Festival Internazionale
di Letteratura a Venezia
3 6 Aprile 2019

Bibliografia italiana

Storia di Ásta, trad. di Silvia Cosimini, Iperborea, 2018;

Grande come l’universo, trad. di Silvia Cosimini, Iperborea, 2016;

I pesci non hanno gambe, trad. di Silvia Cosimini, Iperborea, 2015;

Il cuore dell’uomo, trad. di Silvia Cosimini, Iperborea, 2014;

Luce d’estate ed è subito notte, trad. di Silvia Cosimini, Iperborea, 2013; 

La tristezza degli angeli, trad. di Silvia Cosimini, Iperborea, 2012;

Paradiso e Inferno, trad. di Silvia Cosimini, Iperborea, 2011.

Jón Kalman Stefánsson ISLANDA

Venerdì 5 aprile — ore 17.30 — Auditorium S. Margherita Ca' Foscari

 

Jón Kalman Stefánsson è nato a Reykjavík nel 1963. Ex professore e bibliotecario, negli ultimi anni ha creato un affascinante universo narrativo in una serie di romanzi e racconti collegati tra loro. Quattro di queste opere sono state nominate al Premio del Consiglio Nordico. Nel 2005 ha ricevuto il Premio Islandese per la Letteratura per il suo romanzo Luce d’estate ed è subito notte (Iperborea, 2013). La "trilogia del ragazzo", che include Paradiso e Inferno (Iperborea, 2011), La tristezza degli angeli (Iperborea, 2012) e Il cuore dell’uomo (Iperborea, 2014), ha segnato il suo esordio internazionale, valendogli numerosi premi e riconoscimenti. Il primo libro della sua successiva dilogia I pesci non hanno gambe (Iperborea, 2015), è entrato in lista per il Man Booker International Prize e ha ricevuto numerosi premi internazionali. Il suo ultimo romanzo, Storia di Ásta (Iperborea, 2018) è subito diventato un best-seller in Islanda.


Jón Kalman Stefánsson e Mikael Niemi conversano con

 

Massimo Ciaravolo — Università Ca' Foscari Venezia


Info

Incontro in lingua inglese (traduzione simultanea disponibile); ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Con il sostegno di Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali ComparatiIcelandic Literature Center e Swedish Arts Council

In collaborazione con Iperborea