mondi invisibili

Punto di vista

Referente attività

Stefano Polizzi

Dipartimento/Ente di afferenza

Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi

Attività

La retina è il nostro rivelatore di luce. Ma i milioni di fotorecettori che la compongono non sono distribuiti in modo uniforme come in una macchina fotografica digitale. Al centro c’è una piccola zona (fovea) in cui vediamo in alta risoluzione, perché c’è un’alta concentrazione di fotorecettori. Per questo per visualizzare un oggetto spostiamo continuamente l’occhio per far cadere la luce proprio sulla fovea. Al di fuori di questa zona vediamo più sfumato, la risoluzione è minore e anche la sensibilità ai colori. C’è poi una piccola zona cieca dove si innesta il nervo ottico perché non ci sono fotorecettori. Vieni a scoprire come il cervello colma questo "buco" sensoriale!

Il 28 settembre la visita alle attività è libera e sarà possibile incontrare ricercatrici e ricercatori.
Dal 29 settembre al 4 ottobre sarà invece possibile effettuare un tour guidato con i mediatori culturali, previa prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a  venetonight@unive.it