Vincitori assegni di ricerca

Gli assegni di ricerca conferiti dal Dipartimento di Studi Linguistici Culturali Comparati comprendono assegni d'area e assegni su progetti specifici.

Assegni 2021

MadLand - Madness in Fairy Land: (Re)Imagining Deviance in the Age of Psychiatry, 1820-1900.
Assegnista:  Alessandro Cabiati
Tutor: prof.ssa Laura Tosi
Durata: 36 mesi a partire da 15/10/2021
SSD: L-FIL-LET/14
Abstract:
Questo progetto interdisciplinare indaga come nella Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti dell’Ottocento le fiabe letterarie contribuirono al discorso culturale sull’anormalità e devianza psicologica, influenzando anche il dibattito medico. Madness in Fairy Land (MadLand) è il primo studio transnazionale e translinguistico delle modalità in cui la fiaba ottocentesca rispecchiò, incorporò e mise perfino in discussione interpretazioni mediche della devianza e dei comportamenti anormali. Il progetto esplora inoltre l’immaginario fiabesco della mostruosità, analizzando come la mostruosità fiabesca a sua volta servì come punto di riferimento per la codificazione della follia da parte della psichiatria nel suo periodo formativo, 1820-1900.

CompSubjInf - Competition between subjunctive and infinitive in the history of German, Balkan Slavic and Romance languages   
Assegnista:   Tomislav Sočanac     
Tutor:
prof.ssa Iliana Krapova
Durata: 36 mesi a partire da 1/09/2021
SSD: L/LIN-21
Abstract:
Il progetto CompSubjInf esaminerà lo sviluppo storico della competizione tra le categorie grammaticali del congiuntivo e dell’infinito in diverse lingue europee. Si tratta di una competizione che ha dato esiti diversi in questo contesto perché alcune lingue hanno sostituito l’infinito con il congiuntivo (ad esempio le lingue balcaniche) mentre altre hanno subito il processo inverso, sostituendo il congiuntivo con l’infinito (ad esempio le lingue germaniche). Il progetto seguirà in primo luogo le fasi diacroniche lungo le quali si è sviluppato questo fenomeno, per identificare poi i fattori grammaticali sottostanti che ne sono responsabili. Tomislav Sočanac lavorerà alla Ohio State University con il prof. Brian Joseph e al Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati di Ca’ Foscari con la prof.ssa Iliana Krapova.

Combattere l’hate speech nello sport: la comunicazione interculturale tra didattica nella scuola secondaria e mondo sportivo
Assegnista: Sveva Battaglia
Tutor: prof. Fabio Caon
Durata: 12 mesi a partire da 1/07/2021
SSD: L-LIN/02
Abstract:
Il progetto mira ad identificare come un modello di competenza comunicativa interculturale e lo sviluppo di abilità relazionali possano facilitare il superamento di atteggiamenti discriminatori nello sport e di come, tali attenzioni, possano essere poi portate in una classe di scuola attraverso una didattica interculturale per combattere stereotipi e pregiudizi e favorire in classe e nello sport un dialogo interculturale.

Le implicazioni economiche, sociali e culturali dell’innovazione monetaria contemporanea: un’analisi sociologica
Assegnista: Luigi Doria
Tutor: prof.ssa Rosa Caroli
Durata: 12 mesi a partire da 1/07/2021
SSD: SPS/09
Abstract:
Un insieme di percorsi di innovazione monetaria si sono sviluppati negli ultimi anni: le monete complementari, le criptovalute, le stablecoins, le central bank digital currencies. La ricerca intende esplorare alcuni importanti significati e implicazioni sociologici del fenomeno, con particolare riguardo:

  • all’innovazione monetaria come fenomeno che rinnova l’interrogazione sulla natura e sulle funzioni della moneta;
  • al modo in cui alcuni versanti dell’innovazione chiamano in causa le dimensioni sociali e istituzionali del fenomeno monetario;
  • a come alcuni esperimenti istituzionali indichino in direzione delle questioni della diversificazione e della pluralizzazione del fenomeno monetario;
  • alla possibilità di rinnovare l’interrogazione sulla compresenza di una molteplicità di forme monetarie nella storia e sul rapporto fra località e globalità in campo monetario;
  • ai legami fra innovazione monetaria e innovazione dei sistemi di pagamento;
  • al modo in cui la pandemia si rapporta alle questioni summenzionate.

Migrando, arrivare: inclusione, letteratura e scrittura per un progetto destinato alle scuole superiori del Veneto (Seconda parte)
Assegnista: Lucio De Capitani
Tutor: prof.ssa Stefania Sbarra
Durata: 12 mesi a partire da 1/07/2021
SSD: L-LIN/13, L-LIN/10, L-FIL-LET/14
Abstract:
Il progetto è la continuazione di un lavoro iniziato nel 2019 e si colloca all’interno del più ampio progetto regionale IMPACT-VENETO (2018-2020) del FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020, in capo al DSU con la collaborazione del DSLCC e del Center for Humanities and Social Change, sulla formazione degli insegnanti della scuola secondaria e l’integrazione degli studenti con contesto familiare migratorio. La narrazione letteraria e più in generale lo storytelling come dato antropologico essenziale sarà oggetto di formazione per gli insegnanti e i loro studenti. L’assegnista si occuperà della sensibilizzazione ai temi della multiculturalità in ambito scolastico, avvalendosi delle letterature contemporanee, europee e non. Sceglierà quindi alcuni testi significativi, per commentarli e renderli fruibili ai giovani lettori destinatari finali del progetto in una prospettiva didattica. L’assegnista sarà coinvolto dai docenti impegnati nelle scuole nello svolgimento delle attività previste da IMPACT-VENETO. Provvederà al monitoraggio, alla sintesi e alla disseminazione dei risultati delle attività svolte anche con l’impiego di strumenti digitali.

Mapping the Salient Hotspots of Balkan Multilingualism. A Sociolinguistic Perspective on Language, Space and Identity in Three Southeast European “Post-imperial” Cities
Assegnista: Selvelli Giustina
Tutor: prof.ssa Iliana Krapova
Durata: 18 mesi a partire da 15/06/2021
SSD: L-LIN/21
Abstract:
La ricerca si focalizza sulla questione del multilinguismo nei territori balcanici, inteso sia in termini di diversità linguistica che di competenze plurilingui a livello comunitario. Il fenomeno verrà interpretato in relazione alle dinamiche del passato imperiale (asburgico e ottomano), quando era abituale utilizzare una molteplicità di lingue nel contesto degli scambi e contatti quotidiani tra gruppi di differenti affiliazioni etnolinguistiche.
Il tema verrà affrontato attraverso un approccio sociolinguistico critico che, nel rapportarsi alla complessità delle società dell’area, terrà conto anche della dimensione diacronica del multilinguismo. L’identificazione delle forze che sostengono tali fenomeni linguistici è ritenuta infatti fondamentale per riflettere sulle condizioni strutturali e sociali che ne determinano la sopravvivenza nell’attuale contesto di globalizzazione.
Altrettanto importante è la considerazione delle circostanze di coesistenza e interazione tra vecchie e nuove forme di multilinguismo, rilevando l’impatto esercitato dall’imporsi delle lingue globali attuali, con la relativa creazione di ulteriori esempi di contatto linguistico persino in contesti erroneamente percepiti come “fissi” o “immobili”.
Attraverso questo progetto di ricerca si vorrà pertanto ricostruire la dimensione spaziale di una serie di comunità linguistiche minoritarie e la loro interazione in alcuni luoghi salienti, inseriti in dinamiche sia locali che globali riguardanti la cultura, l’identità e la società. A tal fine, verrà esplorato il contesto urbano di plurilinguismo e di diversità linguistica a Rijeka, Novi Sad e Plovdiv, analizzando la presenza (visibile o “udibile”) delle lingue minoritarie, a livello di significato simbolico ed uso pratico in diverse sfere sociali. Si presterà inoltre particolare attenzione alle comunità minoritarie di più recente immigrazione giunte in queste città dalle zone rurali dell’Istria, della Vojvodina e della Tracia (Rodopi) o che intrattengono forme di interazione e mobilità con tali centri urbani.
I dati qualitativi e quantitativi raccolti da un set rappresentativo di siti nelle regioni attraverso fieldwork mirato verranno presentati sotto forma di mappe digitali collegate a collezioni di dati in un portale dedicato avente l’obiettivo di valorizzare i modelli di diversità culturale e linguistica in questa parte d'Europa.

REWRITE - Rewriting Migrant Identities across Women’s Literature
Assegnista: Maria Luisa Di Martino
Tutor: prof. Luis Fernando Beneduzi
Durata: 24 mesi a partire da 1/05/2021
SSD: SPS/08
Abstract:
L’obiettivo globale di REWRITE é quello di esplorare il processo di trasformazione identitaria delle donne migranti attraverso lo studio approfondito dell’autoriflessivitá nelle opere di scrittrici in mobilitá, condotto mediante un’analisi critica del discorso promotrice del cambio sociale, essendo un elemento cruciale nel rilancio di una nuova comprensione dei limiti delle politiche pubbliche in materia di integrazione, inclusione e coesione sociale. Questo tipo di letteratura rappresenta l’espressione di un processo di costruzione di un’identitá ibrida, che sfida gli scritti e le opinioni dominanti, ed in cui ritrovare nuove strategie per una piú sana integrazione da un punto di vista psicosociale.
A tal fine, REWRITE si propone: 1) di analizzare opere letterarie del XX e XXI secolo, selezionate e radicate su due dilemmi: identitá e appartenenza; integrazione ed esclusione; 2) di creare un corpus critico di scritti elaborati da donne migranti all’interno della letteratura nell’ambito della mobilitá umana.
Il progetto utilizza una prospettiva intersezionale, basata sull’incrocio di diverse categorie analitiche (genere, razza/etnia, classe, diversitá, etc.), per svelare ruoli e strutture di potere/oppressione, discorsi dominanti, strutture di ostacoli ed opportunitá, che disegnano le identitá delle donne migranti nei loro scritti critici legati al posizionamento ed alle rappresentazioni delle donne migranti negli interstizi. Inoltre, utilizza la lente delle “carriera migratoria”, quale prisma capace di identificare i momenti cruciali articolati all'interno delle biografie eterogenee delle donne migranti e gli interstizi di trasformazione che culminano nell’autorealizzazione lungo il viaggio.

Il ruolo del classificatore per l’oggetto nella comprensione di frasi relative in LIS: sordi e bilingui bimodali a confronto.
Assegnista: Fornasiero Elena
Tutor: prof.ssa Chiara Branchini
Durata: 18 mesi a partire da 01/03/2021
SSD: L-LIN/01
Abstract:
L’obiettivo generale del progetto è indagare la comprensione di frasi relative soggetto e oggetto in lingua dei segni italiana (LIS) da parte di adulti sordi segnanti e udenti bilingui bimodali, utilizzando il Visual World Paradigm e l’eye tracker. In particolare, si intende verificare se la presenza nelle frasi relative di un elemento classificatore (CL), articolato con la mano non dominante in funzione di marcatore di oggetto, sia determinante nel facilitare la comprensione di tali strutture. In ottica di comparazione intermodale, i bimodali saranno testati anche sulla comprensione di relative in italiano e la performance sarà confrontata con quella di un gruppo di controllo di udenti monolingui italiano. La procedura sperimentale sarà preceduta da un’indagine teorica volta ad analizzare le condizioni morfosintattiche, semantiche e pragmatiche che determinano l’occorrenza del CL nelle frasi relative in LIS, verificando altresì se tale CL sia un marcatore differenziale di oggetto (DOM) al pari di elementi simili attestati in numerose lingue vocali e alcune lingue dei segni. La ricerca permetterà di verificare le potenziali differenze nella comprensione di relative in LIS e italiano nei bimodali dovute alla diversa modalità e tipologia linguistica e arricchire gli studi sull’elaborazione di strutture complesse in lingua dei segni e lo stato dell’arte sui DOM aggiungendo proprietà legate alla modalità visivo-gestuale della LIS.

Produzione e comprensione delle frasi relative (relative con complementatore vs. relative con pied-piping) nei bambini sordi e nei bambini a sviluppo tipico
Assegnista: D'Ortenzio Silvia
Tutor: prof.ssa Anna Cardinaletti
Durata: 18 mesi a partire da 01/03/2021
SSD: L-LIN/01
Abstract:
Ispirandosi allo studio condotto da Guasti e Cardinaletti (2003) sulla produzione di frasi relative nei bambini italofoni e francofoni, il presente studio propone un’analisi accurata della produzione e della comprensione delle frasi relative nei bambini sordi preverbali in età scolastica (5-14 anni) protesizzati o portatori di impianto cocleare mettendo a confronto le frasi relative con complementatore (RC - Mi piace il bambino che rincorre i gatti) e le frasi relative preposizionali con pied-piping (RPP - La mamma bacia la bambina al cui fratello piacciono le tigri). Alcuni degli obiettivi dello studio riguardano: (i) la ricerca di correlazioni tra la performance dei bambini e la precocità dell’intervento sulla sordità (diagnosi, presa in carico, protesizzazione, impianto); (ii) la correlazione tra la familiarità con la lettura e la performance dei bambini con le RPP, considerando che tali strutture sono tipiche del linguaggio formale e della forma scritta di una lingua. I risultati della ricerca permetteranno di fornire un quadro ancora più completo sulla competenza linguistica dei bambini sordi italofoni che possa essere preso in considerazione da maestre, logopediste e assistenti alla comunicazione per la pianificazione di training linguistici e per l’adattamento del materiale didattico.

La socializzazione transnazionale dei testi e la formazione dell’identità culturale europea nel contesto della Guerra Fredda: il caso delle pubblicazioni tamizdat in Italia (1957-1991).
Assegnista: Sicari Ilaria
Tutor: prof. Duccio Basosi
Durata: 18 mesi a partire da 01/03/2021
SSD: L-LIN/21
Abstract:
A partire dalla fine degli anni Cinquanta in Europa si assistette alla nascita e allo sviluppo di una pratica editoriale transnazionale che riuscì a superare il confine ideologico e geopolitico segnato dalla cortina di ferro: il tamizdat. Con questo termine ­­si designa la pubblicazione oltrecortina di quei testi che, censurati o impubblicabili in Unione Sovietica, riuscivano a varcare clandestinamente i confini dell’URSS. Attraverso lo studio sistematico della produzione, diffusione e ricezione del tamizdat in Italia, questa ricerca si propone di indagare la “socializzazione transnazionale dei testi” (Parisi 2012-13) tra le due sponde della cortina di ferro, ossia la negoziazione e la contrattazione di tali testi da parte dei diversi attori che contribuirono alla loro pubblicazione e circolazione nell’Europa occidentale e, clandestinamente, anche nell’Europa orientale. L’analisi del flusso transnazionale di questi testi ci consentirà di illustrare gli intensi scambi culturali che ebbero luogo tra l’Italia e l’Unione Sovietica, con lo scopo di superare la tradizionale rappresentazione della cultura europea del secolo scorso come insanabilmente divisa in due blocchi contrapposti nel contesto della cosiddetta “Guerra Fredda culturale” (Scott-Smith e Krabbendam 2003) e dimostrare, infine, che il confine ideologico e geopolitico che divise l’Europa nel secolo breve fu estremamente permeabile agli oggetti culturali (Kind-Kovács e Labov, 2013; Kind-Kovács 2014).

Narrativa afroeuropea nel Portogallo e nell’Italia post-imperiali: la decolonizzazione dei “colonialismi innocenti” in Djaimilia Pereira de Almeida e Igiaba Scego
Assegnista: Girotto Alice
Tutor: prof.ssa Vanessa Castagna
Durata: 12 mesi a partire da 15/01/2021
SSD: L-LIN/08
Abstract:
Il progetto si propone di paragonare, attraverso un’analisi di tipo tematologico, le opere Esse cabelo e Luanda, Lisboa, Paraíso della scrittrice afroportoghese Djaimilia Pereira de Almeida, da un lato, e La mia casa è dove sono e Adua della scrittrice afroitaliana Igiaba Scego, dall’altro. L’obiettivo è esaminare in che modo la narrativa afroeuropea contribuisce alla decolonizzazione dell’immaginario di Portogallo e Italia, due nazioni allo stesso tempo marginali nel contesto degli studi postcoloniali e la cui autorappresentazione come ex madrepatrie benevole impedisce una reale rielaborazione del passato coloniale. L’analisi testuale e la comparazione delle quattro opere, affini sul piano dei generi e su quello della struttura narrativa, saranno condotte anche alla luce di concetti elaborati dalla filosofia africana contemporanea e dagli women’s studies, questi ultimi particolarmente rilevanti nel contesto afroeuropeo, in cui il pensiero delle donne risulta prevalente e inestricabile dalle pratiche di decolonizzazione.

On the rise of wh-headed relative clauses in English: a comparative perspective
Assegnista: De Bastiani Chiara
Tutor: prof. Roland Hinterholzl
Durata: 12 mesi a partire da 15/01/2021
SSD: L-LIN/12
Abstract:
Il progetto mira ad indagare la diffusione del pronome wh- quale marca di relativizzazione nella storia dell’inglese e di dare successivamente conto della diversa distribuzione delle frasi relative con testa introdotte da un elemento wh- in inglese moderno e tedesco moderno. In tedesco moderno, infatti, gli elementi wh- introducono relative libere e relative con testa quando l’antecedente è un indefinito/quantificatore, un dimostrativo o un aggettivo neutro sostantivato. In inglese moderno, gli elementi wh- costituiscono la strategia di relativizzazione usuale: le relative restrittive sono introdotte sia da un elemento wh- che da that, mentre le non restrittive possono solo essere introdotte da un elemento wh-.
Questa asimmetria trova le sue radici nella storia di queste due lingue germaniche occidentali; lo studio mira quindi ad indagare la diffusione degli elementi wh- come marche di relativizzazione nella storia dell’inglese attraverso lo studio su corpora storici dell’inglese, in ottica comparativa con la storia della lingua tedesca, partendo dai primi contesti in cui i pronomi wh- sono attestati come marche di relativizzazione, fino ad analizzare la progressiva espansione e diffusione alle relative con testa.

Ricerca in Ambito Linguistico e Cognitivo con Metodologie Sperimentali
Assegnista: Pucci Martina
Tutor: prof.ssa Giulia Bencini
Durata: 12 mesi a partire da 15/01/2021
SSD: L-LIN/01 e M-PSI/04
Abstract:
Lo scopo generale del progetto è di avanzare la ricerca di base ed applicata sullo sviluppo cognitivo nei bambini, sull’acquisizione del linguaggio, sulla competenza e l’elaborazione del linguaggio nell’arco della vita, in popolazioni di bambini, adolescenti, adulti monolingui e bi e multilingui, attraverso metodologie sperimentali, incluso la rilevazione dei movimenti oculari durante prove linguistiche e cognitive e le tecniche di neuroimmagine non invasive quali la spettroscopia funzionale nel vicino infrarosso (f-NIRS). Le attività previste per l’assegnista sono anche di supportare l’organizzazione efficiente di tutti gli studi condotti all’interno del laboratorio: e di delineare processi di test su soggetti umani nel rispetto della normativa nazionale ed internazionale.

Assegni 2019 e 2020

Dinamiche intertestuali e contesti codicologici: le Saghe degli Islandesi nei manoscritti miscellanei tra Basso Medioevo e prima Età Moderna
Assegnista: Ceolin Martina
Tutor: prof. Massimiliano Bampi
Durata: 12 mesi a partire da 15/12/2020
SSD: L-FIL-LET/15
Abstract:
Lo scopo di questo progetto di ricerca consiste nello studio della Finnboga saga ramma –un’opera tradizionalmente attribuita al genere delle Saghe degli Islandesi ‘post-classiche’/ Íslendingasögur recenziori– dal punto di vista della sua collocazione nei contesti codicologici di cui fa parte. Studi recenti hanno messo in evidenza l’importanza di considerare tali testi dal punto di vista delle condizioni materiali in cui sono stati trasmessi. Pertanto il fatto di analizzarli non tanto come opere singole quanto piuttosto, in primo luogo, come attori di un dialogo intertestuale che coinvolge altri testi della raccolta consente di ricavare informazioni importanti in funzione dell’elaborazioni di ipotesi sulla lettura e l’interpretazione di tali testi. Il fatto che la Finnboga saga ramma sia tràdita in due manoscritti (AM 132 fol. and AM 510 4º) consente di fare un confronto tra due contesti codicologici differenti. L’analisi verterà pertanto sulle dinamiche tra la Finnboga saga ramma e gli altri testi delle due raccolte.

Testo, Musica e Pop Culture – Modelli teorici di analisi linguistico-letteraria e tendenze della produzione culturale, tra poesia, musica, performance e arti visive
Assegnista: Favaro Alice
Tutor: prof. Alessandro Scarsella
Durata: 12 mesi a partire da 01/11/2020
SSD: L-LIN/06
Abstract:
Il progetto si focalizza sullo status degli studi teorici e comparatistici sulla produzione incrociata di testi poetici e musicali, rappresentazioni e performance, con priorità all’intersezioni di linguaggi nei nuovi media. Saranno individuati case study esemplari, figure e corpus testuali eminenti nel diorama internazionale, privilegiando le culture di confine, la dialettica centro/periferia, l’interazione tra livelli sociali diversi e le differenti generazioni artistico-letterarie. Particolare attenzione sarà conferita ai fenomeni di traduzione e trasposizione. Con riferimento all’assegnazione del Premio Internazionale Alberto Dubito nel 2018 a Raúl Zurita, saranno promossi approfondimenti teorici e sulla poesia ispanoamericana (chilena in particolar modo) e italiana, a contatto attraverso il fenomeno dell’emigrazione e nella produzione attuale.

Il romanzo multilingue come zona di contatto. Casi europei e americani a confronto.  

Assegnista:
Raveggi Alessandro
Tutor: dott. Ercolino Stefano
Durata: 24 mesi a partire da 15/08/2020
SSD: L-FIL-LET/14
Abstract:
L’obiettivo generale di questo progetto è definire una teoria per il romanzo multilingue per comprenderne
il suo ruolo storico e sociale nella descrizione dei contatti migratori in Europa e Stati Uniti, considerando
un elenco delle sue caratteristiche, attraverso l’evidenza di un canone di casi multilingue del XX e XXI
secolo, con particolare attenzione ai casi italiani e nell’intersezione con casi latino-americani, con l’aiuto
ulteriore di un dossier di interviste con autori nonché la consultazione di archivi digitali.

RIGHTS UP – The right to the city and the ambivalence of tourism: a comparative approach to media discourses and social movements’s dissent in Venice, Amsterdam and Barcelona.

Assegnista: Araya Lopez Alexander
Tutor: prof.ssa Stéphanie Novak
Durata: 12 mesi a partire da 15/06/2020
SSD: SPS/07
Abstract:
RIGHTS UP analizza i discorsi dei media sul conflitto tra i movimenti sociali critici del turismo di massa e l’industria turistica globale in tre città europee: Venezia, Amsterdam e Barcellona. Il turismo è diventato chiave per lo sviluppo economico e per la creazione di posti di lavoro ma ha anche prodotto delle conseguenze negative per la popolazione locale. RIGHTS UP ha l’obiettivo di capire come i manifestati cercano di ottenere l’attenzione dei media all'interno del loro stato-nazione, mentre si impegnano con movimenti di solidarietà o "reti di dissenso" a livello europeo/globale. Il progetto si basa sulla lunga discussione accademica sul diritto alla città ma integra questo approccio con il concetto di diritto alla protesta urbana.

Benessere, identità e varietà linguistiche. Uno studio sull’uso dei dialetti siciliani e dell’italiano regionale di Sicilia nei social media.    

Assegnista: Di Caro Vincenzo Nicolò 
Tutor:  prof.ssa Giusti Giuliana 
Durata: 24 mesi a partire da 15/06/2020 
SSD: L-LIN/01
Abstract
Obiettivi generali e specifici
lo studio del rapporto tra la consapevolezza linguistica del soggetto bilingue siciliano e l’uso che fa della lingua italiana e del suo dialetto di riferimento nella compilazione dei messaggi scritti sui social media (SM).

Si intende applicare a un contesto di bilinguismo di tipo dilalico, qual è quello siciliano, ciò che in letteratura è stato già analizzato in contesto di bilinguismo puro e di diglossia (Kim et al. 2015; Nguyen et al. 2015; Androutsopoulos 2015) in termini di analisi delle interazioni scritte su Twitter e Facebook, che sono tra i SM più utilizzati in Italia.

Alla luce di quanto detto, gli obiettivi specifici sono i seguenti:

  • misurare quanto dialetto usano attualmente i soggetti bilingui siciliani sui SM;
  • misurare con che frequenza e per quali motivi i soggetti bilingui siciliani esprimono o non esprimono le loro argomentazioni in italiano sui SM;
  • misurare con che frequenza e per quali motivi i soggetti bilingui siciliani esprimono o non esprimono le loro argomentazioni nel proprio dialetto sui SM;
  • comprendere quali sono i tratti caratteristici dei dialetti siciliani che entrano a far parte dell’italiano usato sui SM;
  • comprendere quali sono i tratti caratteristici che i soggetti rumenofoni in Sicilia attribuiscono ai dialetti siciliani e quali di questi tratti sono penetrati nel loro italiano.

A Multimodal Study on the Construction and Perception of Linguistic Variation and Stereotypes in Audiovisual Translation.

Assegnista: Renna Dora 
Tutor: dott.ssa Rossato Linda 
Durata: 24 mesi a partire da 15/06/2020 
SSD: L-LIN/12
Abstract
L’obiettivo generale del progetto è indagare la costruzione dell’identità del soggetto e della comunità diasporica di origine cinese attraverso lo studio del prodotto audiovisivo cinematografico e della sua traduzione. In particolare, si intende investigare il ruolo della variazione linguistica (“accento”) nelle versioni originali e tradotte dei film con personaggi cinesi e cinesi-americani nella creazione di uno stereotipo che trascende la natura linguistica.

Nello specifico, gli obiettivi che si andrà a perseguire sono:

  1. Lo studio della variazione linguistica nei prodotti cinematografici americani nonché della loro riproduzione nel doppiaggio italiano;
  2. L’analisi dei rapporti intermodali tra la variazione linguistica e gli altri aspetti visivi/sonori/non-verbali del film;
  3. La valutazione della percezione di tali stereotipi presso vari tipi di pubblico più o meno a contatto con la comunità ritratta nei film in questione (reception study). Il target di utenza sarà scelto sulla base di uno specifico studio, seguendo l’approccio Human Centred.

Italiano L2 ed educazione civica per adulti vulnerabili    

Assegnista: Tonioli Valeria 
Tutor: prof. Fabio Caon
Durata: 12 mesi a partire da 15/05/2020 
SSD: L-LIN/02
Abstract: La ricerca si colloca all’interno del progetto FAMI VOCI (PROG-2506), Vivere Oggi Cittadini in Italia, finanziato dal Ministero dell’Interno e dall’Unione Europa. Il progetto ha come obiettivo la sperimentazione di azioni volte a favorire l’apprendimento della lingua italiana come L2 insieme ad elementi di educazione civica per cittadini vulnerabili.

Per cittadini vulnerabili il Ministero intende migranti adulti che vivono una maggiore fragilità (non solo nell'acquisizione linguistica ma anche nel rivestire i ruoli sociali di cittadini attivi) dovuta a diversi fattori. Sono vulnerabili gli adulti analfabeti o bassamente scolarizzati nelle loro lingue madri, i minori stranieri non accompagnati, in particolare coloro i quali siano analfabeti, le donne straniere in gravidanza, in particolare coloro le quali possono trovarsi in una condizione di isolamento, le vittime di tratta, le vittime di violenza e le persone LGBTQI.

La ricerca proposta si concentrerà su:

  • un’indagine sui bisogni linguistici degli studenti adulti vulnerabili (sulla base delle categorie indicate dal Ministero);
  • un’indagine sulla metodologia glottodidattica specifica da impiegare per insegnare italiano come L2 ed educazione civica ad adulti vulnerabili (sulla base delle categorie indicate dal Ministero) anche in classi ad abilità differenziate;
  • la pianificazione di linee guida per la creazione di un sillabo di italiano L2 ed educazione civica per adulti vulnerabili (sulla base delle categorie indicate dal Ministero).

A global society of Princes. The Interplay between Trans-national, National and Local Politics and Identities in the 17th -18th Centuries Europe    

Assegnista:  Elisabetta Lurgo 
Durata: 24 mesi a partire da 01/12/2019 
SSD: MSTO/02
Abstract: Questo progetto ha come obiettivo quello di analizzare le forme di esercizio del potere messe in atto dalle dinastie trans-nazionali di principi in età moderna, attraverso lo studio del loro ruolo nell’ambito delle corti  e negli organi di governo, nelle relazioni internazionali e come signori locali: la sfida è quella di metterne in luce la funzione nel più ampio contesto delle sovranità europee, e, allo stesso tempo, le interconnessioni fra le diverse strategie politiche adottate, in ambito transnazionale, nazionale e locale. Qual era, di fatto, il ruolo dei principi nell’elaborazione delle pratiche di potere dei centri dinastici?
Un obiettivo primario di questo progetto è proporre una ricerca comparativa, che possa aprire nuove prospettive per lo studio delle “società dei principi” nell’Europa moderna. Il caso-studio di partenza è quello dei principi di Carignano, principi del sangue alla corte sabauda e princes étrangers alla corte di Francia, fra XVII e XVIII secolo.
Il progetto offrirà lo spunto per elaborare una proposta ERC che miri alla creazione di un “transnational Nobles network” per riflettere sulla socialità di corte e sulle relazioni internazionali, prendendo come punto di osservazione le pratiche di potere e le forme di sovranità elaborate dalle dinastie di principi nell’Europa della prima età moderna.

The making of the Washington consensus. International assets, debts and power (1979-91)    

Assegnista: Zaccaria Benedetto 
Tutor: prof. Duccio Basosi 
Durata: 12 mesi a partire da 01/03/2019; rinnovo per 12 mesi a partire dal 01/03/2020
SSD: SPS/06 
Abstract: La ricerca si concentra su una sintesi comparata delle strategie negoziali adottate dal governo statunitense nei confronti dei debiti esteri di Perù e Polonia dal 1981 al 1987, sulla base della letteratura esistente, di fonti primarie già raccolte e di possibili nuove missioni di ricerca. Un'attenzione particolare sarà prestata alla diplomazia internazionale e alle relazioni tra il governo statunitense e le banche commerciali coinvolte nei negoziati sul debito.

Analisi della comprensione delle frasi interrogative wh- e delle costruzioni relative in LIS tramite l’uso dell’eye tracking.

Assegnista: Elena Fornasiero
Tutor: prof.ssa Chiara Branchini
Durata: 12 mesi a partire da 01/03/2020 
SSD: L-LIN/01
Abstract: Nella letteratura sulle lingue vocali, è nota l’asimmetria nella comprensione di frasi interrogative wh- e di costruzioni relative sul soggetto e sull’oggetto, le ultime più difficili da computare rispetto alle costruzioni sul soggetto. La letteratura sulle lingue dei segni è ancora all’inizio rispetto a quest’area di ricerca. Hauser (2019) ha trovato la stessa asimmetria per la lingua dei segni francese, ma studi simili non sono stati replicati per altre lingue dei segni. Recentemente, all’interno del progetto SIGN-HUB, lo sviluppo di test di valutazione linguistica ha consentito la raccolta di dati preliminari dai quali si evince un’asimmetria opposta per la LIS, con le costruzioni sul soggetto più difficili da comprendere rispetto alle costruzioni sull’oggetto. Il presente progetto intende approfondire l’analisi attraverso l’uso di alcune variabili (presenza/assenza di verbi di accordo, del classificatore che marca i ruoli sintattici, del segno PE nelle relative). Lo studio si avvarrà dell’uso dell’eyetracking nel determinare la modalità di computazione delle costruzioni oggetto di analisi.

Indagine sulle credenze e sui bisogni di formazione degli insegnanti di disciplina riguardo all’integrazione di contenuto e lingua nel sistema della formazione italiana nel mondo    
 
Assegnista: Fazzi Fabiana
Tutor: prof. Serragiotto Graziano
Durata: 24 mesi a partire da 15/01/2020
SSD: L-LIN/02
Abstract: Il recente decreto legislativo n. 64 del 13 aprile 2017 ha sottolineato come il sistema della formazione italiana nel mondo risenta di uno scarso livello e tipo di preparazione professionale del personale docente.
In questo contesto, lo scopo del progetto è quello di contribuire al miglioramento delle competenze dei docenti di disciplina riguardo al bilanciamento di contenuto e lingua attraverso quattro fasi:

  1. analisi delle credenze,
  2. definizione dei bisogni di formazione,
  3. partecipazione in un corso di formazione,
  4. valutazione del cambiamento dei docenti dopo la formazione.

La ricerca, di tipo qualitativo, utilizzerà diversi metodi e strumenti di raccolta dati, tra cui interviste, schede di osservazione e diario docente e ricercatore.

Assegni anni precedenti

Ritning Bernharðs: A Critical Edition

Assegnista: BULLITTA Dario Mario
Tutor: prof. BAMPI Massimiliano
Durata: 12 mesi (dal 1/10/2016)
SSD: L-FIL-LET/15
Abstract: Il  progetto di ricerca consiste nell’edizione di due testi teologici islandesi, traduzioni di due trattati spirituali sul perfezionamento dell’anima che godettero di grande circolazione durante tutto il basso medioevo: le Meditationes piissimae de cognitione humanae conditionis dello Pseudo-Bernardo di Clairvaux e De quinque septenis di Ugo di San Vittore. Durante i mesi di ottobre e novembre 2016, il Dr. Bullitta ha condotto ricerche presso la Collezione Arnamagnæana di Copenaghen e nei mesi di gennaio e febbraio 2017 ha pubblicato l’edizione di un inedito frammento islandese dell’Evangelium Nicodemi su Arkiv för nordisk filologi e uno saggio sulla provenienza e circolazione della Visio Pauli in danese antico sul Journal of English and Germanic Philology

Protocollo di stimolazione cognitivo-comunicativa utilizzando la lingua dei segni italiana con persone anziane con decadimento cognitivo e demenza

Assegnista: CAGNIN Lisa
Tutor: prof. CARDINALETTI Anna/prof. BENCINI Giulia
Durata: 12 mesi (dal 1/9/2016)
SSD: L-LIN/01
Abstract: Il progetto intende sviluppare protocolli di stimolazione cognitivo-comunicativa da utilizzare con persone che presentano decadimento cognitivo lieve. A questo scopo sarà realizzato e sperimentato un protocollo di intervento innovativo basato sull'insegnamento della LIS, teso a favorire anche una maggiore inclusione nella vita comunitaria della casa di riposo e contrastare l'isolamento comunicativo tipico di queste patologie attraverso uno strumento di comunicazione alternativo alla lingua vocale.

Decision making and cost allocation in associative irrigation water management in modern Japan  and Italy 

Assegnista: DORNETTI Filippo
Tutor: prof. CAROLI Rosa
Durata: 12 mesi (dal 1/10/2016)
SSD: SPS/14

Abstract:  L’ambito di ricerca riguarda la storia economica e sociale moderna del Giappone della Cina del nordest (Manciuria). Si sta interessando all'analisi comparata della gestione delle risorse naturali, con particolare riferimento alla gestione associativa delle acque agricole in Asia orientale e in Italia, tra geografia e storia economica. Ha studiato l'evoluzione del contesto istituzionale e la gestione delle acque agricole nella Contea di Fushun, Provincia di Liaoning in Cina nella prima metà del Novecento. Attualmente sta lavorando sulla gestione acque agricole nella Prefettura di Chiba (Giappone) e nella Provincia di Cremona tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento.

Representing Idiocy in Early Modern English Literature 1500-1640

Assegnista: EQUESTRI Alice
Tutor: prof. TOSI Laura
Durata: 12 mesi (dal 1/10/2016)
SSD: L-LIN/10
Abstract: Alice Equestri si occupa delle rappresentazioni della follia e della disabilità mentale nella letteratura inglese del Rinascimento, in particolar modo drammatica, tra fine ‘500 e inizio ‘600, e di come tali rappresentazioni rispecchino le definizioni di idiozia date dalle fonti mediche e legali dell’epoca. Vincitrice di una borsa Marie-Curie presso l’università del Sussex (con inizio 1/10/2017).

VEASYT Live! for conference: sviluppo di soluzione linguistica e tecnologica per l’erogazione di servizi di video-interpretariato di conferenza da remoto

Assegnista: GRECO Margherita
Tutor: prof. BRANCHINI Chiara
Durata: 12 mesi (dal 1/9/2016)
SSD: L-LIN/01
Abstract: Obiettivo del progetto di ricerca è lo sviluppo di una soluzione linguistica e tecnologica di video-interpretariato professionale da remoto in lingua dei segni italiana (LIS, successivamente estendibile anche nelle lingue vocali) per ambiti di conferenza e convegni. Grazie a questa soluzione si mira a garantire l’accesso ai servizi linguistici per le persone sorde, allargando l’attuale offerta che il partner VEASYT ha già sviluppato per ambiti di trattativa.

Progettazione e gestione di corsi di lingua italiana per stranieri presso Istituzioni non accademiche

Assegnista: MAUGERI Giuseppe Benedetto Maurizio
Tutor: prof. SERRAGIOTTO Graziano
Durata: 36 mesi (dal 1/4/2014)
SSD: L-LIN/02
Abstract: L'assegno di ricerca si focalizza sulla formazione online dei docenti di lingue moderne e sulla promozione della lingua e della cultura italiana ad opera di istituzioni non accademiche.

Floating Islands: The Representation of Mediterranean and Baltic Islands in the 19th and 20th Century 

Assegnista: PACI Deborah
Tutor: prof. PETRI Rolf
Durata: 46 mesi (dal 01/03/2014)
SSD: M-STO/04
Abstract: Sta svolgendo una ricerca che si inquadra nell’ambito del progetto Spaces of Expectation, Mental Mapping and Historical Imagination in the Baltic Sea and Mediterranean Regions promosso dalle Università Ca’ Foscari e Södertörns högskola di Stoccolma e finanziato dalla Östersjöstiftelsen, che prende in esame le ricadute sul piano geopolitico dell’immaginario storico degli spazi marittimi nell’area mediterranea e baltica nel corso dei secoli XIX e XX. Questo studio in particolare si propone di indagare come le isole del Mediterraneo e del Baltico si siano relazionate alle due regioni marittime rispetto agli scenari geopolitici che si sono venuti a generare a partire dai primi anni Novanta del Novecento.

Intercomprensione orale tra lingue romanze: strategie psicolonguistiche e implicazioni didattiche

Assegnista: TOMBOLINI Annalisa
Tutor: prof. JAMET Marie-christine
Durata: 24 mesi (dal 01/09/2015)
SSD: L-LIN/04
Abstract: Il progetto di ricerca sperimentale sull’intercomprensione orale tra lingue romanze intende sviluppare le linee di ricerca suggerite da Claire Blanche Benveniste. Se ricerche precedenti hanno dimostrato l’esistenza dei presupposti dell’intercomprensione orale a prescindere da un intervento didattico, questo progetto di ricerca si propone di andare oltre e di definire le migliori metodologie per accelerare le predisposizioni naturali all’intercomprensione orale con l’attenzione centrata su diverse tipologie del discorso orale, in base alle ricerche sui generi del discorso orale. Lo scopo finale è quello di delineare percorsi didatticamente possibili per allenare progressivamente la percezione uditiva per le tre lingue e potenziare la comprensione orale.

Vivere senza studiare l'italiano: motivazioni dei cittadini di paesi terzi e implicazioni socioculturali e glottodidattiche 

Assegnista: TONIOLI Valeria
Tutor: prof. CAON Fabio
Durata: 12 mesi (dal 01/04/2017)
SSD: L-LIN/02
Abstract:  Il progetto di ricerca si articolerà nelle seguenti fasi:

  1. Indagine sulle motivazioni degli apprendenti per lo studio della lingua italiana. Mappatura nel territorio degli utenti che non accedono ai corsi di italiano e rilevazione delle motivazioni degli studenti che si iscrivono ai corsi di prossimità.
  2. Interviste a cittadini stranieri che non accedono ai corsi ed indagine sulle strategie compensative adottate per interagire nelle comunicazioni quotidiane. Realizzazione di focus group con mediatori ed operatori dei servizi per triangolare i dati raccolti.

Strumenti per migliorare l'apprendimento dellitaliano da parte di sordi segnanti adulti

Assegnista: VOLPATO Laura
Tutor: prof. CARDINALETTI Anna
Durata: 24 mesi (dal 01/02/2016)
SSD: L-LIN/01
Abstract: Il progetto si propone di realizzare 5 programmi di perfezionamento guidato (lezioni frontali) ed autonomo (e-handbook, corsi e-learning) della lingua nazionale per persone sorde di età indicativamente compresa tra i 16 e i 25 anni. I paesi coinvolti nel progetto (Austria, Inghilterra, Italia, Lituania e Polonia) mettono in campo ricercatori e docenti specializzati nel campo dell’insegnamento alle persone sorde. I programmi di insegnamento, uno per ogni lingua nazionale coinvolta, si articoleranno in 4 livelli secondo il QCER (A1, A2, B1 e B2) e terranno in considerazione le particolari necessità del gruppo di soggetti a cui si rivolgono.

La sintassi interna ed esterna del sintagma nominale nella competenza dei sordi  

Assegnista: VOLPATO Francesca
Tutor: prof. CARDINALETTI Anna
Durata: 60 mesi (dal 01/10/2011)
SSD: L-LIN/01
Abstract: Sta indagando aspetti importanti della competenza linguistica di individui con deficit uditivo (bambini con impianto cocleare, adulti sordi segnanti LIS e adulti sordi con protesi acustica), e individui con dislessia analizzando l’uso di frasi complesse, con ordini marcati e caratterizzate dalla presenza di elementi atoni (frasi con dislocazione a sinistra e pronomi clitici, frasi relative, frasi passive). Ha contribuito alla ricerca in linguistica e psicolinguistica elaborando strumenti di valutazione delle abilità morfosintattiche in italiano di soggetti con sviluppo linguistico tipico e atipico, analizzando i risultati alla luce delle più recenti teorie linguistiche. Ha partecipato al progetto europeo DUAL-PRO, per il quale ha collaborato alla preparazione di una batteria di test prosodici come strumento per valutare la capacità di percezione della melodia e del ritmo linguistico, e per misurare l’efficienza e la qualità degli apparecchi acustici.

Sviluppo e sperimentazione di interfacce robotiche biomimetiche per le lingue dei segni tattili

Assegnista:  Andrea Bulgarelli
Tutor:  prof ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico diTorino
Durata: 1Giugno 2017 al 31 Maggio 2018
SSD: ING-INF/04 – Automatica
Abstract: L’attività di ricerca ha trattato lo studio preliminare e la conseguente progettazione meccanica ed
elettronica di arti superiori robotici biomimetici a prestazioni elevate e costi contenuti per la riproduzione di gesti di lingue dei segni fruibili mediante feedback tattili. Inizialmente ci si è concentrati sullo studio dello stato dell’arte per quanto riguarda la tecnologia e gli strumenti.
Successivamente ci si è dedicati alla progettazione e alla realizzazione, avvalendosi anche di tecniche innovative di stampa 3D. Si è dunque proceduto ad opportuni test, migliorie e validazioni dei risultati ottenuti tramite simulazioni e adeguate prove in laboratorio.

Sviluppo e integrazione di sistemi multi-attuativi basati su servo per interfacce robotiche ad alte prestazioni

Assegnista: Giuseppe Terruso
Tutor: prof ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico di Torino
Durata: 1 Giugno 2017 al 31 Maggio 2018
SSD: ING-INF/04 – Automatica
Abstract: L’attività di ricerca ha trattato lo studio preliminare, lo sviluppo e la realizzazione dei sistemi meccatronici di attuazione e relativo controllo per un arto superiore robotico bio-mimetico ad alte prestazioni che garantisca elevate destrezza e agilità. Tra le specifiche di progetto seguite in corso di progettazione troviamo un costo di realizzazione contenuto rispetto alle soluzioni adottate allo stato dell’arte ed un’elevata mobilità e controllo necessari alla riproduzione dei gesti dell’alfabeto dei segni tattile (LISt). Attraverso una fase di valutazione iniziale in base alle specifiche,sono stati selezionati i componenti commerciali e le tecniche di prototipazione più compatibili. A seguito e durante le fasi di sviluppo e realizzazione dei prototipi, sono stati effettuati test sia fisici che simulati, validando le soluzioni impiegate o mettendo in evidenza criticità successivamente corrette. Parallelamente ai sistemi di azionamento interni al braccio, è stato sviluppato e realizzato un modulo necessario ad ospitare la parte esterna del circuito di potenza e le schede elettroniche di controllo. Le fasi finali di collaudo, che hanno riguardato simulazioni e adeguate prove in laboratorio, hanno rimarcato problematiche irrisolte sulla base delle quali sono state sviluppate una serie di soluzioni potenziali previste per gli sviluppi futuri.

Progettazione, sviluppo e validazione di una piattaforma di Cloud Robotics per il controllo remoto e in tempo reale di attuatori robotici
Assegnista: Ludovico Orlando Russo
Tutor: prof ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico di Torino
Durata: 1 Giugno 2017 al 31 Maggio 2018
SSD: ING-INF/04 – Automatica
Abstract:  PARLOMA è un progetto di ricerca che vuole realizzare un sistema di comunicazione a distanza in Lingua dei Segni tattile per persone sordocieche. Il sistema ideato consiste in tre componenti principali:

  1. un sistema di input in grado di eseguire algoritmi di Hand-Tracking
  2. un sistema di output basato su un attuatore robotico antropomorfo in grado di riprodurre i movimenti tracciati
  3. una piattaforma in grado di mettere in comunicazione i due sistemi descritti nei punti (1) e (2). Questo lavoro si concentra nel punto (3), ed ha lo scopo di definire un sistema di Cloud Robotics in grado di gestire i flussi dati tra vari device connessi in rete afferenti al progetto Parloma. La piattaforma consiste di un backend in grado di gestire utenti e dispositivi e di una Cloud Interface da installare all’interno dei dispositivi robotici, in grado di gestire il collegamento con la piattaforma.

Sviluppo e sperimentazione di materiali innovativi per l'integrazione in interfacce aptiche indossabili”, , Prof.ssa Anna Cardinaletti tutor vicario Dr. Calogero Maria Oddo

Assegnista: KUMAR PRAMOD
Tutor: prof.ssa Cardinaletti, tutor vicario prof.ssa Marina INDRI del Politecnico di Torino
Durata: 15 ottobre 2017 – 14 ottobre 2018
SSD: ING-INF/04 – Automatica, IND-IND/34 Bioingegneria Industriale
Abstract: L’attività di ricerca verterà sullo sviluppo di innovativi processi chimico-fisici di fabbricazione di trasduttori da integrare, come sensori o attuatori o dispositivi per il recupero di energia, in interfacce aptiche indossabili.

Modalità epistemica e multimodalità: le espressioni facciali nella LIS

Assegnista: Gianfreda Gabriele
SSD  L-LIN/01 (Glottologia e Linguistica)
Durata: 1 novembre 2017 -  31 ottobre 2018
Tutor: dott.ssa Chiara Branchini
Abstract: Il progetto di ricerca ha l’obiettivo di espandere l’analisi sull’espressione della modalità epistemica nella Lingua dei Segni Italiana (LIS), seguendo categorie nozionali elaborate per le lingue verbali e di recente analizzate in varie lingue dei segni. Verranno studiate le espressioni linguistiche manuali e non manuali attraverso le quali segnanti LIS realizzano specifiche funzioni comunicative: esprimere il loro giudizio rispetto all’affidabilità dell’informazione presentata o rispetto al grado di probabilità che un determinato evento si sia verificato o possa verificarsi. Per la costituzione del corpus verranno considerati video LIS registrati da sordi iscritti a gruppi di discussione di un popolare social network. Particolare attenzione verrà dedicata all’analisi delle espressioni facciali, per le quali manca ancora un’indagine sistematica, utile non solo per una migliore comprensione degli enunciati in lingua dei segni, ma anche per un confronto con gli studi sulla multimodalità nelle lingue verbali.

Letteratura e cultura come strumenti di (auto)formazione nella comunicazione interculturale di dirigenti e quadri di aziende italiane orientate all’import/export”

Assegnista: Sveva Battaglia
Tutor prof. Paolo Balboni
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Durata 1 ottobre 2017 – 30 settembre 2018
Abstract: Nelle aziende con dimensione internazionale i dirigenti e i quadri (italiani che operano con stranieri, stranieri che operano con italiani) hanno bisogno di formazione nella competenze comunicativa interculturale, come ben dimostrato dall’attività di questo Dipartimento negli ultimi 25 anni. Di solito si procede attraverso corsi ad hoc, fornendo poi materiali di riferimento sia scientifico sia operativo, tra cui la mappa mondiale di comunicazione interculturale presente sul sito www.unive.it/labcom.Il progetto che propongo prevede di studiare percorsi che consentano al personale internazionale, di solito di buon livello culturale in quanto almeno laureato, di procedere autonomamente dopo un primo approccio attraverso i corsi istituzionali a riflessioni sulla comunicazione interculturale attraverso film e opere narrative, che possono accompagnare questo personale aziendale durante viaggi e permanenze all’estero.

Lingua e metodologia didattica nell’insegnamento accademico in lingua inglese: due lati della stessa interfaccia”

Assegnista: Ada Bier
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Tutor prof. Carmel Mary Coonan
durata 1 luglio 2017 – 28 febbraio 2018
Abstract: Il Processo di Bologna (1999) ha dato impeto all’internazionalizzazione delle istituzioni universitarie in Europa.
Tra gli ‘sforzi dell’internazionalizzazione’ è da annoverarsi l’insegnamento accademico in lingua inglese, il quale costituisce una sfida per i docenti non anglofoni. Il progetto di ricerca si inserisce in questo quadro e parte dal duplice assunto per cui:

  • insegnare significa comunicare in modo efficace;
  • la comunicazione è un’azione (soprattutto, ma non solo) linguistica.

Si ipotizza che le due dimensioni di lingua e metodologia-didattica non abbiano confini precisi, netti e definiti, ma rappresentino le due componenti dello stesso costrutto, che chiameremo interfaccia lingua-metodologia didattica.
Gli obiettivi della ricerca sono tre:

  1. verificare se l’interfaccia venga attivata dai docenti universitari italiani durante le lezioni accademiche in lingua inglese;
  2. monitorare il grado di consapevolezza dei docenti circa l’esistenza dell’interfaccia lingua-metodologia didattica;
  3. appurare se la riflessione maturata dal docente produca effetti positivi sull’efficacia della prassi accademica in aula.

CLIL (Content and Language Integrated Learning) in MOOC (Massive Open Online Course): un progetto pilota per la formazione a distanza sulla didattica disciplinare tramite lingua minoritaria veicolare” - progetto Interreg. EDUKA 2, 2017-2019

Assegnista: Ada Bier
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Tutor prof. Carmel Mary Coonan
durata 1 marzo 2018 – 28 febbaio 2019
Abstract: L’Assegno di ricerca è legato al Progetto Interreg Eduka 2 intitolato “Per una governance transfrontaliera dell’istruzione”. La ricerca legata all’Assegno andrà a collocarsi all’interno del Progetto Eduka 2 nel Work Package 3.2.4 (Corso di formazione sulla didattica per la promozione della lingua friulana in contesti di insegnamento disciplinare): lo scopo della ricerca sarà di monitorare il processo e valutare gli esiti di un modello di formazione professionale a distanza nella metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning).

Assegnista: Annalisa Brichese
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Tutor dott. Fabio Caon
durata 1 novembre 2017 -  31 ottobre 2018
Abstract:  Il grande afflusso di migranti giovani e adulti ha creato la necessità di approfondire le implicazioni scientifiche per l'insegnamento dell'italiano a studenti analfabeti o bassamente scolarizzati. La letteratura scientifica italiana sul tema non è ampissima e risulta fondamentale elaborare una ricerca sui modelli per l'insegnamento della letto-scrittura negli studi internazionali finalizzata anche all'elaborazione di metodi e tecniche didattiche per facilitare l'apprendimento linguistico in contesti a marcata eterogeneità.

Il modello CLIL (Content and Language Integrated Learning) nell’insegnamento delle lingue minoritarie: progetto pilota per la formazione docenti” - progetto Interreg. EDUKA 2, 2017-2019.

Assegnista: Marcella Menegale
SSD: L-LIN/02 - DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE
Tutor prof. Carmel Mary Coonan
durata 1 ottobre 2017 – 30 settembre 2018
Abstract: L’Assegno di ricerca è legato al Progetto Interreg Eduka 2 intitolato “Per una governance transfrontaliera dell’istruzione”. La ricerca legata all’Assegno andrà a collocarsi all’interno del Progetto Eduka 2 nei Work Packages 3.1.1 e 3.1.3, attraverso una ricerca incentrata su modelli didattici e di formazione per l’insegnamento delle lingue minoritarie, in particolare con l’ausilio del modello CLIL (Content and Language Integrated Learning)

The Shylock Encyclopedia"; disseminazione digitale del progetto Creative Europe "Shakespeare In and Beyond the Ghetto"

Assegnista: Alan Del Piccolo
SSD: L-LlN/1O -LETTERATURA INGLESE o INF-01 INFORMATICA
Tutor prof. Shaul Bassi  tutor vicario prof. Fabio Pittarello
durata 1 dicembre 2017 - 30 novembre 2018
Abstract: Il progetto prevede l'ideazione e realizzazione di una piattaforma digitale (titolo di lavoro: "The Shylock Encyclopedia") adatta alla divulgazione dei principali esiti del progetto Creative Europe 'Shakespeare In and Beyond the Ghetto'. Due storici anniversari hanno coinciso nel 2016: il quarto centenario dalla morte di William Shakespeare e il quinto centenario dalla fondazione del Ghetto ebraico di Venezia, il luogo che ha dato al mondo il concetto di 'ghetto' e sfondo ideale del controverso dramma shakespeariano Il mercante di Venezia. Questo progetto si ispira a questi due eventi per riflettere e rispondere creativamente alla storia europea del razzismo e della tolleranza e alla grande varietà di scambi culturali generati dall'istituzione del Ghetto e dalla storia teatrale della commedia di Shakespeare. Tanto il Ghetto quanto Il mercante sono documenti fondamentalmente ambivalenti della civiltà europea, in quanto strumenti di intolleranza e catalizzatori di cambiamento culturale. Il punto di partenza del progetto è stata la prima messinscena all'aperto del Mercante nel Ghetto. Sono seguite attività di ricerca artistica in quattro paesi diversi nel'arco di tre anni. L'esito finale è la disseminazione dei risultati complessivi attraverso vari media digitali: radio, film, app, e un portale internet pensato per diventare punto di riferimento per tutti coloro che nel futuro vogliano cimentarsi con questo capolavoro teatrale ricco di spunti etici e politici.

La certificazione CeCLIL e l’uso della lingua straniera in ambiente CLIL

Assegnista: Lattanzi Laura
SSD: L-LIN/02 - didattica delle lingue moderne
Tutor:  prof. Graziano Serragiotto
durata 1 dicembre 2017 -  30 novembre 2018
Abstract: Il progetto di ricerca ha come scopo una comparazione tra le competenze richieste nella certificazione CeCLIL e uno studio metodologico del contesto CLIL in ambito scolastico per analizzare come tali competenze siano usate.
Particolare attenzione è quindi posta sull’analisi dell’organizzazione e funzionamento di percorsi educativi CLIL, mettendo a fuoco case study significativi per il progetto.
Per quanto attiene ai criteri di indagine, si considererà in particolare:

  • le competenze del docente di DNL (specifica competenza nella LSV; consolidata formazione metodologica, attestata mediante il possesso della certificazione CeCLIL) e alla sua interazione collaborativa con il docente di LS (che è parte integrante del team CLIL);
  • la scansione modulare (monte ore settimanale; ore di compresenza);
  • l’utilizzo delle tecnologie e dei media (che facilitano l’uso della LS in un contesto di reale comunicazione).

L’italiano L2 nella scuola inclusiva: Una mappatura dei servizi di italiano L2 nelle scuole del territorio pratese

Assegnista: Troiano Giulia
SSD: L-LIN/02 - didattica delle lingue moderne
Tutor:  prof. Graziano Serragiotto
durata 1 dicembre 2017 -  30 novembre 2018
Abstract: Il progetto si propone come obiettivo la mappatura dei servizi presenti sul territorio pratese concernenti l’insegnamento dell’italiano L2 nelle scuole (il cosiddetto “Modello Prato”) per un confronto con altri interventi sul territorio nazionale con l’obiettivo ultimo di delineare percorsi di buone prassi che possano guidare i docenti della scuola del primo e del secondo ciclo d’istruzione attraverso le varie tappe: dall’accoglienza alla rilevazione delle competenze in ingresso alla progettazione per obiettivi linguistico-comunicativi e disciplinari, dalla progettazione alla didattica nel piccolo gruppo e nella classe curricolare, dalla rilevazione delle competenze in uscita alla valutazione del percorso di apprendimento.
Da un punto di vista metodologico, il progetto di ricerca sarà condotto attraverso la metodologia fondata sulla ricerca-azione allo scopo di pervenire all’approfondimento delle seguenti unità di ricerca:

  • individuazione e mappatura dei servizi concernenti l’italiano L2 nelle scuole del territorio nazionale;
  • individuazione e mappatura dei servizi concernenti l’insegnamento dell’italiano come L2 nelle scuole a Prato, in particolar modo i servizi offerti alle scuole attraverso Il Protocollo per l’inserimento degli alunni stranieri e per lo sviluppo interculturale del territorio pratese;
  • monitoraggio nei gruppi e nelle classi per osservare i modelli di insegnamento dei facilitatori linguistici e dei docenti con particolare riferimento alle attività in Apprendimento Linguistico Cooperativo (ALC);
  • rilevazioni delle esigenze didattiche dei docenti e dei facilitatori e conseguente sviluppo di un piano potenziale per l’aggiornamento per l’insegnamento dell’italiano L2 a scuola;
  • valutazione della qualità dell’apprendimento linguistico degli studenti;
  • diffusione dei risultati tramite pubblicazione.

La percezione e l’importanza delle strategie motvazionali tra gli apprendent di lingue Acronimo del progeto EU - Grant n. 

Assegnista: Giacomo Cucinotta    
Durata/Periodo di riferimento per assegni pluriennali: dal 1/12/2017 al 31/8/2018
Tutor/s : Graziano Serragioto
Tipologia di assegno  Assegno su progeto specifco Setore/i Scientfco Disciplinare (SSD) di riferimento: L-LIN/02
Anno di attivazione/eventuale numero annualità di rinnovi: 2017
Abstract e parole chiave in Italiano
La motivazione è fondamentale per determinare il successo dell’apprendimento di una lingua straniera e nell’ultimo decennio la ricerca ha mostrato sempre maggior attenzione ai metodi per migliorare la motivazione degli apprendenti. Le strategie motivazionali si sono rivelate efficaci, ciononostante gli studi empirici che le riguardano sono ancora limitati a pochi contesti.
Questa ricerca indaga la percezione delle strategie nella scuola secondaria di primo grado in Italia. 162 alunni hanno compilato un questionario indicando l’importanza di 50 strategie. I risultati hanno confermato come, anche in contest diversi, certe strategie risultino più rilevanti sia per gli studenti sia per i docenti, in particolare quelle che mirano a creare dinamiche di gruppo e un ambiente positivo all’interno della classe.
Parole chiave: strategie motivazionali, motivazione, buone prassi, linguistica acquisizionale
Abstract e parole chiave in Inglese
Motvaton has a paramount role in determining success or failure in language learning and the last ten years have seen a growing focus on teachers’ major concern of how to enhance students' motvaton. Motvatonal Strategies(MotS) are an efectve soluton, though empirical studies are stll limited to a small number of teaching/learning milieu.
The present study investgates students’ percepton of MotS at a lower secondary school level in Italy. 162 students were asked to complete a questonnaire including 50 MotS to evaluate according to the importance they perceived. The results provided further evidence that some strategies are actually valued more important by teachers and learners from diferent contexts, especially those MotS concerning creatng positve classroom atmosphere and group dynamics.
Keywords: motvatonal strategies, motvaton, good practce, SLA (second language acquisiton)
Obiettivi del progetto
(Specifcare gli obiettivi della ricerca - Eventuali WP di riferimento)
Il presente studio si pone in linea con lo spirito della ricerca sulle strategie motvazionali, ossia un approccio pragmatco ed education-friendly che si propone di fornire ai docent materiale e metodi capaci di motvare lo studente.
In quest’ottica, il principale obiettivo della presente ricerca è quello di individuare le strategie motivazionali che meglio si adattano ad un preciso ambito di insegnamento/apprendimento delle lingue, ampliando a nuovi contest didattici il filone d’indagine aperto da Dornyei e Csizér (1998) e spostando l’attenzione dalla percezione del docente a quella dell’apprendente.

Verso una grammatica della lingua dei segni italiana (LIS): aspetti fonologici, morfologici e sintattici

Assegnista: Lara Mantovan  
Acronimo del progetto EU - Grant n.    SIGN-HUB, grant agreement Nr. 693349
Durata/Periodo di riferimento per assegni pluriennali: dal 01/03/2018 al 20/12/2018
Tutor/s: Dott.ssa Chiara Branchini
Tipologia di assegno: Assegno di ricerca su progetto specifico
Settore/i Scientifico Disciplinare (SSD) di riferimento: L-LIN/01
Anno di attivazione/eventuale numero annualità di rinnovi: dal 01/03/2018 al 20/12/2018 (durata prevista: 12 mesi)
Abstract e parole chiave in Italiano: Durante il progetto è stata effettuata la prima stesura di alcune sezioni della grammatica della lingua dei segni italiana (LIS), che costituisce uno dei principali obiettivi del progetto Horizon 2020 "SIGN-HUB". Il lavoro di ricerca si è focalizzato su alcuni aspetti per i quali non esistevano descrizioni dettagliate nella letteratura scientifica. Gli argomenti che sono stati descritti e documentati sono:

  • i processi fonologici,
  • i determinanti,
  • i quantificatori.

Parallelamente al lavoro di ricerca, un’attenzione particolare è stata rivolta alla disseminazione del progetto SIGN-HUB. I principali risultati raggiunti sono stati divulgati tramite l'organizzazione di eventi mirati, il coinvolgimento degli stakeholders e il costante aggiornamento di specifici canali informativi e promozionali.
Parole chiave:
SIGN-HUB, LIS, grammatica, disseminazione
Abstract e parole chiave in Inglese
During the project, the first draft of some sections of the Italian Sign Language (LIS) grammar was written. This is one of the main goals of the Horizon 2020 project 'SIGN-HUB'. The research focused on some phenomena for which detailed descriptions were not available in the scientific literature. The topics that were described and documented are:

  • phonological processes,
  • determiners,
  • quantifiers.

On a parallel path, particular attention was paid to dissemination activities of the SIGN-HUB project. The main results were disseminated through targeted events, the involvement of stakeholders, and the constant updating of specific informative and promotional channels.
Key words:
SIGN-HUB, LIS, grammar, dissemination

Elaborazione di un modello per la progettazione e gestione di corsi di lingua italiana per studenti cinesi presso Istituzioni accademiche in Cina
Assegnista:
Scolaro Silvia
Tutor: prof. Serragiotto Graziano
Durata: 12 mesi a partire da 01/06/2019; rinnovo per 12 mesi a partire dal 15/07/2020;secondo rinnovo per 12 mesi a partire dal 1/08/2021
SSD: L-LIN/02
Abstract: Il progetto di ricerca mira a realizzare una sperimentazione glottodidattica in Cina con la creazione di un percorso curricolare, di nuovi strumenti e materiali didattici per l’insegnamento dell’italiano LS a studenti adulti sinofoni presso Istituzioni accademiche che da qualche anno sono un punto di rappresentanza dell’Università Ca’ Foscari in Cina.
Per la sperimentazione e la misurazione dei risultati che si intendono funzionali con gli obiettivi e i risultati della ricerca ci si avverrà di tecniche di indagine integrate tra quelle dirette e indirette in modo da porre attenzione ai processi di apprendimento linguistico degli studenti sinofoni e stabilire l’efficacia della pratica didattica sperimentate parallelamente ai progressi linguistici degli studenti.
Il risultato che si attende di conseguire è l’utilizzo di un modello metodologico a tendere per l’insegnamento dell’italiano LS da poter estendere in altri contesti accademici e non.

La didattica delle letterature Ispanoamericane attraverso il fumetto   

Assegnista: Favaro Alice
Tutor: prof. Serragiotto Graziano, tutor vicario prof.ssa Susanna Regazzoni
Durata: 12 mesi a partire da 01/09/2019
SSD: L-LIN/02
Abstract: Il progetto intende studiare le metodologie didattiche dell’insegnamento delle letterature ispano-americane attraverso l’uso del fumetto. Esiste una interessante tradizione culturale latinoamericana, soprattutto argentina, che vede uno stretto rapporto tra letteratura e fumetto. Sono stati trasposti e adattati a fumetti testi ormai classici di autori importanti e rappresentativi di questa realtà culturale, tra cui Horacio Quiroga, Jorge Luis Borges e Gabriel García Márquez. A partire degli studi esistenti sul tema proposto, l’assegnista dovrà analizzare la possibilità dell’uso del fumetto quale strumento attuale e facilitatore dell’insegnamento delle letterature ispano-americane.

Strategie e strumenti per promuovere il processo di internazionalizzazione della didattica dell’italiano come lingua straniera presso istituzioni accademiche e non 

Assegnista: Maugeri Giuseppe Benedetto Maurizio
Tutor: prof. Serragiotto Graziano
Durata: 12 mesi a partire da 01/07/2019
SSD: L-LIN/02
Abstract: L’impegno di ricerca mira a sviluppare nuove modalità di intervento per l’aggiornamento glottodidattico dei docenti di lingua italiana a stranieri presso organizzazioni non accademiche all’estero. Gli intenti della ricerca mirano alla comprensione del sistema di politica linguistica che si verifica all’interno di una particolare istituzione non accademica; altresì si vogliono individuare le soluzioni formative destinate ai docenti che vengono prese da tale istituzione per incrementare la qualità dei processi di insegnamento e di apprendimento dell’italiano a stranieri presso le loro sedi istituzionali.

 

Migrando, arrivare: inclusione, letteratura e scrittura per un progetto destinato alle scuole superiori del Veneto   

Assegnista: De Capitani Lucio
Tutor: prof.ssa Stefania Sbarra, tutor vicario prof. Shaul Bassi
Durata: 12 mesi a partire da 01/09/2019
SSD: L-LIN/13, L-LIN/10
Abstract: Il progetto si colloca all’interno del più ampio progetto regionale IMPACT-VENETO (2018-2020) del FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020, in capo al DSU con la collaborazione del DSLCC e del Center for Humanities and Social Studies, sulla formazione degli insegnanti della scuola secondaria e l’integrazione degli studenti con contesto familiare migratorio. La narrazione letteraria e più in generale lo storytelling come dato antropologico essenziale sarà oggetto di formazione per gli insegnanti e i loro studenti. L’assegnista si occuperà della sensibilizzazione ai temi della multiculturalità in ambito scolastico, avvalendosi delle letterature contemporanee, europee e non. Sceglierà quindi alcuni testi significativi, per commentarli e renderli fruibili ai giovani lettori destinatari finali del progetto in una prospettiva didattica. L’assegnista sarà coinvolto dai docenti impegnati nelle scuole nello svolgimento delle attività previste da IMPACT-VENETO. Provvederà al monitoraggio, alla sintesi e alla disseminazione dei risultati delle attività svolte anche con l’impiego di strumenti digitali.

 

Last update: 19/10/2021