La guerra di tutti: Raffaele Ventura dialoga con Tiziano Scarpa

Raffaele Alberto Ventura incontra Tiziano Scarpa a palazzo Malacanton_Marcorà per presentare il libro La guerra di tutti. L'incontro si svolgerà venerdì 24 maggio in aula Morelli alle ore 17:00.

Dopo il grande successo di Teoria della classe disagiata, Raffaele Alberto Ventura torna nelle librerie con un nuovo, impietoso sguardo sulla società. La guerra di tutti parla di nuovi populismi e di dietrologie, di razzismi e di bufale, di terrorismo vero e terrorismo psicologico, di politicamente scorretto e nuove censure.

Tutti elementi sintomo di un ordine sociale che va pian piano disfacendosi. E forse nemmeno così piano. Ventura analizza il tramonto del capitalismo occidentale, che coincide fatalmente con la crisi delle categorie politiche che hanno caratterizzato la nostra modernità. Un disastro imminente, che ci sta portando - appunto - alla guerra di tutti contro tutti come unico, apparente antidoto alla paura. Il libro si insinua tra le macerie della società del benessere, della post verità e della post politica, e lo fa accostando miti pop e filosofia: dai supereroi a Thomas Hobbes, da Rihanna a Jean-Jacques Rosseau.

La guerra di tutti a Venezia

In occasione dell'uscita del libro, Raffaele Alberto Ventura torna anche a Venezia. Lo fa con la collaborazione di Radio Ca' Foscari in un dialogo assieme a Tiziano Scarpa. Un confronto tra due penne sagaci che, in diversi modi, hanno saputo caratterizzare il panorama editoriale italiano del nuovo millennio.

L'incontro, come accennato, sarà il 24 maggio alle 17:00 in aula Morelli, al piano terra di palazzo Malcanton-Marcorà.
L'ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

L'evento sarà registrato e messo a disposizione in podcast sul sito di Radio Ca' Foscari.
Per ulteriori informazioni, potete scrivere a  radiocafoscari@unive.it.

I protagonisti

Raffaele Alberto Ventura
Ex cafoscarino - laureato in filosofia - è stato uno dei primi membri di Radio Ca' Foscari. Ora vive a Parigi, dove collabora con il Groupe d'études géo-politiques e con la rivista Esprit. Oltre alla sua pagina Eschaton, cura una rubrica per Wired. Il suo primo libro, Teoria della classe disagiata (minimum fax), è stato uno degli esordi più acclamati del 2017.

Tiziano Scarpa
Scrittore: romanziere, poeta e drammaturgo veneziano. Tra i suoi libri più famosi ricordiamo: Occhi sulla graticola (Einaudi 1996 and 2005), Venezia è un pesce (Feltrinelli 2000), Corpo (Einaudi 2004 and 2011), Stabat Mater (Einaudi 2008 - Premio Strega nel 2009), Le cose fondamentali (Einaudi 2010 and 2012), Il brevetto del geco (Einaudi 2016) e Il cipiglio del gufo (Einaudi 2018).