Gli atenei

Study in Venice propone corsi singoli, corsi estivi, corsi di laurea e lauree magistrali, e dottorati nel campo delle arti, della cultura, dell’architettura, del design, della moda, della musica, dell’economia e del commercio, delle lingue e delle scienze in lingua italiana e inglese nel cuore di Venezia presso Ca’ Foscari, Università Iuav, Conservatorio Benedetto Marcello e Accademia di Belle Arti.

Università Ca’ Foscari Venezia

L’Università Ca’ Foscari Venezia è una moderna università leader internazionale dell’istruzione universitaria che si impegna a preparare i suoi studenti alle sfide globali del 21o secolo. L’ateneo veneziano offre percorsi formativi di taglio innovativo che rispondono a standard internazionali, corsi in lingua inglese, doppi diplomi con atenei internazionali, ambiti di studio d’eccellenza in economia e management, lingue e culture, scienze e tecnologia, arti e discipline umanistiche, politiche pubbliche e cambiamenti sociali, studi internazionali e globalizzazione e conservazione e gestione dei beni culturali per offrire eccellenza accademica, interdisciplinarità e pensiero critico.

Ca’ Foscari accoglie importanti figure accademiche da tutto il mondo, vanta una comunità internazionale di scienziati riconosciuti, politici ed economisti di alto profilo, scrittori e figure di rilievo in tutte le discipline e ha ospitato più volte nelle sue aule interventi di premi Nobel. L’Ateneo è inserito tra i migliori 150 al mondo per ‘Modern Languages’ e tra i 250 per ‘Linguistics’ e ‘Economics & Econometrics’, ed è la terza università statale in Italia per qualità della ricerca secondo la Valutazione dell’ANVUR, l’Agenzia nazionale per la valutazione del sistema universitario e della ricerca. Con oltre 800 attività culturali e scientifiche organizzate ogni anno, Ca’ Foscari è un polo di produzione culturale a Venezia e in tutt’Italia. Partecipa alla Venice International University, rete internazionale di università che condividono la splendida isola di San Servolo come Campus, propone attraverso la Summer School attività organizzate con prestigiose università internazionali quali Harvard e Columbia, sostiene il Collegio Internazionale, e con U4Refugees offre a studenti e ricercatori rifugiati un programma di accoglienza a Venezia. Inoltre Ca’ Foscari si impegna con i suoi studenti e con l’ambiente, quale Ateneo più ‘green’ d’Italia e nei primi 65 della classifica internazionale, e primo Ateneo d’Italia per merito per quanto riguarda l’assegnazione del Fondo di Finanziamento Ordinario 2016.

Università Iuav di Venezia

Tra le prime Scuole di architettura italiane (nasce nel 1926), l’Università Iuav di Venezia è una università speciale, l’unica in Italia a offrire una formazione completa nelle discipline del progetto: architettura, urbanistica e pianificazione, design e multimedia, moda, arti visive, teatro.

Forte di una tradizione riconosciuta internazionalmente, al passo con i processi di trasformazione in atto nel mondo, Iuav si distingue per un metodo didattico efficace e innovativo, che include esperienze laboratoriali e workshop intensivi condotti da docenti e professionisti di fama internazionale.

L’offerta formativa Iuav propone 5 corsi di laurea triennale e 7 di laurea magistrale oltre a 25 master, 2 corsi di perfezionamento, una Scuola di Specializzazione e una Scuola di dottorato con 8 curricula.

La ricerca Iuav investe una costellazione di temi che riguardano – tra gli altri – architettura dei luoghi e arte del costruire, conservazione, paesaggio, città e ambiente, heritage, storia e restauro, progettazione sostenibile, nuove frontiere del design, il progetto nella moda, teoria delle immagini, teatro.

L’ateneo dispone di un sistema di laboratori altamente specializzati, a disposizione della committenza esterna, e di un patrimonio bibliotecario che è punto di riferimento a livello nazionale per le discipline progettuali.

Sono in corso programmi di scambio internazionale con 130 atenei europei per la promozione della mobilità di studenti, ricercatori e docenti, oltre a relazioni di cooperazione e scambio con enti e atenei extraeuropei con cui Iuav ha stipulato oltre 60 convenzioni.

Hanno fatto la storia della nostra Università voci autorevoli nel campo dell’architettura, della pianificazione, dell’arte e del design: Le Corbusier, Louis Kahn, Frank Lloyd Wright, Carlo Scarpa, Carlo Aymonino, Manfredo Tafuri, Vittorio Gregotti, Gino Valle, Aldo Rossi, Giovanni Astengo, Giancarlo De Carlo, Tadao Ando e Richard Serra.

Conservatorio Benedetto Marcello

Il Conservatorio di Benedetto Marcello è tra i più ricchi di storia in Europa: venne fondato nel 1876. La sede è Palazzo Pisani, a poca distanza da Piazza San Marco e dal Ponte di Rialto. Gli ambienti decorati e affrescati nel '700, gli scaloni monumentali, i preziosi dipinti, contribuiscono a formare un ambiente ideale per lo studio della musica. Numerosi sono gli spazi destinati ad aule di lezione e di studio, con sale apposite per le esercitazioni orchestrali e corali. La dotazione strumentale è ricca e di pregio. La scuola di musica elettronica, fondata da Giuseppe Sinopoli, dispone di apparecchiature continuamente aggiornate. A fianco delle discipline tradizionali, ampia è l’offerta di corsi di musica antica.

La biblioteca è tra le più importanti d’Italia e annovera circa 50.000 volumi; esiste un Museo che conserva strumenti antichi, manoscritti e cimeli d’epoca, compresi oggetti donati da Richard Wagner.

Il Conservatorio, oltre ad un’importante attività didattica che attira allievi da ogni parte del mondo, organizza laboratori, seminari e master classes e svolge un’intensa attività di produzione artistica e di ricerca. L’interscambio con altri stati della Comunità Europea, grazie ai Progetti Erasmus e Leonardo, è assai vivace. L’essere il Conservatorio di una città internazionale come Venezia, a spiccata vocazione culturale, consente collaborazioni con il Teatro La Fenice, il Teatro Comunale di Treviso, La Biennale, la Fondazione Cini, l’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, l’Ateneo Veneto e altri Enti ancora. Per questo le opportunità professionali, al termine degli studi, si presentano già a partire dall’ambiente veneziano.

Nel corso della sua storia il Conservatorio veneziano è stato diretto da figure come Marco Enrico Bossi, Ermanno Wolf-Ferrari, Gian Francesco Malipiero, Ugo Amendola e vi hanno insegnato i più importanti compositori e musicisti italiani. Il Benedetto Marcello mantiene intatta una tradizione di rigore, disciplina e selettività che è da sempre all’origine del suo prestigio.

Accademia di Belle Arti

L’Accademia di Belle Arti di Venezia è una delle più antiche Accademie d’Italia, avendo iniziato la sua vita nel 1750 nella sede di S. Marco al “Fontegheto de la Farina”; il primo Presidente fu Giovan Battista Tiepolo
A tutt’oggi l’Accademia di Belle Arti di Venezia è una delle più prestigiose ed efficienti Accademie italiane per quanto concerne l’attività didattica e di ricerca.
Vi hanno insegnato prestigiosi artisti come Arturo Martini, Virgilio Guidi, Alberto Viani, Emilio Vedova per citarne solo alcuni.
L’Accademia possiede un ingente patrimonio archivistico librario  conservato nella Biblioteca e nell’Archivio Storico, patrimonio recentemente informatizzato e reso fruibile a studiosi e giovani ricercatori. Esso è composto da libri antichi, disegni e incisioni di grande rilevanza storico-artistica.

L’Accademia intrattiene rapporti internazionali con le più prestigiose università europee e istituzioni di alta cultura, promuove attività di didattica e di ricerca artistica con importanti Nazioni europee ed extra europee; organizza mostre, eventi culturali, convegni in collaborazione con le più significative Istituzioni universitarie e culturali nazionali ed internazionali.
Offre ai suoi studenti Diplomi di primo e Secondo Livello in Pittura, Scultura, Decorazione, Grafica d’Arte, Scenografia, Nuove Tecnologie per le Arti, organizzando inoltre master, workshop e tirocini formativi.

Oltre agli spazi della sede centrale collocata alle Zattere, ex Ospedale degli Incurabili (progettato dal Sansovino), l’Accademia dispone di spazi didattici situati nell’isola di San Servolo e a Forte Marghera.
Inoltre dispone di uno spazio espositivo di rilevanza storica completamente ristrutturato e situato alle Zattere poco distante dalla sede centrale dell’Accademia: Magazzino del Sale n.3.