Sarà dedicata alla 'resistenza' la XIX Giornata Europea delle Lingue

Il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari è lieto di presentare la XIX edizione della Giornata Europea delle Lingue. Come negli anni precedenti, l’evento è stato organizzato con il prezioso sostegno e collaborazione  della sede veneziana del Consiglio di Europa, Europe Direct del Comune di Venezia e l’Ufficio Scolastico Regionale del Veneto. L’obiettivo è rimane sempre quello di festeggiare le lingue, celebrare la diversità linguistica e culturale e creare uno spazio fertile di ascolto, condivisione e riflessione dove sia ancora possibile scoprire, amare e ammirare la pluralità.

La Giornata Europea a Venezia ci parla quest’anno di resistenza: resistenza collettiva e resistenza individuale, come testimonianza del periodo traumatico che stiamo affrontando. Tutti i contributi video, 30 in 18 lingue diverse, saranno disponibili sul canale YouTube di Ca’ Foscari dal 26 settembre, data celebrativa della giornata.

Tra i vari video proposti, sarà poi possibile ammirare ‘Vivere d’istanti’, un bellissimo evento di danza stile flash-mob carico di entusiasmo,  tenutosi in Piazza San Marco e registrato la mattina di lunedì 6 luglio 2020 con la collaborazione di Ginnastica Ardor di Padova e la curata coreografia di Giorgia Benetello.

E ancora, “Una pagina di storia”, magnifico progetto nato spontaneamente da un gruppo di studenti dopo le prime lunghe settimane di incertezza e chiusura sotto all’hashtag #Iorestoacasa; 
"Lingue in quarantena" è invece un video collage ideato, registrato e montato in totale e generosa autonomia dagli studenti.
Ci saranno poi i video scolastici con le emozionanti testimonianze dei bambini guidati dai loro insegnanti e  infine il sorprendente mosaico di lingue e culture creato dai docenti e dagli studenti cafoscarini; piccoli video come piccolissime tessere colorate che aprono magicamente la porta al pensiero in diciotto lingue diverse.
 In ordine alfabetico, sentirete parlare: albanese, anglo-americano, bulgaro, catalano, ceco, francese, inglese, italiano, galego, LIS, portoghese, romeno, russo, svedese, spagnolo, ispano-americano, tedesco, vasco. 
Diciotto lingue confermate ogni giorno dai loro parlanti come strumento essenziale di comunicazione e intercomprensione; diciotto lingue per raccontare altrettante storie di resistenza e di resilienza che ci fanno riflettere sul dolore e le delusioni, sull'identità, sulla ingiustizia sociale, sulla lotta infinita, la dignità e il coraggio.

Per maggiori informazioni, visitate la pagina dedicata all'evento