Gli ospiti e formatori della Week 2020

Comunicazione della ricerca, tutto in una 'Week'

Torna anche quest’anno, in un’edizione del tutto online, la Research Communication Week, la settimana di incontri, training e approfondimenti per conoscere e sperimentare strumenti di comunicazione della ricerca e public engagement.

L’iniziativa si aprirà il 21 settembre con due appuntamenti imperdibili per chi fa ricerca e si chiede come divulgarla al meglio sui social media. In mattinata ricercatori, dottorandi e professori universitari avranno la possibilità di seguire un workshop volto alla scoperta di nuove modalità per fare networking anche al di fuori dal mondo accademico attraverso LinkedIn, contribuendo anche al prestigio della propria istituzione.

Nel pomeriggio, la giornalista scientifica Roberta Villa dialogherà sul ruolo di Instagram nella comunicazione della scienza con la nota divulgatrice Beatrice Mautino, la meteorologa Serena Giacomin, il direttore del National Geographic Marco Cattaneo.

Il ciclo di workshop continuerà martedì 22 con “Brevetti: il linguaggio delle invenzioni” in collaborazione con PInK - Promozione dell'Innovazione e del Know-how.
Alle 15.30, riprenderà l’appuntamento settimanale online con gli Economics Tuesday Talks, organizzati dal Dipartimento di Economia di Ca’ Foscari. L’incontro dedicato alla Research Communication Week sarà dedicato alla comunicazione dell’economia e della ricerca economica e vanta importanti nomi tra gli ospiti, tra cui Elsa Fornero, il giornalista Sebastiano Barisoni, i ricercatori Riccardo Puglisi e Monia Azzolini.

Da mercoledì 23 settembre, tornerà nuovamente a Ca’ Foscari Filippo Tognazzo, attore e formatore, con il corso di Public Speaking dedicato ai ricercatori per la prima volta online.
Alle 18, Alberto Cairo, uno dei maggiori esperti al mondo nel campo del data visualization, verrà intervistato da professionisti del settore in occasione dell’uscita della traduzione italiana del suo ultimo libro dal titolo 'Come i grafici mentono. Capire meglio le informazioni visive'.

L’iniziativa terminerà sabato 26 settembre con una tavola rotonda che vedrà confrontarsi esperti di diversi ambiti e discipline sul tema della metafora ed il suo ruolo nella comunicazione scientifica, approfondendo in particolare l’uso della metafora della guerra nella narrazione della pandemia di COVID-19.

Gli iscritti ai workshop potranno seguire l’evento attraverso la piattaforma Zoom, mentre i panel saranno aperti a tutti e trasmessi in streaming sui canali social di ateneo.

Maggiori dettagli su incontri ed iscrizioni sulla pagina web della Research Communication Week 2020: www.unive.it/racconta. L'iniziativa ha il supporto del progetto europeo QUEST e Cafoscarina, casa editrice e libreria veneziana.