Piccolo manifesto sulle alleanze generazionali

Il Piccolo manifesto sulle alleanze generazionali è un testo ideato e redatto dagli attuali componenti del gruppo di Fucina arti performative Ca' Foscari, coordinati dal Elisabetta Brusa.
Per farci spiegare di cosa si tratta e da quali esigenze nasce, abbiamo parlato con due di loro: Laura Gubiolo e Luigi Ciriolo.

"Questo periodo ci deve servire per mettere dei punti fermi su come vorremmo che il mondo cambiasse": da questo input nasce l'idea di redigere un manifesto che traduca in forma scritta la voce delle nuove generazioni - di chi studia a Ca' Foscari ma non solo -, e che porti questa voce a chiunque: ogni persona di ogni età che voglia ragionare sul presente per costruire il futuro.

Un manifesto, non un video o uno slogan, perché "un manifesto è un gruppo di riflessione che viene firmato da tutti, un'idea condivisa che non è più un'idea individuale ma diventa un'idea del gruppo".
Così Elisabetta Brusa - responsabile delle attività di Fucina arti perfomative Ca' Foscari - introduce il lavoro di cui è stata promotrice, ma che è stato poi scritto dal pugno delle ragazze e dei ragazzi che hanno partecipato negli scorsi mesi ai suoi laboratori.

Tra questi, appunto, Laura Gubiolo - studentessa di Filologia e letteratura italiana - e Luigi Ciriolo - iscritto a EGART -, nostri ospiti per questa intervista.
"Abbiamo cercato di trovare un'unione d'intenti tra i vari punti che venivano proposti da ognuno di noi" dice Luigi "creando così un importante gioco di squadra anche in un momento di difficoltà, e trovare questa unione d'intenti è stato fondamentale".

"Durante il lockdown molti di noi si sono adagiati sull'idea che nulla c'era da fare e nulla si poteva fare" aggiunge Laura "e invece la forza di Fucina è stata proprio l'idea che qualcosa si dovesse fare, come cercare di riflettere su quello che sarà".

Il Piccolo manifesto sulle alleanze generazionali: ascoltate l'intervista.

Per sentire l'intervista completa cliccate sul player qui sotto. Nella sezione commenti di Spreaker potete farci sapere cosa ne pensate!

E se volete leggere il testo del Manifesto, lo trovate in pdf tra i file allegati a questa pagina.