Industria e Servizi - Retail & Lifestyle

Edizione 2019

L'edizione 2019 del Career Day Industria e Servizi / Retail & Lifestyle si terrà il 19 novembre presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista (San Polo 2454, 30125 Venezia).

A chi si rivolge? Quali opportunità può offrire?

Il Career Day Industria e Servizi Retail&Lifestyle è un evento di recruiting che vede protagoniste nella stessa giornata alcune tra le principali realtà che lavorano in questi due settori di business.
L'obiettivo dell'evento è favorire il contatto diretto fra le aziende che operano a vario titolo o che ricercano profili professionali in questi settori e gli studenti, laureandi e laureati cafoscarini che si apprestano a fare il loro primo ingresso nel mondo del lavoro.
I partecipanti potranno conoscere personalmente i responsabili delle aziende presenti visitando i loro desk, svolgere brevi colloqui e consegnare il proprio curriculum vitae.

Le aziende che ad oggi parteciperanno all'evento sono:

Industria e Servizi
Banca Finint, BDO, BIP - Business Integration Partners, BNP Paribas, Bucintoro Viaggi, Capgemini Italia, Crowe AS, De' Longhi Group, DELOITTE, Electrolux Professional, EY, Fiorital, Generali, Italgas, KPMG, Méthode, Pixartprinting, Poste Italiane, Previnet, Prometeia, PwC, SACE, San Marco Group, SAVE, Stevanato Group, The Nice Group, UMANA, UniCredit, Vodafone Italia
Retail & Lifestyle
Aspiag Service - Despar Nordest, Benetton Group, Decathlon Italia, Gottardo, L’Oréal Italia, Lagardère Travel Retail, Lidl Italia, Luxottica, Marcolin, MONCLER, OTB, OVS, PAM Panorama


Le storie

L'esperienza di chi ha trovato lavoro tramite i Career Day.

Enrico Bresolin (Laurea Magistrale in Economia e Finanza)

Raccontaci brevemente il tuo percorso di studi a Ca’ Foscari.

Ho avuto il mio primo contatto con Ca’ Foscari durante l’ultimo anno del liceo scientifico, partecipando ad alcune presentazioni tenute da ex studenti presso il mio istituto. Nel 2012, spinto dall’interesse per le discipline economiche, ho deciso di iscrivermi al corso di Laurea Triennale in Economia e Commercio, visto che le mie conoscenze in tale ambito erano assai scarse. Durante l’ultimo anno ho capito che l’ambito che più mi interessava e affascinava era quello finanziario, così ho proseguito i miei studi magistrali frequentando il corso di Economia e Finanza, terminato con successo nell’ottobre del 2017.

Conoscevi già Generali? Attraverso quali step sei entrato a far parte del team?

Ovviamente Generali Italia SpA mi era ben nota, sia per la sua diffusione sul territorio sia per i contatti avuti durante la partecipazione ad edizioni precedenti del Career Day (come ad esempio il Finance Day). Dopo aver presentato il mio CV ai recruiters durante il Career Day, sono stato contattato dai referenti HR per un primo colloquio conoscitivo e per avere un quadro delle posizioni affini al mio profilo. Successivamente è iniziato il vero e proprio iter selettivo, composto da due colloqui tecnico/conoscitivi, il primo con la persona che ora dirige il mio ufficio e il secondo con il Chief Officer dell’ area. Ho poi sostenuto una serie di test online psicoattitudinali e tecnici, volti a verificare nozioni di lingua inglese e di matematica. Infine, ho svolto un ultimo colloquio con i referenti HR per valutare le mie soft skills e avere un ritorno sull’esito dell’intero processo.

Cosa diresti ad un ragazzo che si trova ad affrontare i primi colloqui di lavoro?

Un consiglio che mi sento di offrire a seguito della mia esperienza è di essere il più possibile naturali con i recruiters e, anche se non è semplice, di evitare di farsi cogliere dall’agitazione e dall’emozione. Spesso ci si scorda che il primo colloquio è frequentemente un colloquio conoscitivo: chi ci intervista cerca di valutare il tipo di persona con cui sta dialogando, non tanto le sue competenze tecniche, e se valga la pena intraprendere un iter di selezione. Saper essere sé stessi e saper comunicare cosa si vuole (non solo cosa si sa) è fondamentale.

Sei soddisfatta/o della tua preparazione universitaria? Quanto ti è utile nel lavoro di tutti i giorni?

Ho riscontrato che le conoscenze che l’università fornisce sono molto apprezzate nel mio ambito lavorativo (specialmente competenze di carattere statistico-matematico e di utilizzo di software specifici per queste materie), non solo quelle di carattere tecnico. È positivamente valutata soprattutto la voglia di mettersi in gioco, di saper affrontare situazioni problematiche e di essere disposti ad imparare. Sono queste caratteristiche, che l’Università aiuta a coltivare, ad essere apprezzate.

Di cosa ti occupi attualmente? Come si svolge una tua “giornata tipo”?

Sono inserito nell’ ufficio di Risk Management No Life Underwriting Risk, che si occupa della gestione del rischio e del calcolo dei requisiti di capitale relativi alle esposizioni della compagnia per polizze con copertura nel ramo danni. Personalmente seguo l’operatività connessa alla gestione del rischio derivante da eventi naturali catastrofali. Un aspetto molto stimolante è l’assenza di una routine: ovviamente l’attività dell’ufficio è sottoposta a scadenze da dover rispettare ma attività impreviste, richieste urgenti, predisposizione di report e analisi dei dati utilizzati nell’alimentazione dei modelli attuariali si alternano in modo dinamico, anche se non sempre è facile gestire le diverse richieste, a volte simultanee e di pari urgenza.

Giada Alessi (Sviluppo Economico dell’Impresa – Indirizzo impresa e Mercati Globali)

Raccontaci brevemente il tuo percorso di studi a Ca’ Foscari

La mia scelta si è basata sul desiderio di dare continuità al percorso economico-aziendale e linguistico intrapreso alle scuole superiori. Ecco perché alla Triennale ho scelto Commercio Estero e alla Magistrale Sviluppo economico e dell'impresa con indirizzo Impresa e mercati globali.

Cosa ti ha spinta a partecipare al Career Day? A quali altre iniziative del Career Service avevi aderito?

Sicuramente il fatto che fossi laureata da pochi giorni e che fosse ora di entrare nel mondo de lavoro. Ho pensato potesse essere un trampolino di lancio per iniziare a farmi conoscere o comunque per mettermi alla prova nei colloqui. Avevo anche partecipato all'incontro di Umana per la redazione del CV e per prepararsi al meglio ai colloqui di lavoro.

Tre consigli vincenti per arrivare preparati al giorno dell’evento.

Scegliere solo un range di aziende al quale si è realmente interessati, tenendo conto anche della distanza; sapendo che molte aziende possono richiedere il trasferimento all’estero, è necessario fare una prima valutazione personale, pensando se si è più portati per un lavoro in una sede fissa o se si è disposti a muoversi frequentemente; informarsi prima dell’evento sui profili richiesti dalle aziende e capire se si è effettivamente compatibili con le loro necessità, attraverso il materiale informativo messo a disposizione dal Career Service. Data la grande quantità di studenti e laureati, è necessario anche capire la collocazione delle aziende prescelte all’interno delle sale, per andare dritti al punto e far subito colpo sui i recruiter nei pochi minuti di tempo che ciascuno ha a disposizione.

Conoscevi già Confartigianato? Come si è svolto il tuo inserimento?

Conoscevo Confartigianato solo di nome in quanto associazione di categoria.  Solo dopo ho scoperto che, attraverso le società ad essa collegate, offre una grande quantità di servizi alle aziende del territorio (relativi a sicurezza, ambiente, internazionalizzazione, Caf, ecc.) Il mio inserimento si è svolto attraverso un tirocinio formativo post lauream di 6 mesi in ambito amministrativo in F.A.I.V., una delle società sorelle di Confartigianato, che si è poi trasformato in un lavoro a tempo determinato.

Di cosa ti occupi attualmente? Racconta una tua “giornata tipo”.

Ora lavoro in amministrazione nell’Area Sviluppo Organizzativo e Controllo, e mi occupo della contabilità di Confartigianato e di Spa.Vi, una delle società "sorelle". 
La mia giornata inizia alle 8.30 e termina alle 17; mi occupo sia del ciclo passivo che attivo, oltre all'ordinaria contabilità di cassa e banca predispongono prospetti contabili di tipo finanziario per analizzare l'andamento dei flussi. Inoltre, contribuisco alla riorganizzazione dei dati e delle procedure legata all’utilizzo del nuovo software di gestionale contabile.

Sei soddisfatta della tua preparazione universitaria? Quanto ti è utile nel lavoro di tutti i giorni?

Si, ed è stata fondamentale per svolgere il mio lavoro, soprattutto per la parte economica, ma anche gli altri insegnamenti (ad esempio marketing, diritto e imprenditorialità) mi hanno permesso di avere una visione d'insieme per comprendere il funzionamento delle aziende.

Gloria Tonasso (Amministrazione, Finanza e Controllo)

Raccontaci brevemente il tuo percorso di studi a Ca’ Foscari

Il mio percorso di studi a Ca’ Foscari è iniziato nel 2012, con l’iscrizione al corso di Laurea Triennale in Economia Aziendale, per approfondire le tematiche economiche studiate alle scuole superiori.

Una volta conseguito il titolo, mi sono iscritta al corso di Laurea Magistrale in Amministrazione, Finanza e Controllo, per poter ampliare e consolidare le mie conoscenze in ambito economico e finanziario. Inoltre, grazie a Ca’ Foscari e al programma Overseas, ho avuto l’opportunità di trascorrere un periodo di studi all’estero, dove ho avuto la possibilità di frequentare corsi in lingua e sostenere alcuni esami. Ad oggi, posso ritenermi soddisfatta della mia carriera universitaria.

Cosa ti ha spinta/o a partecipare al Career Day dello scorso anno? A quali altre iniziative del Career Service avevi aderito?

Dato che stavo per terminare il mio percorso universitario, ero intenzionata a cominciare a valutare le varie opportunità di inserimento lavorativo e il Career Day Industria e Servizi era l’occasione ideale per farlo. A mio parere, queste iniziative sono molto utili agli studenti, in quanto permettono loro di entrare in contatto con le aziende in cui potrebbero lavorare in futuro e di valorizzare le proprie qualità e caratteristiche, al fine di affrontare nel modo migliore i colloqui ed entrare con successo nel mondo del lavoro.  

Tre consigli vincenti per arrivare preparati al giorno dell’evento.

Per arrivare preparati al giorno dell’evento è necessario: aggiornare il proprio CV e farne alcune copie; informarsi sulle aziende presenti all’evento, per scegliere consapevolmente a chi consegnare il CV in base alle proprie aspirazioni lavorative; presentarsi ai desk ponendosi in modo sicuro e cercando di valorizzare le proprie qualità.

Conoscevi già PwC? Attraverso quali step sei entrato a far parte del team?

Personalmente conoscevo già Pwc e grazie al Career Day ho avuto la possibilità di lasciare il mio CV ai recruiter. Alcune settimane dopo ho iniziato il percorso di selezione, che ho superato positivamente. Mi è stato quindi proposto uno stage della durata di 4 mesi a scopo di assunzione, e al termine dello stage sono stata inserita nel team per occuparmi di audit.

Le 3 principali soft skills che a tuo parere richiede oggi il mercato del lavoro.

 Il mercato del lavoro è in continua evoluzione e, nonostante le conoscenze tecniche siano ancora importanti, entrano sempre più in gioco le cosiddette soft skills, cioè l’insieme delle abilità sociali e gestionali, delle capacità e degli atteggiamenti professionali. A mio parere, le principali soft skills che non possono mancare sono la flessibilità, la capacità di lavorare in gruppo e la capacità di saper motivare e valorizzare le competenze di ogni membro del team: acquisire queste competenze consente di maturare professionalmente e di dare il meglio di sé nel lavoro.

Last update: 02/09/2019