Colonne d'Ercole: lo stretto di Gibilterra oggi

Gibilterra - un tempo Calpe - era considerata una delle Colonne d’Ercole, che indicavano il confine estremo del mondo conosciuto. Oltre al piano geografico, vogliono anche figurare il concetto di "limite della conoscenza". E oggi? In Messo agli stretti Piero parla dello stretto di Gibilterra dal Novecento in poi.

Gibilterra: uno spazio così piccolo, ma così strategico. Territorio che porta numerose tracce di culture, nazionalità e lingue, ma anche di scontri e conflitti.
Gibilterra è sempre stata origine di grandi scontri, che hanno portato grandi ricchezze culturali da una parte, ma anche grandi contese dall’altra. Potremmo dire, anzi, che fino alla fine del diciannovesimo secolo è sempre stato lo stretto più conteso per un'egemonia a livello globale. Senza dimenticare la sua importanza per gli equilibri bellici e politici durante la Seconda Guerra Mondiale.

Oggi, però, lo Stretto di Gibilterra non è più così strategico - o quantomeno non lo consideriamo più centrale come un tempo.
Andiamo a rivederne la storia e i tratti peculiari, per scoprire quanto l'abbiamo sempre sottovalutato e come da lì sia iniziato e finito il vecchio mondo.

Lo stretto di Gibilterra, spiegato: ascolta il podcast

Messo agli stretti è il programma di Piero Dal Poz dedicato agli stretti mondiali. Piero può dirti che la nostra vita dipende da una decina o giù di lì di minuscoli bracci di mare attraverso cui passano la maggior parte delle persone, dei beni e delle culture del mondo.

Accomodati qui con noi: imbarchiamoci su questa nave virtuale e partiamo per un viaggio in cui Piero ti darà qualche fondamentale nozione di geopolitica partendo proprio da loro: gli stretti - e facendoti capire quanto ci hanno da sempre influenzato e quanto poco voi ne abbiamo sempre saputo.

La programmazione riprenderà a luglio 2022, ma nel frattempo puoi trovare Messo agli stretti sulle principali piattaforme di podcasting: Spotify, Spreaker, Deezer, Apple Podcast, Google Podcast etc.