Al via i progetti Ecopolimeri e PHOENIX-P2G

Sono in dirittura di arrivo gli impianti pilota dei progetti cofinanziati dal Programma Operativo Regionale – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR FESR) grazie al supporto del C4S - Center for Sustainability, il centro di ricerca che opera nell’ambito della sostenibilità e della circular economy, coordinato dal prof. Antonio Marcomini di Fondazione Università Ca’ Foscari.

Diversi sono i progetti di trasferimento tecnologico sviluppati nell’ambito dell’Azione 1.1.4 “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi” a sostegno di aggregazioni d’impresa  attualmente in fase di sviluppo grazie al supporto del C4S - Center for Sustainability, il centro di ricerca che opera nell’ambito della sostenibilità e della circular economy, coordinato dal prof. Antonio Marcomini di Fondazione Università Ca’ Foscari.

Il progetto Phoenix-P2G si occupa della ricerca industriale di un nuovo processo biologico per la riconversione della CO2 in biometano.

Il progetto vede la collaborazione sinergica di aziende venete particolarmente attive nel settore ambientale e nella ricerca quali la società capofila Gianmarco Vetrocoke Engineering S.r.l., azienda storica nell’ambito del trattamento dei fumi industriali e nel recupero della CO2 con vari brevetti e un know-how specifico, Unitech S.r.l., società all’avanguardia nella progettazione di impianti a ultrasuoni, RCV Vania Impianti S.r.l., società esperta in impiantistica termoidraulica ed elettronica industriale e Veritas S.p.A., multiutility specializzata nel trattamento di acque e rifiuti nella Provincia di Venezia.

All’interno di questa eccellenza di imprese del tessuto regionale, si inserisce l’importante contributo di Fondazione Università Ca’ Foscari, tramite il C4S-Center for Sustainability. Il progetto, iniziato il 03/08/2019, terminerà nel luglio 2021.

Altro promettente progetto è “Ecopolimeri”, un’attività di sviluppo sperimentale dedicata alla messa a punto di un impianto pilota per la produzione di biocompositi a base di biopolimeri e fibre ligno-cellulosiche marine derivante dalla Posidonia oceanica reperita nello spiaggiato e che saranno utilizzati per la produzione di manufatti destinati al comparto calzaturiero, florovivaistico e degli shopper compostabili.

A Ecopolimeri collaborano importanti aziende del tessuto industriale veneto come Veritas S.p.A., Luxstamp S.a.s. di Masiero Mauro & C. e Gallo Plastic S.r.l. Il progetto, iniziato il 03/08/2019 terminerà nel luglio del 2021.

Guarda nel dettaglio le informazioni dei progetti nella pagina dedicata.