Eloisa Manera

violino / elettronica

Rondine

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

domenica 29 ottobre
14.30 Ca’ Pesaro - Galleria Internazionale d’Arte Moderna

 

Rondine è un lavoro discografico in solo nato per testimoniare le innumerevoli migrazioni della musicista: sette tracce tra suggestioni ambient, echi di Bartok filtrati dal minimalismo di Steve Reich, dialoghi tra field recording urbani e le risonanze del violino. Appunti di viaggio che generano e attraversano paesaggi molto diversi tra loro: dalle onde di grano nelle terre di Don Chisciotte, al barocco intravisto tra le nebbie di una Venezia; dai conversari giocosi di un ‘900 fantastico, ai giochi antichi di bimbi nella Sicilia spagnola; la frenesia vitale nei vagoni affollati o solitari della metropolitana di New York e la serenità inquieta del tramonto in cui il XX secolo trascolora in un altrove attuale. Il live di questo progetto permette alla musicista di sganciarsi dalla partitura scritta per reinterpretare, improvvisare e rielaborare il materiale di partenza.

 

 

Biografia

Violinista compositrice improvvisatrice italospagnola con una forte formazione classica, si sta affermando sempre più nell'ambito della musica jazz e creativa. Diplomata al Conservatorio di Venezia, conclude brillantemente due bienni superiori: uno classico a Cremona e uno in musica jazz al Conservatorio di Milano. Dedita alla sperimentazione, all'arte e all'interesse per il carattere antropologico-migratorio della musica, come dimensione artistica catalizzatrice di culture diverse, si dedica alla musica da sempre con grande curiosità e dedizione. Vanta importanti collaborazioni e interessanti incisioni discografiche che vanno dall'orchestra al solo, al quartetto, dalla classica al pop, dal jazz alla contemporanea. Negli ultimi anni i recenti lavori a suo nome riguardano un lavoro in solo con l'uso di elettronica (Rondine) e un progetto ispirato alle Città Invisibili di Calvino con un Ensemble di 8 elementi.
Eloisa Manera ha suonato con Herbie Hancock, Karl Berger and Ingrid Sestro, Ralph Alessi, Chris Cutler, Keith and Julie Tippett, Mike and Kate Westbrook, Adam Rudolph, Cyro Baptista, Noa, Skin, Dolores O'riordan (The Cranberries), Enrico Intra, Roberto Cecchetto, Andrea Dulbecco, Mario Marzi, Simone Zanchini, Marco Remondini, Felice Clemente, Tony Arco, Roberto Zanisi, Gianluca Di Ienno, Marco Vaggi, Ferdinando Faraò, Danilo Gallo, Dudu Kouatè, Emanuele Parrini, Giacomo Papetti, Emilio Galante, Massimo Giuntoli, Gianluca Barbaro, Tito Mangialajo Rantzer e molti altri.
La troviamo in dischi con: Paolo Fresu, Mario Brunello, Karl Berger, Giovanni Falzone, Tino Tracanna, Roberto Cecchetto, Pasquale Mirra, Gabriele Mitelli, Piero Bittolo Bon, Massimiliano Milesi, La Crus, Marlene Kuntz, I Mercanti di Liquore, Malika Ayane, Carlo Nicita, Walter Buonanno Bonnot, Yigit Ozatalay, John Ehlis, Sana Nagano, Amalia Lopez Chueca, Mikko Inannen, Yasuno Katsuki, Kresten Osgood, Francesco Chiapperini, Filippo Sala Chris Cutler, Giovanni Sollima.
Ha suonato in occasione di: The Stone (NY), Clusone Jazz, Torino Jazz Festival, Mantova Jazz, San Fermìn Jazz Festival (Pamplona), Hudson River Jazz Festival (USA), Teatro alla Scala, Bergamo Jazz, Stradivari Festival, Trentino in Jazz, Taphros jazz, Iseo Jazz, Teatro romano di Aspendos (Turchia), Ad Alta Voce, Lampi, Notturni, Suoni Mobili, Mantova Festival della Letteratura, Da vicino nessuno è normale, Collisioni, Teatro Morlacchi (Perugia), Gallarate Jazz, San Fedele Musica, Nardis jazz club (Istanbul), Sala Clamores jazz (Madrid), Museo del '900 (Milano), Museo Napoleonico (Roma), Jazz en el CAAC (Siviglia), Teatro degli Arcimboldi, Novara Jazz, Ah Uhm, Il Ritmo delle Città, Sile Jazz, Teatro Vittorio Alfieri (Asti), Fasano Jazz, Brianza Open Jazz, Musei in Musica (Cremona), Auditorium Rai (Palermo).

www.eloisamanera.com