Scheda del corso

Anno Accademico di riferimento: 2021/2022

Livello del titolo di studio

Laurea

Classe

L-5 (Filosofia)

Regolamenti

Il regolamento didattico del corso di studio ne specifica gli aspetti organizzativi: obiettivi formativi, modalità di accesso, piano di studio, esami, prova finale, sbocchi occupazionali, ecc. Per tutta la carriera universitaria, gli studenti devono fare riferimento al regolamento didattico in vigore al momento della propria immatricolazione.

Sede

Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali, Malcanton-Marcorà, Dorsoduro 3484/D, Venezia 30123
Per informazioni contattare il Campus Umanistico,  campus.umanistico@unive.it

Referente

Prof. Giorgio Cesarale (coordinatore del Collegio didattico,  giorgio.cesarale@unive.it)

Lingua

Italiano

Modalità di accesso

Libero.
Contingente riservato a studenti stranieri non comunitari residenti all'estero: 15 posti.

Le modalità di accesso sono consultabili nella pagina dedicata all'ammissione al corso.

Requisiti di accesso

L'accesso ai corsi di laurea richiede il possesso di un'adeguata preparazione iniziale: per ogni percorso vengono definite le conoscenze che si ritiene lo studente debba necessariamente possedere per immatricolarsi, ovvero per seguire proficuamente il corso di studio. Tali conoscenze possono essere verificate anche prima dell'immatricolazione.

L'esito negativo della verifica non preclude la possibilità di immatricolarsi al corso prescelto ma assoggetta lo studente al cosiddetto Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA), ossia all'obbligo di colmare le lacune nella propria preparazione di base attraverso apposite attività organizzate dall'Ateneo.

Accesso con titolo estero

I candidati in possesso di qualifica internazionale devono aver conseguito un diploma di studi secondari dopo almeno 12 anni di scolarità. La prevalutazione del titolo è obbligatoria secondo modalità e scadenze disponibili sul portale di ateneo.

Corso di studio in breve

l Corso di Laurea mira all'apprendimento critico delle principali tematiche e problematiche filosofiche nel loro sviluppo storico, nella loro dimensione teoretica e nelle loro connessioni con altre discipline e ambiti di ricerca (storia della scienza, psicologia, scienze umane, scienze della formazione, discipline artistiche). Particolare attenzione è riservata alla conoscenza dei testi filosofici e all'acquisizione critica dei modi e delle forme dell'argomentare filosofico. I laureati triennali sono indirizzati in primo luogo alla specializzazione nel campo della ricerca e della didattica filosofica e della formazione. Potranno comunque accedere ai seguenti ambiti lavorativi e di responsabilità: ricerca, selezione e formazione del personale per aziende ed enti pubblici; organizzazione di attività culturali per biblioteche ed enti locali. Altre possibili occupazioni sono nell'editoria, nella comunicazione multimediale, nel marketing e nella pubblicità.

Curricula/percorsi

  • Filosofia
  • Filosofia e storia
  • Filosofia e scienze umane

Profili professionali

I laureati in Filosofia sono indirizzati in primo luogo verso la specializzazione nel campo dell’analisi filosofica, sociale e delle scienze della formazione. D'altra parte, come risulta dai dati recentemente forniti dal sistema informativo AlmaLaurea, i titolari della laurea di primo livello in Filosofia si segnalano per la notevole duttilità occupazionale. Chi non intendesse proseguire gli studi per il conseguimento della Laurea Magistrale, troverebbe comunque buone possibilità di accesso, valorizzando la specificità dei diversi curricula, nei seguenti ambiti lavorativi: ricerca, selezione, gestione e formazione del personale nelle aziende e negli enti pubblici; organizzazione dei servizi bibliotecari e di eventi culturali in enti locali e fondazioni; editoria-libreria tradizionale e multimediale; giornalismo e pubblicità; produzione, ricezione e comunicazione delle arti; analisi e formazione politico-professionale.

È possibile anche l'accesso a master universitari di primo livello legati alla filosofia e alla pratica filosofica così come quelli della scienza della formazione e cognizione.

Per quanto concerne l'insegnamento nelle scuole e nei licei, le normative attualmente in vigore prevedono che al triennio debba aggiungersi il biennio specialistico e l'abilitazione.

Modalità di frequenza

Libera

Esami di profitto e prova finale di laurea

L'attività formativa prevede lezioni frontali, attività seminariali, ricerche propedeutiche e laboratori al fine di acquisire conoscenze, competenze e abilità capaci di aprire al mondo del lavoro.
Durante tutto il percorso universitario le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto scritti e orali.
La prova finale consiste nella stesura di un elaborato/tesi seguito e valutato da un docente-relatore e da un docente-correlatore. In parziale deroga alle norme generali la prova si conclude con una breve discussione orale in presenza dello studente.

Accesso a studi successivi

Master di I livello e Laurea Magistrale.

Last update: 21/04/2021