sulla ricerca umanistica, migliorando al contempo le loro competenze e capacità di digitalizzazione di materiali e fonti e per creare dei modelli, analizzare e visualizzare i dati multimediali delle discipline umanistiche. 

L’approccio sarà quello del learning by doing: lezioni plenarie, workshops e visite ai principali luoghi culturali di interesse del territorio veneziano e limitrofo – Biblioteca Marciana, Archivio di Stato, Peggy Guggenheim Collection, Museo di Palazzo Grimani, il Ghetto, Altino, Torcello e il Museo M9 di Mestre – saranno occasioni di riflessione e dibattito in merito alle nuove tecnologie applicabili al patrimonio culturale.

La Summer School si focalizza su quattro principali aree tematichele nuove tecnologie utilizzabili nel campodell’analisi testuale digitale, della storia digitale e Public History, dell’arte e dell’archeologia.

Saranno inoltre affrontate le questioni legali relative alla proprietà intellettuale e alle licenze di pubblicazione, nonché gli ultimi sviluppi web come il web semantico e le tecnologie linked open data.

Sarà anche l’occasione per ascoltare relatori di rilievo quali Serge Noiret (esperto di Public History), Elena Pierazzo (Università di Gronoble) e Fabio Vitali (Università di Bologna).

Tutte le lezioni saranno tenute in inglese.

Il termine ultimo per candidarsi è il 6 marzo, mentre gli esiti della selezione verranno pubblicati il 20 marzo. Sono previste delle borse di studio. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.unive.it/vedph oppure scrivere all’indirizzo didattica.dsu@unive.it.

ARIANNA CESCHIN E FEDERICA FERRARIN