Destini incrociati. Teatro in carcere in Italia e nel mondo

Si è conclusa con successo la nona edizione della rassegna nazionale di teatro in carcere

Il teatro in carcere è stato protagonista a Ca’ Foscari in tre giornate, dal 23 al 25 novembre 2022, che hanno coinvolto studiosi, docenti e volontari in tavole rotonde, incontri, proiezioni, laboratori e spettacoli teatrali: un progetto articolato, in grado di restituire l'ampio panorama delle attività didattiche e creative rivolte ai detenuti, grazie al lavoro dei professionisti del settore.

La manifestazione ha confermato il grande valore dell'iniziativa, riflettendo sull'importanza dell'attività teatrale nei luoghi di reclusione e dei suoi effetti di benessere sociale sulle persone che li abitano.

La rassegna viene organizzata dal Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere ogni anno in una città diversa. Quest’anno si è svolta a Venezia, grazie al coinvolgimento del Centro Studi sui Diritti Umani del Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali (CESTUDIR) dell'Università Ca'​ Foscari Venezia e al sostegno della Fondazione di Venezia. “Destini incrociati. Teatro in carcere in Italia e nel mondo” è stata organizzata con il sostegno del MIBACT, il partenariato del Ministero della Giustizia e del ITI – UNESCO e la collaborazione del Comune di Venezia.

Significativa per l’iniziativa è stata la collaborazione con Balamòs Teatro, l’associazione culturale che promuove la funzione sociale del teatro, portandolo nelle scuole, nei penitenziari, nei luoghi di cura delle tossicodipendenze e dei disturbi psichici e che dal 2006 opera nelle carceri veneziane con il progetto “Passi sospesi”.

Balamòs Teatro ha partecipato alla rassegna con lo spettacolo “Voci e suoni da un’avventura leggendaria” diretto dal regista Michalis Traitsis, con le detenute della Casa di reclusione femminile della Giudecca insieme ad alcuni alunni della scuola media "Torquato Tasso” di Ferrara.

Inoltre, Balamòs Teatro ha curato la mostra “Scatti sospesi” presso la sede di Fondazione di Venezia. L’esposizione è un lungo viaggio attraverso le fotografie dei 16 anni del progetto “Passi sospesi".

Tra gli spettacoli andati in scena presso l’Auditorium Santa Margherita dell’Università Ca’ Foscari Venezia, “I passeggeri” della Compagnia della Casa Circondariale di Brindisi e della Compagnia d’arte dinamica AlphaZtl; “Testimoni oltre” della Compagnia Lo Spacco della Casa Circondariale di Pesaro e del Teatro Universitario Aenigma, con la regia di Francesco Gigliotti; “Al limite” della Casa Circondariale di Las Palmas (Spagna), con la regia di G. Isoardi.

La rassegna “Destini Incrociati. Teatro in carcere in Italia e nel mondo” è stata inoltre arricchita da tavole rotonde, incontri, proiezioni e laboratori che hanno coinvolto studiosi, docenti e volontari.