Contribuzione massima

Vieni assoggettato alla contribuzione massima se per l'anno accademico 2019/2020 sei iscritto fino al primo anno fuori corso e: 

  • hai un ISEE superiore a 60.000 Euro;

  • non hai richiesto l'ISEE valevole per le prestazioni agevolazioni per il diritto allo studio in tuo favore o l'attestazione ISEE presenta omissioni/difformità segnalate dall'Agenzia delle Entrate;

  • non hai trasmesso la richiesta agevolazioni online entro le scadenze;

  • non sei in possesso dei requisiti per poter ottenere le riduzioni.

Contatti, prenotazioni, FAQ

L'importo massimo della contribuzione universitaria per l'anno accademico 2019/2020 è pari a 1.700,00 Euro per i corsi di Laurea (e corsi del vecchio ordinamento ante D.M. 509/1999) e di 1.922,00 Euro per i corsi di Laurea magistrale (e laurea specialistica). A tali importi dovranno essere aggiunte la tassa regionale per il diritto allo studio pari a Euro 171,00 e l'imposta di bollo di Euro 16,00.

Gli studenti iscritti con lo status di part-time versano lo stesso importo di tassa regionale per il diritto allo studio e di imposta di bollo e il 65% dei contributi.

Attenzione: sarai assoggettato ad un diverso regime di contribuzione se sei iscritto al corso di:

  • Laurea in Digital Management: prevede una contribuzione pari a 7.500,00 Euro per ciascun anno accademico. Tale importo è dovuto se non rientri nei requisiti dello "Student Act" (ISEE inferiore a 30.001 Euro) o non benefici della Borsa per il diritto allo studio. Per l'iscrizione a tale corso non trovano applicazione gli incentivi previsti dall'Ateneo per la riduzione delle tasse.
  • Laurea Magistrale in Integrazione e investimenti tra le due rive del Mediterraneo (MIM): prevede una contribuzione pari a 4.000,00 Euro per ciascun anno accademico. Tale importo è dovuto se non rientri nei requisiti dello "Student Act" (per studenti con ISEE inferiore a 30.001 Euro), o non rientri nei requisiti previsti dall'Ateneo per beneficiare della riduzione delle tasse (per studenti con ISEE compreso tra 30.001 e 60.000 Euro) o non benefici della Borsa per il diritto allo studio. Per l'iscrizione a tale corso non trovano applicazione gli altri incentivi previsti dall'Ateneo.

I rata

La prima rata è di 700,00 Euro e comprende:

  • la tassa regionale per il diritto allo studio di 171,00 Euro;
  • l'imposta di bollo pari a 16,00 Euro;
  • il contributo.

Puoi versare al momento dell'iscrizione solo la tassa regionale per il diritto allo studio e l'imposta di bollo se sei uno studente:

  • beneficiario di borsa di studio regionale o risultato idoneo alla stessa nell'anno accademico 2018/2019 e non ti iscrivi ad un anno fuori corso; sei inoltre in possesso dei requisiti previsti dal bando e ripresenti la domanda di borsa di studio per l'anno accademico 2019/2020. Nel caso in cui manchi anche una sola di queste condizioni dovrai contattare anticipatamente il Settore Diritto allo studio;
  • con un'invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% o con handicap riconosciuto ai sensi dell'articolo 3 comma 1 della Legge 5 febbraio 1992, n.104.

Il pagamento dell'importo della prima rata per gli iscritti ad anni successivi al primo è previsto entro il 30 settembre 2019.

Per gli immatricolati nell’anno accademico 2019/2020 è previsto, invece, al momento dell'iscrizione e comunque entro il 30 settembre 2019. Solo per i corsi di Laurea ad accesso libero è consentita l'immatricolazione con il versamento della prima rata entro il 31 ottobre 2019 con l'addebito della mora di 50,00 Euro.

E' concessa la possibilità di immatricolarsi ai corsi di Laurea magistrale ad accesso libero versando la prima rata anche dal 18 novembre al 16 dicembre 2019.

Per i corsi di Laurea e Laurea magistrale ad accesso programmato la scadenza è quella prevista dai rispettivi bandi di concorso.

Diritto di mora

Il pagamento in ritardo rispetto a queste scadenze è consentito ma comporta il versamento di un diritto di mora di:

  • 50,00 Euro per il pagamento della prima rata dal 1 ottobre 2019 al 30 ottobre 2019;
  • 200,00 Euro per il pagamento della prima rata dal 31 ottobre 2019 in poi.
II rata

La seconda rata è pari a 500,00 Euro

Il pagamento dell'importo è previsto entro il 16 dicembre 2019.

Diritto di mora

Il pagamento in ritardo rispetto a queste scadenze è consentito, ma comporta il versamento di un diritto di mora di:

  • 50,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 17 dicembre 2019 al 26 dicembre 2019;
  • 200,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 27 dicembre 2019 in poi.
III rata

La terza rata è data dalla differenza tra l'importo massimo e l'importo versato con la prima e la seconda rata e sarà fatturata nel mese di aprile 2020.

Il pagamento dell'importo della terza rata è previsto entro il 15 maggio 2020.

Diritto di mora

Il pagamento in ritardo rispetto a queste scadenze è consentito, ma comporta il versamento di un diritto di mora di:

  • 50,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 16 maggio 2020 al 25 maggio 2020;
  • 200,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 26 maggio 2020 in poi.

Ritiro o decadenza

L'eventuale ritiro o decadenza dagli studi comporta il versamento delle tasse previste dalla contribuzione massima oppure calcolate sulla base della propria condizione di merito/reddito (qualora tu possa beneficiare delle agevolazioni) perdendo, comunque, il diritto ad un eventuale rimborso.

Solo se presenterai la domanda di ritiro entro il 1 marzo 2020:

  • sarai esonerato dal pagamento della seconda e della terza rata di tasse qualora dovuta. Nel caso tu abbia già versato la seconda rata questa ti sarà rimborsata.
  • non potrai in alcun caso ottenere il rimborso dell'importo della prima rata versata per l'iscrizione all'anno accademico 2019/2020.

Laureati nella sessione autunnale/straordinaria

Se hai pagato la prima e la seconda rata per il nuovo anno accademico e ti laurei nella sessione autunnale (ottobre - dicembre) o nella sessione straordinaria (febbraio - aprile) del precedente, le stesse ti verranno rimborsate d'ufficio (al netto dell'importo della marca da bollo e della tassa regionale per il diritto allo studio) nel periodo estivo esclusivamente mediante accredito sulla CartaConto dell'Ateneo.

Detraibilità

Le spese sostenute per l'iscrizione ai corsi di studi universitari possono essere detratte con la dichiarazione dei redditi. Sono ammesse in detrazione le spese di iscrizione (tasse e contributi) al corso di Laurea / Laurea magistrale.

Situazione amministrativa

Accedendo all'Area riservata del sito www.unive.it (selezionando il menu Servizi Segreteria Studenti> Pagamenti), potrai verificare:

  • la regolarità dei pagamenti pregressi;
  • i dati relativi agli importi versare. 

Last update: 20/01/2020