Festival Internazionale
di Letteratura a Venezia
3 6 Aprile 2019

Bibliografia italiana

Mánasteinn - Il ragazzo che non è mai stato, trad. di Silvia Cosimini, Federico Tozzi Editore, 2019.

La volpe azzurra. Skugga-Baldur. Una leggenda islandese, trad. di Silvia Cosimini, Mondadori 2006.

Sjón ISLANDA

Giovedì 4 aprile — ore 14.00 — Auditorium S. Margherita Ca’ Foscari

 

Sjón, nome d'arte di Sigurjón Birgir Sigurðsson, è un celebre autore islandese, nato a Reykjavík nel 1962. Ha vinto il Premio Letterario del Consiglio Nordico per il suo romanzo La volpe azzurra (Mondadori, 2006) e il suo romanzo Rökkurbýsnir (From the Mouth of the Whale, 2008) è stato finalista del Premio Letterario Internazionale di Dublino IMPAC e il Premio per la Narrativa Straniera Indipendente. Il suo ultimo lavoro, la trilogia CoDex 1962, ha avuto grande successo alla sua uscita in Islanda, nel 2016, ed è in fase di pubblicazione in altri paesi. Poeta, librettista e paroliere, ha pubblicato nove raccolte di poesie, ha scritto quattro libretti per l’opera e testi per numerosi cantanti. Nel 2001 è stato nominato agli Oscar per i testi delle canzoni nel film di Lars Von Trier, Dancer in the Dark (2000). È il presidente del PEN Club islandese e vive a Reykjavík con la moglie e i due figli.

Sjón è ospite del programma di residenza Marie’s Project, in memoria di Marie Brandolini, a cura di Beit Venezia. Casa della Cultura Ebraica e di Casa delle Parole, in collaborazione con Mishkenot Sha'ananim di Gerusalemme.


Sjón conversa con

 

Massimiliano Bampi — Università Ca' Foscari Venezia 


Info

Incontro in lingua inglese (traduzione simultanea disponibile); ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Con il sostegno di Beit Venezia. Casa della cultura ebraica

In collaborazione con Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati