Vincitori assegni di ricerca

Gli assegni di ricerca conferiti dal Dipartimento di Studi Linguistici Culturali Comparati comprendono assegni d'area e assegni su progetti specifici.


Assegni 2017 e 2018

Ritning Bernharðs: A Critical Edition

Assegnista: BULLITTA Dario Mario
Tutor: prof. BAMPI Massimiliano
Durata: 12 mesi (dal 1/10/2016)
SSD: L-FIL-LET/15

Abstract: Il  progetto di ricerca consiste nell’edizione di due testi teologici islandesi, traduzioni di due trattati spirituali sul perfezionamento dell’anima che godettero di grande circolazione durante tutto il basso medioevo: le Meditationes piissimae de cognitione humanae conditionis dello Pseudo-Bernardo di Clairvaux e De quinque septenis di Ugo di San Vittore. Durante i mesi di ottobre e novembre 2016, il Dr. Bullitta ha condotto ricerche presso la Collezione Arnamagnæana di Copenaghen e nei mesi di gennaio e febbraio 2017 ha pubblicato l’edizione di un inedito frammento islandese dell’Evangelium Nicodemi su Arkiv för nordisk filologi e uno saggio sulla provenienza e circolazione della Visio Pauli in danese antico sul Journal of English and Germanic Philology

file pdfRelazione finale238 K

Protocollo di stimolazione cognitivo-comunicativa utilizzando la lingua dei segni italiana con persone anziane con decadimento cognitivo e demenza

Assegnista: CAGNIN Lisa
Tutor: prof. CARDINALETTI Anna/prof. BENCINI Giulia
Durata: 12 mesi (dal 1/9/2016)
SSD: L-LIN/01

Abstract: Il progetto intende sviluppare protocolli di stimolazione cognitivo-comunicativa da utilizzare con persone che presentano decadimento cognitivo lieve. A questo scopo sarà realizzato e sperimentato un protocollo di intervento innovativo basato sull'insegnamento della LIS, teso a favorire anche una maggiore inclusione nella vita comunitaria della casa di riposo e contrastare l'isolamento comunicativo tipico di queste patologie attraverso uno strumento di comunicazione alternativo alla lingua vocale.

file pdfRelazione finale795 K

Decision making and cost allocation in associative irrigation water management in modern Japan  and Italy 

Assegnista: DORNETTI Filippo
Tutor: prof. CAROLI Rosa
Durata: 12 mesi (dal 1/10/2016)
SSD: SPS/14

Abstract:  L’ambito di ricerca riguarda la storia economica e sociale moderna del Giappone della Cina del nordest (Manciuria). Si sta interessando all'analisi comparata della gestione delle risorse naturali, con particolare riferimento alla gestione associativa delle acque agricole in Asia orientale e in Italia, tra geografia e storia economica. Ha studiato l'evoluzione del contesto istituzionale e la gestione delle acque agricole nella Contea di Fushun, Provincia di Liaoning in Cina nella prima metà del Novecento. Attualmente sta lavorando sulla gestione acque agricole nella Prefettura di Chiba (Giappone) e nella Provincia di Cremona tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento.

file pdfRelazione finale6.42 M

Representing Idiocy in Early Modern English Literature 1500-1640

Assegnista: EQUESTRI Alice
Tutor: prof. TOSI Laura
Durata: 12 mesi (dal 1/10/2016)
SSD: L-LIN/10

Abstract:  Alice Equestri si occupa delle rappresentazioni della follia e della disabilità mentale nella letteratura inglese del Rinascimento, in particolar modo drammatica, tra fine ‘500 e inizio ‘600, e di come tali rappresentazioni rispecchino le definizioni di idiozia date dalle fonti mediche e legali dell’epoca. Vincitrice di una borsa Marie-Curie presso l’università del Sussex (con inizio 1/10/2017).

file pdfRelazione finale740 K

VEASYT Live! for conference: sviluppo di soluzione linguistica e tecnologica per l’erogazione di servizi di video-interpretariato di conferenza da remoto

Assegnista: GRECO Margherita
Tutor: prof. BRANCHINI Chiara
Durata: 12 mesi (dal 1/9/2016)
SSD: L-LIN/01

Abstract: Obiettivo del progetto di ricerca è lo sviluppo di una soluzione linguistica e tecnologica di video-interpretariato professionale da remoto in lingua dei segni italiana (LIS, successivamente estendibile anche nelle lingue vocali) per ambiti di conferenza e convegni. Grazie a questa soluzione si mira a garantire l’accesso ai servizi linguistici per le persone sorde, allargando l’attuale offerta che il partner VEASYT ha già sviluppato per ambiti di trattativa.

file pdfRelazione finale583 K

Progettazione e gestione di corsi di lingua italiana per stranieri presso Istituzioni non accademiche

Assegnista: MAUGERI Giuseppe Benedetto Maurizio
Tutor: prof. SERRAGIOTTO Graziano
Durata: 36 mesi (dal 1/4/2014)
SSD: L-LIN/02

Abstract: L'assegno di ricerca si focalizza sulla formazione online dei docenti di lingue moderne e sulla promozione della lingua e della cultura italiana ad opera di istituzioni non accademiche.

file pdfRelazione finale359 K

Floating Islands: The Representation of Mediterranean and Baltic Islands in the 19th and 20th Century 

Assegnista: PACI Deborah
Tutor: prof. PETRI Rolf
Durata: 46 mesi (dal 01/03/2014)
SSD: M-STO/04

Abstract:  Sta svolgendo una ricerca che si inquadra nell’ambito del progetto Spaces of Expectation, Mental Mapping and Historical Imagination in the Baltic Sea and Mediterranean Regions promosso dalle Università Ca’ Foscari e Södertörns högskola di Stoccolma e finanziato dalla Östersjöstiftelsen, che prende in esame le ricadute sul piano geopolitico dell’immaginario storico degli spazi marittimi nell’area mediterranea e baltica nel corso dei secoli XIX e XX. Questo studio in particolare si propone di indagare come le isole del Mediterraneo e del Baltico si siano relazionate alle due regioni marittime rispetto agli scenari geopolitici che si sono venuti a generare a partire dai primi anni Novanta del Novecento.

file pdfRelazione finale682 K

Intercomprensione orale tra lingue romanze: strategie psicolonguistiche e implicazioni didattiche

Assegnista: TOMBOLINI Annalisa
Tutor: prof. JAMET Marie-christine
Durata: 24 mesi (dal 01/09/2015)
SSD: L-LIN/04

Abstract: Il progetto di ricerca sperimentale sull’intercomprensione orale tra lingue romanze intende sviluppare le linee di ricerca suggerite da Claire Blanche Benveniste. Se ricerche precedenti hanno dimostrato l’esistenza dei presupposti dell’intercomprensione orale a prescindere da un intervento didattico, questo progetto di ricerca si propone di andare oltre e di definire le migliori metodologie per accelerare le predisposizioni naturali all’intercomprensione orale con l’attenzione centrata su diverse tipologie del discorso orale, in base alle ricerche sui generi del discorso orale. Lo scopo finale è quello di delineare percorsi didatticamente possibili per allenare progressivamente la percezione uditiva per le tre lingue e potenziare la comprensione orale.

file pdfRelazione finale756 K

Vivere senza studiare l'italiano: motivazioni dei cittadini di paesi terzi e implicazioni socioculturali e glottodidattiche 

Assegnista: TONIOLI Valeria
Tutor: prof. CAON Fabio
Durata: 12 mesi (dal 01/04/2017)
SSD: L-LIN/02

Abstract:  Il progetto di ricerca si articolerà nelle seguenti fasi: 1. Indagine sulle motivazioni degli apprendenti per lo studio della lingua italiana. Mappatura nel territorio degli utenti che non accedono ai corsi di italiano e rilevazione delle motivazioni degli studenti che si iscrivono ai corsi di prossimità.
2. Interviste a cittadini stranieri che non accedono ai corsi ed indagine sulle strategie compensative adottate per interagire nelle comunicazioni quotidiane. Realizzazione di focus group con mediatori ed operatori dei servizi per triangolare i dati raccolti.

file pdfRelazione finale269 K

Strumenti per migliorare l'apprendimento dellitaliano da parte di sordi segnanti adulti

Assegnista: VOLPATO Laura
Tutor: prof. CARDINALETTI Anna
Durata: 24 mesi (dal 01/02/2016)
SSD: L-LIN/01

Abstract: Il progetto si propone di realizzare 5 programmi di perfezionamento guidato (lezioni frontali) ed
autonomo (e-handbook, corsi e-learning) della lingua nazionale per persone sorde di età
indicativamente compresa tra i 16 e i 25 anni. I paesi coinvolti nel progetto (Austria, Inghilterra, Italia,
Lituania e Polonia) mettono in campo ricercatori e docenti specializzati nel campo dell’insegnamento
alle persone sorde. I programmi di insegnamento, uno per ogni lingua nazionale coinvolta, si
articoleranno in 4 livelli secondo il QCER (A1, A2, B1 e B2) e terranno in considerazione le particolari
necessità del gruppo di soggetti a cui si rivolgono.

file pdfRelazione finale128 K

La sintassi interna ed esterna del sintagma nominale nella competenza dei sordi  

Assegnista: VOLPATO Francesca
Tutor: prof. CARDINALETTI Anna
Durata: 60 mesi (dal 01/10/2011)
SSD: L-LIN/01

Abstract: Sta indagando aspetti importanti della competenza linguistica di individui con deficit uditivo (bambini con impianto cocleare, adulti sordi segnanti LIS e adulti sordi con protesi acustica), e individui con dislessia analizzando l’uso di frasi complesse, con ordini marcati e caratterizzate dalla presenza di elementi atoni (frasi con dislocazione a sinistra e pronomi clitici, frasi relative, frasi passive). Ha contribuito alla ricerca in linguistica e psicolinguistica elaborando strumenti di valutazione delle abilità morfosintattiche in italiano di soggetti con sviluppo linguistico tipico e atipico, analizzando i risultati alla luce delle più recenti teorie linguistiche. Ha partecipato al progetto europeo DUAL-PRO, per il quale ha collaborato alla preparazione di una batteria di test prosodici come strumento per valutare la capacità di percezione della melodia e del ritmo linguistico, e per misurare l’efficienza e la qualità degli apparecchi acustici.

file pdfRelazione finale630 K

Sviluppo e sperimentazione di interfacce robotiche biomimetiche per le lingue dei segni tattili
Assegnista:  Andrea Bulgarelli

Tutor:  prof ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico di
Torino
Durata: 1Giugno 2017 al 31 Maggio 2018
SSD: ING-INF/04 – Automatica
Abstract: L’attività di ricerca ha trattato lo studio preliminare e la conseguente progettazione meccanica ed
elettronica di arti superiori robotici biomimetici a prestazioni elevate e costi contenuti per la
riproduzione di gesti di lingue dei segni fruibili mediante feedback tattili. Inizialmente ci si è
concentrati sullo studio dello stato dell’arte per quanto riguarda la tecnologia e gli strumenti.
Successivamente ci si è dedicati alla progettazione e alla realizzazione, avvalendosi anche di tecniche
innovative di stampa 3D. Si è dunque proceduto ad opportuni test, migliorie e validazioni dei risultati
ottenuti tramite simulazioni e adeguate prove in laboratorio.

file pdfRelazione finale92 K

Sviluppo e integrazione di sistemi multi-attuativi basati su servo per interfacce robotiche ad alte prestazioni
Assegnista: Giuseppe Terruso
Tutor: prof ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico di
Torino
Durata: 1Giugno 2017 al 31 Maggio 2018
SSD: ING-INF/04 – Automatica

Abstract: L’attività di ricerca ha trattato lo studio preliminare, lo sviluppo e la realizzazione dei sistemi meccatronici di attuazione e relativo controllo per un arto superiore robotico bio-mimetico ad alte prestazioni che garantisca elevate destrezza e agilità. Tra le specifiche di progetto seguite in corso di progettazione troviamo un costo di realizzazione contenuto rispetto alle soluzioni adottate allo stato dell’arte ed un’elevata mobilità e controllo necessari alla riproduzione dei gesti dell’alfabeto dei segni tattile (LISt). Attraverso una fase di valutazione iniziale in base alle specifiche,sono stati selezionati i componenti commerciali e le tecniche di prototipazione più compatibili. A seguito e durante le fasi di sviluppo e realizzazione dei prototipi, sono stati effettuati test sia fisici che simulati, validando le soluzioni impiegate o mettendo in evidenza criticità successivamente corrette. Parallelamente ai sistemi di azionamento interni al braccio, è stato sviluppato e realizzato un modulo necessario ad ospitare la parte esterna del circuito di potenza e le schede elettroniche di controllo. Le fasi finali di collaudo, che hanno riguardato simulazioni e adeguate prove in laboratorio, hanno rimarcato problematiche irrisolte sulla base delle quali sono state sviluppate una serie di soluzioni potenziali previste per gli sviluppi futuri

file pdfRelazione finale161 K

Progettazione, sviluppo e validazione di una piattaforma di Cloud Robotics per il controllo remoto e in tempo reale di attuatori robotici
SSD: ING-INF/04 – Automatica
Assegnista: Ludovico Orlando Russo
Tutor: prof ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico di Torino
Durata: 1Giugno 2017 al 31 Maggio 2018
SSD: ING-INF/04 – Automatica
Abstract:  PARLOMA è un progetto di ricerca che vuole realizzare un sistema di comunicazione a distanza in Lingua dei Segni tattile per persone sordocieche. Il sistema ideato consiste in tre componenti principali: (i) un sistema di input in grado di eseguire algoritmi di Hand-Tracking, (ii) un sistema di output basato su un attuatore robotico antropomorfo in grado di riprodurre i movimenti tracciati e (iii) una piattaforma in grado di mettere in comunicazione i due sistemi descritti nei punti (i) e (ii). Questo lavoro si concentra nel punto (iii), ed ha lo scopo di definire un sistema di Cloud Robotics in grado di gestire i flussi dati tra vari device connessi in rete afferenti al progetto Parloma. La piattaforma consiste di un backend in grado di gestire utenti e dispositivi e di una Cloud Interface da installare all’interno dei dispositivi robotici, in grado di gestire il collegamento con la piattaforma.

file pdfRelazione finale89 K

Progettazione e convalida di una pipeline sicura per la teleleoperazione di interfacce robotiche antropomorfe attraverso tecnologie non invasive per il tracciamento di pose della mano
Assegnista:
Giuseppe Airo’ Farulla
Tutor:  prof ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico di Torino
Durata: 1 gennaio 2018 – 31 dicembre 2018
SSD: ing-inf/05 Sistemi di elaborazione delle informazioni

abstract: L’attività di ricerca verterà sullo sviluppo di un sistema non invasivo (markerless) per il tracciamento di pose dinamiche della mano al fine di controllare interfacce robotiche antropomorfe distribuite sulla rete internet, sulla progettazione dei necessari accorgimenti per mettere in sicurezza tale sistema e la necessaria comunicazione remota (confidenzialità delle informazioni trasmesse), e la relativa validazione del sistema stesso con utenti finali e associazioni di riferimento.

Sviluppo e sperimentazione di materiali innovativi per l'integrazione in interfacce aptiche indossabili”, , Prof.ssa Anna Cardinaletti tutor vicario Dr. Calogero Maria Oddo
Assegnista:
KUMAR PRAMOD
Tutor: prof ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico di Torino
Durata: 15 ottobre 2017 – 14 ottobre 2018
SSD: ING-INF/04 – Automatica, IND-IND/34 Bioingegneria Industriale

Abstract: L’attività di ricerca verterà sullo sviluppo di innovativi processi chimico-fisici di fabbricazione di trasduttori da integrare, come sensori o attuatori o dispositivi per il recupero di energia, in interfacce aptiche indossabili.


Modalità epistemica e multimodalità: le espressioni facciali nella LIS
Assegnista:
Gianfreda Gabriele
SSD  L-LIN/01 (Glottologia e Linguistica)
Durata: 1 novembre 2017 -  31 ottobre 2018
Tutor: dott.ssa Chiara Branchini
Abstract: Il progetto di ricerca ha l’obiettivo di espandere l’analisi sull’espressione della modalità epistemica nella Lingua dei Segni Italiana (LIS), seguendo categorie nozionali elaborate per le lingue verbali e di recente analizzate in varie lingue dei segni. Verranno studiate le espressioni linguistiche manuali e non manuali attraverso le quali segnanti LIS realizzano specifiche funzioni comunicative: esprimere il loro giudizio rispetto all’affidabilità dell’informazione presentata o rispetto al grado di probabilità che un determinato evento si sia verificato o possa verificarsi. Per la costituzione del corpus verranno considerati video LIS registrati da sordi iscritti a gruppi di discussione di un popolare social network. Particolare attenzione verrà dedicata all’analisi delle espressioni facciali, per le quali manca ancora un’indagine sistematica, utile non solo per una migliore comprensione degli enunciati in lingua dei segni, ma anche per un confronto con gli studi sulla multimodalità nelle lingue verbali.

Picture this: how 19th century American culture constructed and commodified the image of Venice

Assegnista: Agnese De Marchi
SSD L-LIN/11 (LINGUE E LETTERATURE ANGLO-AMERICANE), tutor: prof.ssa Daniela
Durata: 1 novembre 2017 -  31 ottobre 2018
Abstract:
A recent  article in The New York Times suggested the –rather disturbing-possibility Venice is becoming a “Disneyland on the Sea” invaded by hordes of tourists, who ‘consume’ the city, perceived as the ultimate tourists’ commodity, through pictures, souvenir shopping and aggressive sightseeing on a daily basis. Wandering through the busy Venetian streets and alleys one cannot help noticing many members of this –sometimes unruly– horde are Americans. America’s love affair with Venice is no secret and it has offered a variety of expressions ranging from Henry James’s Italian Hours and Sargent’s evanescent watercolors to the (in)famous hotel The Venetian in Las Vegas.
Significant scholarly works have been devoted to the reconstruction and exploration of the American presence in Venice during the 19th century, particularly after 1866 (when Venice became part of the Kingdom of Italy); however most of these works have focused on a consolidated tradition of writers (Howells, Twain and James for instance) and painters (Sargent, Whistler, Chase and also Prendergast) who represented the Italian city, while challenging , at times, the stereotypical and romanticized vision of it which most American travelers adopted –and maybe still adopt–. The focus of this research project is, on the other hand, to explore how mainstream American culture depicted Venice in the 19th century through a large output of writings, namely travelogues and newspaper articles, written by Americans and often illustrated by Americans, who did not necessarily become part of the literary and visual Canon. Nonetheless, they made a significant contribution to the development of a specific image of Venice, which, I argue, still survives in modern American tourists and culture

Letteratura e cultura come strumenti di (auto)formazione nella comunicazione interculturale di dirigenti e quadri di aziende italiane orientate all’import/export”
Assegnista:
Sveva Battaglia
Tutor prof. Paolo Balboni
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Durata 1 ottobre 2017 – 30 settembre 2018
Abstract: Nelle aziende con dimensione internazionale i dirigenti e i quadri (italiani che operano con stranieri, stranieri che operano con italiani) hanno bisogno di formazione nella competenze comunicativa interculturale, come ben dimostrato dall’attività di questo Dipartimento negli ultimi 25 anni. Di solito si procede attraverso corsi ad hoc, fornendo poi materiali di riferimento sia scientifico sia operativo, tra cui la mappa mondiale di comunicazione interculturale presente sul sito www.unive.it/labcom.Il progetto che propongo prevede di studiare percorsi che consentano al personale internazionale, di solito di buon livello culturale in quanto almeno laureato, di procedere autonomamente dopo un primo approccio attraverso i corsi istituzionali a riflessioni sulla comunicazione interculturale attraverso film e opere narrative, che possono accompagnare questo personale aziendale durante viaggi e permanenze all’estero



Lingua e metodologia didattica nell’insegnamento accademico in lingua inglese: due lati della stessa interfaccia”
Assegnista:
Ada Bier
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Tutor prof. Carmel Mary Coonan
durata 1 luglio 2017 – 28 febbraio 2018

Abstract: Il Processo di Bologna (1999) ha dato impeto all’internazionalizzazione delle istituzioni universitarie in Europa.
Tra gli ‘sforzi dell’internazionalizzazione’ è da annoverarsi l’insegnamento accademico in lingua inglese, il quale costituisce una sfida per i docenti non anglofoni. Il progetto di ricerca si inserisce in questo quadro e parte dal duplice assunto per cui : a. insegnare significa comunicare in modo efficace; b. la comunicazione è un’azione (soprattutto, ma non solo) linguistica. Si ipotizza che le due dimensioni di lingua e metodologia-didattica non abbiano confini precisi, netti e definiti, ma rappresentino le due componenti dello stesso costrutto, che chiameremo interfaccia lingua-metodologia didattica.
Gli obiettivi della ricerca sono tre: verificare se l’interfaccia venga attivata dai docenti universitari italiani durante le lezioni accademiche in lingua inglese; monitorare il grado di consapevolezza dei docenti circa l’esistenza dell’interfaccia lingua-metodologia didattica; appurare se la riflessione maturata dal docente produca effetti positivi sull’efficacia della prassi accademica in aula


file pdfRelazione finale134 K

CLIL (Content and Language Integrated Learning) in MOOC (Massive Open Online Course): un progetto pilota per la formazione a distanza sulla didattica disciplinare tramite lingua minoritaria veicolare” - progetto Interreg. EDUKA 2, 2017-2019
Assegnista
: Ada Bier
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Tutor prof. Carmel Mary Coonan
durata 1 marzo 2018 – 28 febbaio 2019

Abstract: L’Assegno di ricerca è legato al Progetto Interreg Eduka 2 intitolato “Per una governance transfrontaliera dell’istruzione”. La ricerca legata all’Assegno andrà a collocarsi all’interno del Progetto Eduka 2 nel Work Package 3.2.4 (Corso di formazione sulla didattica per la promozione della lingua friulana in contesti di insegnamento disciplinare): lo scopo della ricerca sarà di monitorare il processo e valutare gli esiti di un modello di formazione professionale a distanza nella metodologia CLIL (Content and Language



Assegnista: Annalisa Brichese
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Tutor dott. Fabio Caon
durata 1 novembre 2017 -  31 ottobre 2018
Abstract:
Il grande afflusso di migranti giovani e adulti ha creato la necessità di approfondire le implicazioni scientifiche per l'insegnamento dell'italiano a studenti analfabeti o bassamente scolarizzati. La letteratura scientifica italiana sul tema non è ampissima e risulta fondamentale elaborare una ricerca sui modelli per l'insegnamento della letto-scrittura negli studi internazionali finalizzata anche all'elaborazione di metodi e tecniche didattiche per facilitare l'apprendimento linguistico in contesti a marcata eterogeneità.



Il modello CLIL (Content and Language Integrated Learning) nell’insegnamento delle lingue minoritarie: progetto pilota per la formazione docenti” - progetto Interreg. EDUKA 2, 2017-2019.
Assegnista:
Marcella Menegale
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Tutor prof. Carmel Mary Coonan
durata 1 ottobre 2017 – 30 settembre 2018

Abstract: L’Assegno di ricerca è legato al Progetto Interreg Eduka 2 intitolato “Per una governance transfrontaliera dell’istruzione”. La ricerca legata all’Assegno andrà a collocarsi all’interno del Progetto Eduka 2 nei Work Packages 3.1.1 e 3.1.3, attraverso una ricerca incentrata su modelli didattici e di formazione per l’insegnamento delle lingue minoritarie, in particolare con l’ausilio del modello CLIL (Content and Language Integrated Learning



The Shylock Encyclopedia"; disseminazione digitale del progetto Creative Europe "Shakespeare In and Beyond the Ghetto"
Assegnista:
Alan Del Piccolo
SSD: L-LlN/1O -LETTERATURA INGLESE o INF-01 INFORMATICA
Tutor prof. Shaul Bassi  tutor vicario prof. Fabio Pittarello
durata 1 dicembre 2017 -  30 novembre 2018
Il progetto prevede l'ideazione e realizzazione di una piattaforma digitale (titolo
di lavoro: "The Shylock Encyclopedia") adatta alla divulgazione dei principali esiti del
progetto Creative Europe 'Shakespeare In and Beyond the Ghetto'. Due storici
anniversari hanno coinciso nel 2016: il quarto centenario dalla morte di William
Shakespeare e il quinto centenario dalla fondazione del Ghetto ebraico di Venezia, il
luogo che ha dato al mondo il concetto di 'ghetto' e sfondo ideale del controverso
dramma shakespeariano Il mercante di Venezia. Questo progetto si ispira a questi due
eventi per riflettere e rispondere creativamentre alla storia europea del razzismo e della
tolleranza e alla grande varietà di scambi culturali generati dall'istituzione del Ghetto e
dalla storia teatrale della commedia di Shakespeare. Tanto il Ghetto quanto Il mercante
sono documenti fondamentalmente ambivalenti della civiltà europea, in quanto
strumenti di intolleranza e catalizzatori di cambiamento culturale. Il punto di partenza
del progetto è stata la prima messinscena all'aperto del Mercante nel Ghetto. Sono
seguite attività di ricerca artistica in quattro paesi diversi nel'arco di tre anni. L'esito
finale è la disseminazione dei risultati complessivi attraverso vari media digitali: radio,
film, app, e un portale internet pensato per diventare punto di riferimento per tutti
coloro che nel futuro vogliano cimentarsi con questo capolavoro teatrale ricco di spunti
etici e politici

La certificazione CeCLIL e l’uso della lingua straniera in ambiente CLIL
Assegnista:
Lattanzi Laura
SSD: L-LIN/02 - didattica delle lingue moderne
Tutor:  prof. Graziano Serragiotto
durata 1 dicembre 2017 -  30 novembre 2018
Abstract
Il progetto di ricerca ha come scopo una comparazione tra le competenze richieste nella certificazione CeCLIL e uno studio metodologico del contesto CLIL in ambito scolastico per analizzare come tali competenze siano usate.
Particolare attenzione è quindi posta sull’analisi dell’organizzazione e funzionamento di percorsi educativi CLIL, mettendo a fuoco case study significativi per il progetto.
Per quanto attiene ai criteri di indagine, si considererà in particolare:
- le competenze del docente di DNL (specifica competenza nella LSV;
consolidata formazione metodologica, attestata mediante il possesso della certificazione CeCLIL) e alla sua interazione collaborativa con il docente di LS (che è parte integrante del team CLIL);
- la scansione modulare (monte ore settimanale; ore di compresenza);
- l’utilizzo delle tecnologie e dei media (che facilitano l’uso della LS in un contesto di reale comunicazione).


La percezione e l’importanza delle strategie motivazionali tra gli apprendenti di lingue”.
Assegnista:
Cucinotta Giacomo
SSD: L-LIN/02 - didattica delle lingue moderne
Tutor:  prof. Graziano Serragiotto
durata 1 dicembre 2017 -  30 novembre 2018
Abstract: Nell’ambito della psicologia della glottodidattica la motivazione del discente è ritenuta una delle differenze individuali capace di determinare il successo nell’apprendimento di una lingua.
Nel corso dell’ultimo decennio, la ricerca ha mostrato sempre maggiore attenzione agli aspetti pratici della motivazione L2, ossia alle metodologie didattiche ed agli effetti positivi che queste possono avere. Formare i docenti di lingue all’uso in aula di strategie motivazionali adeguate può contribuire a migliorare la didattica agendo sulla motivazione degli allievi, uno
degli aspetti più problematici secondo gli stessi docenti (v. Dörnyei & Ushioda 2013, 105).
Il progetto di ricerca si pone come complementario alle precedenti indagini. Gli studi svolti da Dörnyei e colleghi hanno portato alla realizzazione di una vasta raccolta di strategie motivazionali (Dörnyei 2001) le cui importanza percepita nel processo di apprendimento è stata indagata in diverse parti del mondo. Tra questi, solo pochi studi hanno concentrato la propria attenzione anche sul punto di vista degli studenti ed una sola indagine (Ruesch et al. 2012) è svolta in un paese occidentale e coinvolge apprendenti di lingue straniere diverse dall’inglese.
L’attività di ricerca si propone di studiare la percezione di queste strategie motivazionali in Italia, concentrandosi sulla percezione degli studenti.
L’indagine includerà sia docenti sia studenti provenienti da diverse strutture didattiche (scuole dell’obbligo, università, lezioni private, scuole di lingue, corsi per lavoratori o per immigrati ecc.).
Il progetto di ricerca si pone l’obiettivo di indagare le strategie motivazionali usate all’interno di diversi contesti di insegnamento/apprendimento delle lingue in modo da ottenere dati quantitativi e qualitativi che possano aiutare a delineare un programma di formazione sulla motivazione rivolto ai futuri docenti di lingue

Titolo: “L’italiano L2 nella scuola inclusiva: Una mappatura dei servizi di italiano L2 nelle scuole del territorio pratese”.
Assegnista:
Troiano Giulia
SSD: L-LIN/02 - didattica delle lingue moderne
Tutor:  prof. Graziano Serragiotto
durata 1 dicembre 2017 -  30 novembre 2018
Abstract: Il progetto si propone come obiettivo la mappatura dei servizi presenti sul territorio pratese concernenti l’insegnamento dell’italiano L2 nelle scuole (il cosiddetto “Modello Prato”) per un confronto con altri interventi sul
territorio nazionale con l’obiettivo ultimo di delineare percorsi di buone prassi che possano guidare i docenti della scuola del primo e del secondo ciclo d’istruzione attraverso le varie tappe: dall’accoglienza alla rilevazione delle competenze in ingresso alla progettazione per obiettivi linguistico-comunicativi e disciplinari, dalla progettazione alla didattica nel piccolo gruppo e nella classe curricolare, dalla rilevazione delle competenze in uscita alla valutazione del percorso di apprendimento.
Da un punto di vista metodologico, il progetto di ricerca sarà condotto attraverso la metodologia fondata sulla ricerca-azione allo scopo di pervenire all’approfondimento delle seguenti unità di ricerca:
a. individuazione e mappatura dei servizi concernenti l’italiano L2 nelle scuole del territorio nazionale;
b. individuazione e mappatura dei servizi concernenti l’insegnamento dell’italiano come L2 nelle scuole a Prato, in particolar modo i servizi offerti alle scuole attraverso Il Protocollo per l’inserimento degli alunni stranieri e per lo sviluppo interculturale del territorio pratese;
c. monitoraggio nei gruppi e nelle classi per osservare i modelli di insegnamento dei facilitatori linguistici e dei docenti con particolare riferimento alle attività in Apprendimento Linguistico Cooperativo (ALC);
d. rilevazioni delle esigenze didattiche dei docenti e dei facilitatori e conseguente sviluppo di un piano potenziale per l’aggiornamento per l’insegnamento dell’italiano L2 a scuola; e. valutazione della qualità dell’apprendimento linguistico degli studenti;
f. diffusione dei risultati tramite pubblicazione.


Verso una grammatica della lingua dei segni italiana (LIS): aspetti fonologici, morfologici e sintattici.
Assegnista :
Mantovan Lara
 SSD:
L-LIN/01
tutor dott. ssa Chiara Branchini
durata 1 marzo 2018 - 28 febbraio 2019
Abstract:
Uno degli obiettivi del progetto SIGN-HUB che cofinanzia il presente assegno di ricerca è la scrittura di sei grammatiche delle lingue dei segni: lingua dei segni tedesca, lingua dei segni catalana, lingua dei segni spagnola, lingua dei segni italiana, lingua dei segni olandese e lingua dei segni turca. Ogni grammatica comprenderà le proprietà fondamentali della fonologia, del lessico, della morfologia, della sintassi e della semantica/pragmatica. Un obiettivo importante del progetto è quello di stimolare la ricerca nelle aree linguistiche ancora inesplorate usando le linee guida e la checklist scaturite dal COST SignGram Action IS1006 Unraveling the Grammars of European Sign Languages: Pathways to Full Citizenship of Deaf Signers and to the Protection of their Linguistic Heritage (http://parles.upf.edu/en/content/cost-signgram).
Tutte e sei le grammatiche avranno la stessa struttura generale e saranno implementate sulla stessa piattaforma digitale insieme al materiale video che ne supporterà la fruizione


Last update: 27/09/2018