Foto di mohamed Hassan da Pixabay

Almalaurea: 9 laureati su 10 trovano lavoro a pochi anni dal titolo

I cafoscarini si laureano presto, con un bagaglio di tirocini ed esperienze all’estero, e soddisfatti della propria scelta. Il XXII Rapporto sul Profilo e sulla Condizione occupazionale dei laureati presentato da AlmaLaurea mostra per l’Università Ca’ Foscari Venezia dati in costante miglioramento e superiori alle medie nazionali e regionali per molti degli indicatori più significativi. I laureati cafoscarini intervistati per l’indagine sono stati 5.086 per l’indagine sul profilo e 8.688 per la Condizione occupazionale. 

Gli studenti cafoscarini dimostrano di svolgere molte più esperienze di avvicinamento al mondo del lavoro e all’estero rispetto alla media nazionale. Cresce arrivando a 81,9%, infatti, la percentuale dei laureati che ha svolto tirocini riconosciuti dal proprio corso di studi. La media italiana si ferma al 59,9%. Ha compiuto un’esperienza di studio all’estero riconosciuta dal corso di laurea (Erasmus in primo luogo) il 24,8% dei laureati, più del doppio rispetto alla media nazionale che si attesta all’11%. Il 76,3% dei laureati cafoscarini (contro il 65,2 nazionale) ha svolto un’attività lavorativa durante gli studi universitari.

L’età media alla laurea è 24,8 anni per il complesso dei laureati, in lieve calo rispetto al 2019 e comunque di ben un anno inferiore alla media nazionale. Il 69,1% dei laureati termina l’università in corso (55,7 il dato nazionale).

Crescono i laureati magistrali di cittadinanza estera, dal 5 al 5,9%, e i laureati provenienti da fuori regione, dal 27,1 al 28,8%. Per quest’ultimo indicatore di attrattività, Ca’ Foscari si pone di quasi 6 punti sopra la media nazionale (23%) e ben al di sopra anche della media veneta (24,8%).

La soddisfazione degli studenti è in sensibile crescita per tutti gli aspetti rilevati dall’indagine. L’89,3% dei laureati è soddisfatto del rapporto con il corpo docente e l’88,1% ritiene il carico di studio adeguato alla durata del corso. In merito alle infrastrutture messe a disposizione dall’Ateneo, l’80,6% dei laureati che le ha utilizzate considera le aule adeguate. In tutti questi aspetti di soddisfazione dei laureati, Ca’ Foscari registra valutazioni che superano la media dei laureati in Veneto.

Più in generale, l’89,1% dei laureati si dichiara soddisfatto dell’esperienza universitaria nel suo complesso. E quanti si iscriverebbero di nuovo all’Università? Il 79,7% dei laureati sceglierebbe nuovamente Ca’ Foscari per il proprio percorso universitario. 

Occupazione: tra i laureati di secondo livello del 2018 intervistati a un anno dal conseguimento del titolo, il tasso di occupazione (si considerano occupati quanti sono impegnati in un’attività retribuita, di lavoro o di formazione) è pari all’81,8% (media nazionale 71,7%). Il tasso di occupazione dei laureati di secondo livello del 2014, intervistati a cinque anni dal conseguimento del titolo, è pari al 90,3% (86,8% nazionale). Si tratta di dati in linea con l’indagine del  2019.

Il rettore Michele Bugliesi: "I dati emersi dall'ultimo Rapporto Almalaurea confermano ancora una volta la qualità della formazione del nostro Ateneo, e un'offerta didattica ricca di esperienze e opportunità che distinguono Ca' Foscari sul piano nazionale e ne fanno una Università con una forte spinta all'internazionalizzazione e in forte crescita anche per quanto riguarda la provenienza di studenti italiani da fuori regione. Il tasso di occupazione dei nostri laureati è sempre saldamente al di sopra della media nazionale e i cafoscarini sono apprezzati per le loro capacità e competenze. I dati del Rapporto sono motivo di soddisfazione e di rinnovato impegno a continuare in un percorso di crescita dell’Ateneo nella qualità della formazione, dei servizi e delle opportunità per i nostri iscritti."