Modello Organizzativo 231

Con il Decreto Legislativo n. 231 dell’8 giugno 2001, recante la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle Persone giuridiche, delle Società e delle Associazioni anche prive di personalità giuridica” (“Decreto”), è stato introdotto nel nostro ordinamento, a carico delle società e degli enti, un regime di responsabilità amministrativa, che va ad aggiungersi alla responsabilità della persona fisica (dipendente, consulente, collaboratore, ecc.) autrice di determinati reati richiamati dal Decreto (es. reati contro la pubblica amministrazione, reati di ricettazione e riciclaggio, reati contro l’industria ed il commercio ecc.), qualora gli stessi siano posti in essere nell’interesse o a vantaggio dell’ente.

Il Decreto prevede una forma specifica di esimente da responsabilità qualora la Società abbia adottato un Modello di organizzazione, gestione e controllo (il cd. “Modello 231”), predisposto secondo i dettami del Decreto stesso e abbia nominato un Organismo di Vigilanza (anche “OdV”) con il compito di vigilare sul funzionamento e sull’osservanza del Modello nonché di curarne l’aggiornamento.

Fondazione Università Cà Foscari si è adeguata alle disposizioni del Decreto e ha recentemente aggiornato, con deliberazione del Consiglio di Amministrazione del 5 luglio 2018, il proprio Modello 231, di cui costituiscono parte integrante e sostanziale i seguenti Allegati: il Codice Etico di Università Cà Foscari, che stabilisce i valori a cui Fondazione Università Cà Foscari si ispira per il conseguimento dei propri obiettivi e per prevenire la commissione dei reati richiamati dal Decreto; il Codice di Comportamento di Fondazione Università Cà Foscari e il Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza che la Fondazione ha deciso di adottare, adeguandosi alla L. 190/2012. La Fondazione ha anche nominato un Organismo di Vigilanza al quale possono essere indirizzati fluissi informativi e segnalazioni attraverso l’indirizzo e-mail  odv.fondazione.cf@unive.it 

Il Modello Organizzativo di Fondazione Università Cà Foscari si compone di una Parte Generale e di una Parte Speciale.

Nella Parte Generale, resa pubblica nella presente sezione assieme agli Allegati sopra citati sono riportati i contenuti del Decreto Legislativo 231/2001, definiti l’Organismo di Vigilanza, le sue funzioni e i relativi obblighi di informazione e protezione delle informazioni acquisite, descritto il Sistema Disciplinare adottato dalla Fondazione.

Nella Parte Speciale – disponibile presso la sede della Fondazione per i Destinatari del Modello – sono illustrati i processi sensibili, le misure e i presidi previsti dalla Fondazione per prevenire il rischio di commissione dei reati contemplati dal Decreto.

La Fondazione richiede a tutti i dipendenti, i collaboratori, i membri dell’organo di controllo e dell’organo dirigente, di rispettare la normativa di cui al Decreto, di prendere visione dei documenti elencati in precedenza e di osservare i principi e le regole ivi contenuti.

Inoltre, ai sensi della L. 190/2012, Fondazione Università Cà Foscari ha nominato un Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (anche “RPCT”) deputato alla verifica dell'efficace attuazione del Piano e della sua idoneità. A tale organismo ciascuno può rivolgersi per segnalare violazioni del Modello, condotte illecite rilevanti ai sensi del D.Lgs. 231 nonché altre condotte illecite, nei modi e con le garanzie descritte nel paragrafi 5.6.3 e seguenti del Modello di Fondazione Università Cà Foscari. 

Documenti allegati

Last update: 06/08/2019