Le cose imperfette di Gianni Montieri

Le cose imperfette è il titolo del nuovo libro di Gianni Montieri. Abbiamo ospitato Gianni ai nostri per parlarne, e come sempre si è poi parlato di poesia, di persone, di luoghi, di treni.

Ma quali sono le cose imperfette?
Gianni Montieri dice che "sono tutte le cose, ovviamente"; e non possiamo dargli torto. Ma come si fa a dedicare una raccolta di poesie a tutte le cose? Non basterebbero un milione di pagine. Forse si può fare perché anche un libro, come tutte le cose, è imperfetto.

Un'imperfezione bellissima, che è caratteristica in fin dei conti delle cose migliori. Ecco allora che il poeta seleziona le sue cose migliori, le sue cose imperfette, e ce le racconta a modo suo.
Le racconta perché a volte il poeta è anche narratore, nei suoi versi vuole dirci cosa sente e cosa vede, cosa è stato e cosa ci sarà, chi c'è ancora e chi non c'è più. Le cose imperfette è quasi un romanzo in versi, dove non tutto viene detto perché non serve dire tutto - qualcosa bisogna solo suggerirlo e poi lasciarlo alle interpretazioni dei lettori.

Gianni Montieri ha scritto un libro che guarda al passato e al futuro al tempo stesso; un libro di stanze e di distanze, di luoghi e di spostamenti, di persone e di memorie. Un libro di cui vale la pena parlare.

L'intervista a Gianni Montieri: Le cose imperfette in podcast

Napoletano di nascita, Gianni Montieri passa per Milano prima di arrivare a Venezia. Frequenta la laguna da molto tempo e da circa un anno ne ha fatto la sua casa. Qui in città è attivo non solo come poeta: tra le altre cose, è nel comitato scientifico del Festival dei matti e cura - assieme ad Anna Toscano e Caterina Serra - un corso di scrittura alla Libreria Marco Polo.
Non era ancora mai stato a Radio Ca' Foscari.

Quando ci siamo accorti dell'imperdonabile mancanza, ci siamo impegnati per rimediare. La pubblicazione de Le cose imperfette è stata un'occasione d'oro.
Per scoprire com'è andato l'incontro, vi basta cliccare play qui sotto.