Rendering edificio Epsilon, Campus scientifico di Mestre

Dirittura d'arrivo per i cantieri di S.Giobbe e Via Torino

Si avviano alla conclusione due importanti cantieri edilizi di Ca’ Foscari: a Mestre, in via Torino, il Campus Scientifico con la costruzione del quinto edificio (Epsilon), a Venezia, al Campus Economico di San Giobbe, la residenza studentesca da 229 posti letto.

Le due costruzioni saranno terminate nel corso del prossimo anno e andranno ad ampliare gli spazi dell’Ateneo a disposizione di studenti e docenti.

Il Rettore Michele Bugliesi: “Ca’ Foscari si appresta a completare due strutture fondamentali per la crescita delle attività accademiche insediate a Mestre e in Centro storico, nei due Campus con i quali abbiamo contribuito a riqualificare aree urbane della città dal grande potenziale. Il mio mandato ebbe inizio con l’apertura del Campus Scientifico, oggi mi accingo a chiuderlo con il completamento di questi due cantieri strategici per lo sviluppo dell’Ateneo. È un passaggio importante, che segna l’inizio di una nuova fase di nuovi progetti e traguardi per Ca’ Foscari”.

EDIFICIO EPSILON - CAMPUS SCIENTIFICO A MESTRE

L’edificio, in fase di ultimazione, sorge sul piano interrato già realizzato con i precedenti lavori di costruzione del Campus Scientifico, ultimati a settembre 2014. Il palazzo è il quinto dei nuovi edifici (Alfa, Beta, Gamma, Delta) del Campus.

I lavori saranno ultimati entro dicembre 2020 e l’edificio entrerà pienamente in funzione entro la prima metà del 2021.L’intervento in corso, eseguito da Intercantieri Vittadello Spa, ha visto un investimento di 13,5 milioni di Euro.

Epsilon è composto da 4 piani fuori terra, ha una superficie di circa 4.800 mq, oltre al piano interrato. L’edificio dal punto di vista ambientale ed energetico sarà certificato LEED (livello Silver).

Nell’edificio troveranno collocazione al piano terra 2 aule e 2 sale studio, uffici di campus e laboratori didattici; i piani primo, secondo e terzo saranno invece dedicati alla ricerca con 23 laboratori di ricerca (circa 1530 mq) e 41 studi/uffici (circa 840 mq). Nel piano interrato si ricaveranno sette magazzini, un locale raccolta reflui di laboratorio, spogliatoi e relativi servizi, parcheggi (dodici posti auto) e alcuni locali tecnici.

Dopo un importante intervento di bonifica ambientale sono stati recentemente avviati i lavori di realizzazione della residenza studentesca che prevedono la costruzione di un edificio di 5 piani fuori terra (circa 6000 mq) oltre ad un piano interrato (circa 2200 mq), per complessivi 8200 mq. L’intervento prevede la realizzazione di 87 unità, tra mini alloggi e camere, per un totale di 142 posti letto. L'investimento è di circa 15 milioni di Euro (di cui 4,5 cofinanziati dal MIUR attraverso la L. 338/2000) e l’ultimazione dei lavori è prevista nella primavera del 2022.

Sull’area del Campus, verso il Canal Salso, è stata inoltre prevista nella programmazione triennale dei lavori pubblici, la realizzazione di un ulteriore edificio polifunzionale, di due piani fuori terra oltre ad un piano interrato, per una superficie di circa 1900 mq complessivi, da destinare ad uso mensa/refettorio, spazi per attività sportive (spogliatoi e palestra per le attività di voga), e aule studio al piano primo. Per tale intervento è stato previsto un investimento di circa 6,5 milioni di Euro, con avvio dei lavori nel 2022.

RESIDENZA STUDENTESCA - CAMPUS ECONOMICO SAN GIOBBE

6.600 mq e 229 posti letto: con la realizzazione dello studentato di San Giobbe, Ca’ Foscari completa il più esteso campus universitario di Venezia centro-storico che ha comportato sino ad oggi un impegno complessivo di oltre 64 milioni di euro (di cui 42 milioni di lavori già eseguiti e circa 20 milioni di lavori per la residenza studentesca). 

Al piano terra si trovano i servizi (bar-caffetteria, sale per associazioni e aggregazione), aperti anche all’uso da parte degli abitanti del quartiere in modo che l’area sia d’integrazione tra popolazione studentesca e cittadini.

I piani superiori sono invece destinati alla casa dello studente (alloggi e relativi servizi), con ingresso e uffici al piano terra con ingresso autonomo.

Caratteri architettonici, plastici e cromatici:

I materiali, i colori e le texture quali mattoni a vista, coperture in rame con leggera ossidazione per i nuovi edifici e in coppi per le parti da conservare, sono stati scelti anche in ragione della necessità di un dialogo con la parte già realizzata del Progetto Unitario oltre che con il contesto veneziano.

Gli edifici maggiori, in particolare quelli che prospettano sull’acqua, sono realizzati in cortina di mattoni a vista di mattoni a mano, con stilatura dei giunti tirata a filo in cocciopesto con pasta colorata.

Sono previste anche facciate con pareti ventilate esterne dogate in rame negli edifici B, E, F e G.

L’intervento ha previsto anche il recupero di un fabbricato esistente denominato Edificio A, attribuibile ai primi 15-20 anni del ‘900, per il quale sono state mantenute integralmente la facciata principale e le murature d’ambito. 

Sostenibilità ambientale ed energetica:

L’edificio è in classe energetica A2 e presenta una serie di upgrade tecnologici volti al risparmio energetico:

- l’installazione di contatti magnetici sulle finestre delle camere dello studentato collegati al Sistema di gestione camera per inibire i sistemi di riscaldamento e condizionamento di stanza in caso di rilevazione di apertura degli infissi stessi;

- l’installazione di un sistema di sensori di presenza e luminosità per la gestione dell’impianto di illuminazione nei locali che ricevono un contributo di luce naturale: analogamente anche nei corridoi sono previsti sensori di presenza/luminosità in grado di garantire il completo controllo dell’impianto di illuminazione.