Tasse e contributi universitari

Il corso di laurea in Digital management prevede una contribuzione massima pari a 7.500,00 Euro per ciascun anno accademico, senza alcuna distinzione tra studenti italiani/UE ed extra UE.

Se sei in possesso di una condizione economico-patrimoniale (ISEE per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio) inferiore a 30.000 Euro puoi rientrare nelle agevolazioni previste dallo “Student Act”. Di seguito potrai reperire le informazioni selezionando il caso  nel quale rientri:

Se non presenti l'ISEE oppure il tuo ISEE è superiore a 30.000 Euro, sarai tenuto a versare l’importo massimo previsto per il corso.

Contatti e prenotazioni

Potrai concorrere anche all'assegnazione delle borse per il diritto allo studio sulla base di condizioni economico-patrimoniali.

Per pagare le tasse dovrai utilizzare una delle modalità previste per tutti gli studenti.

La prima rata è pari a 700,00 Euro e dovrà essere versata secondo quanto previsto dal bando di ammissione.

La seconda rata è pari 2.500,00 Euro e dovrà essere versata entro il 17 dicembre 2018.

Il pagamento in ritardo rispetto a queste scadenze è consentito, ma comporta il versamento di un diritto di mora di:

  • 50,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 18 dicembre 2018 al 27 dicembre 2018;
  • 200,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 28 dicembre 2018 in poi.

La terza rata è data dalla differenza tra l'importo complessivo da pagare (4.300,00 Euro) e l'importo versato con la prima e la seconda rata. I calcoli saranno elaborati nel mese di aprile 2019 ed al termine dell'attività sarà pubblicato un apposito avviso nella homepage di Ateneo. Il pagamento dell'importo della seconda rata è previsto entro il 15 maggio 2019.

Il pagamento in ritardo rispetto a queste scadenza è consentito, ma comporta il versamento di un diritto di mora di:

  • 50,00 Euro per il pagamento della terza rata dal 16 maggio 2019 al 25 maggio 2019;
  • 200,00 Euro per il pagamento della terza rata dal 26 maggio 2019 in poi.

 

 

Se sei uno studente con un'invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% o con handicap riconosciuto ai sensi dell'articolo 3 comma 1 della Legge 5 febbraio 1992, n.104 hai diritto all’esonero dalle tasse con l’eccezione dell'imposta di bollo e della tassa regionale per il diritto allo studio.

Last update: 27/08/2018