Cafoscarinews
Banksy a Venezia

Effetto Banksy a Venezia: ne parliamo con il prof. Nico Stringa

Banksy colpisce ancora, questa volta a Venezia, proprio durante i giorni di opening della 58esima Biennale d’Arte. Due apparizioni rivendicate sul profilo Instagram dell’artista: lo stencil di un bambino con giubbotto salvagente e razzo segnaletico, apparso vicino a Campo Santa Margherita nella notte del 10 maggio, e l’allestimento di una bancarella, nei pressi di Piazza San Marco, con una serie di quadri intitolati “Venice in oil” e raffiguranti l’arrivo di una nave da crociera in Laguna.

Perché tanto clamore dietro la presenza di Banksy a Venezia? Quale il suo messaggio per la città e per il mondo dell’arte? E, infine, Street art e Venezia sono due mondi conciliabili?

Ne abbiamo parlato con Nico Stringa, professore di Storia dell’Arte Contemporanea presso il Dipartimento di Studi Umanistici, in un nuovo video del ciclo #Fattixconoscere.

 

×

Nome obbligatorio

Enter valid name

E-mail valida obbligatorio

Enter valid email address

Captcha Code Non riesci a leggere l'immagine? Clicca per aggiornarla

Code does not match!

* Campi obbligatori

Commenti :

  • user
    ZAP 09/14/2019 alle 23:48