Novità e conferme tra i direttori di dipartimento di DFBC, DSAAM e DSLCC

Continuano le nuove nomine a direttore di dipartimento: Barbieri al DFBC, Ceresa al DSAAM e Trampus al DSLCC.

 

 

Giuseppe Barbieri

Confermato alla guida del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali Giuseppe Barbierihttps://www.unive.it/data/persone/5592054, ordinario di Storia dell'arte moderna, che in passatoè stato direttore del Dipartimento di Storia delle Arti e Conservazione dei Beni artistici “G. Mazzariol” (2008-2010) e della Scuola dottorale inter-ateneo (Ca' Foscari-IUAV-Verona) in Storia delle Arti (2010-2017).

Barbieri fa parte del Consiglio scientifico del Centro internazionale d’arte contemporanea di Punta della Dogana. È autore e curatore di una cinquantina di volumi, oltre cento saggi e centinaia di articoli che riguardano soprattutto la trattatistica d’arte rinascimentale, la storia dell’architettura e dell’urbanistica in età moderna, alcuni importanti problemi di iconografia rinascimentale, questioni di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, figure e contesti in ambito contemporaneo, italiano, russo, statunitense. Ha realizzato mostre, tra l’altro, a Venezia (anche a Ca’ Foscari), Vicenza, Milano, Madrid, Mosca, Mozia (TP), Gorizia. Nel corso degli ultimi decenni è diventato una figura di riferimento per quanto riguarda l’uso delle Information and Communication Technologies nell’approccio all’opera d’arte e al Cultural Heritage, anche grazie all’organizzazione di alcuni convegni internazionali (Udine, Trieste, Venezia, Pordenone) sui rapporti tra cultura artistica, multimedialità e fruizione innovativa ed elaborando innovativi devices nelle mostre che ha curato.

Marco Ceresa

Confermato https://www.unive.it/data/persone/5591430Marco Ceresa come direttore del Dipartimento di Studi sull'Asia e l’Africa Mediterranea. Ceresa si è laureato a Ca’ Foscari, nel 1984, nel corso di laurea allora denominato Lingue e Letterature Orientali (cinese). Nel 1992 ha conseguito il PhD in Civiltà dell’Asia Estremo Orientale presso l’Università degli Studi di Napoli ‘L’Orientale’.
Dopo la laurea ha studiato presso la National Taiwan Normal University di Taipei (Taiwan) ed ha ricevuto il Research Grant for Foreign Scholars in Chinese Studies del Center for Chinese Studies della National Central Library di Taipei. Successivamente ha svolto ricerca presso il Research Institute for Humanistic Study, Kyoto University (Giappone), con una borsa della Japan Society for the Promotion of Science Destinazione e presso la Scuola di Studi Orientali, Istituto Italiano di Cultura, Kyoto (Giappone), con una borsa ISMEO-MAE.
È Prof. Ordinario di Letteratura Cinese presso il Dipartimento di Studi sull'Asia e l’Africa Mediterranea, Università Ca’ Foscari Venezia, a partire dal 2008.
Ha ricoperto la carica di Direttore del Dipartimento DSAAM dal 2017 al 2020.
Dal 2009 al 2014 è stato Delegato del Rettore ai Rapporti Internazionali dell'Ateneo per i paesi asiatici.
Dal 2008 al 2018 è stato direttore dell’Istituto Confucio presso l’Università Ca’ Foscari.
Nell’ambito dei progetti Socrates-Erasmus ha insegnato presso l'Université Paris 7-Denis Diderot, l'Università di Vienna, l'Università Ludwig Maximillian di Monaco di Baviera, l'Università di Marburg, l'Università Eotvos Lorand di Budapest l'Università di Lund.
Dal 2011 al 2013 è stato titolare dei corsi Global Cultural Studies/Literature and
Modernity e Comparative Cultural Studies/Art, Genres Media and Culture presso il
Master Internazionale in Global Cultural Studies dell’Université Jean Moulin
Lyon 3, Lyon, Francia.
I suoi interessi di ricerca sono incentrati sui Cultural Studies, con particolare enfasi sull’Orientalismo e la chinoiserie e le sue declinazioni letterarie e musicali in Italia e in Europa. Si interessa inoltre di letteratura cinese pre-moderna, in particolare modo poesia Tang, e dei rapporti fra letteratura e cultura materiale e alimentare.
È il co-fondatore e il Presidente Onorario dell’Associazione Italiana Cultura del Tè AICTEA, che dal 2016 organizza a Ca’ Foscari un congresso internazionale annuale sulla cultura del tè.

Antonio Trampus

Antonio Trampus è il nuovo direttore del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati. Trampus si è laureato in giurisprudenza nell’Università di Trieste e, dopo aver svolto la pratica legale, ha conseguito il dottorato di ricerca in storia della società europea nell’Università di Torino. Ha iniziato l’attività di insegnamento a Trieste presso la Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori, giungendo poi a Ca’ Foscari nella Facoltà di Lingue e Letterature straniere nel 1998 come ricercatore e poi (2005) professore associato di Storia moderna. Dal 2016 è professore ordinario nel Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati, di cui è stato uno dei fondatori.
Nel corso degli anni, oltre a svolgere diversi incarichi dipartimentali, ha fondato e diretto il corso di laurea magistrale in Relazioni internazionali comparate ed è stato vice direttore della Ca’ Foscari School of International Relations e nell’ultimo triennio delegato all’assicurazione della qualità.
Studioso di storia europea dell’età moderna e in particolare della cultura politica, costituzionale e istituzionale dell’Illuminismo, ha pubblicato numerosi saggi e volumi presso editori nazionali e internazionali. E’ tra l’altro membro del comitato direttivo della “Rivista Storica Italiana” e del comitato scientifico di “Mediterranea-ricerche storiche”.

Federica SCOTELLARO