Scheda del corso

Anno Accademico di riferimento: 2019/2020

Livello del titolo di studio

Laurea Magistrale

Classe

LM-87 (Servizio sociale e politiche sociali)

Regolamenti

Il regolamento didattico del corso di studio ne specifica gli aspetti organizzativi: obiettivi formativi, modalità di accesso, piano di studio, esami, prova finale, sbocchi occupazionali, ecc. Per tutta la carriera universitaria, gli studenti devono fare riferimento al regolamento didattico in vigore al momento della propria immatricolazione.

file pdfRegolamento didattico per immatricolati dall'a.a. 2017/2018679 K

Sede

Dipartimento di Filosofia e Beni culturali, Malcanton-Marcorà, Dorsoduro 3484/D, 30123 Venezia.
Per informazioni contattare il Campus Umanistico,  campus.umanistico@unive.it 

Referente

prof. Francesca Campomori (coordinatrice del Collegio didattico,  francesca.campomori@unive.it)
prof. Enrico Gargiulo (requisiti di ammissione e riconoscimento crediti,  enrico.gargiulo@unive.it)

Lingua

Italiano

Modalità di accesso

Libero con valutazione dei requisiti minimi.
Contingente riservato a studenti stranieri non comunitari residenti all'estero: 10 posti.

Requisiti di accesso

L'ammissione al corso richiede il possesso di requisiti curriculari minimi e di un'adeguata preparazione personale. È richiesto, inoltre, il possesso della conoscenza certificata della lingua inglese a livello almeno B2.
I requisiti di accesso sono verificabili nell'apposita pagina web.

Obiettivi formativi

La Laurea magistrale “Lavoro, cittadinanza sociale, interculturalità” prepara specialisti del lavoro sociale, del servizio sociale e delle politiche sociali, coniugando una preparazione di alto livello culturale con una formazione di elevato contenuto professionale. Durante il percorso, caratterizzato da un approccio interdisciplinare e da uno sguardo internazionale, gli studenti sviluppano una forte capacità di analisi e interpretazione dei fenomeni sociali, con particolare attenzione alle disuguaglianze, ai disagi sociali e ai processi di esclusione, ai nuovi rischi sociali e alle vulnerabilità emergenti, ai diritti sociali di cittadinanza e alle trasformazioni del welfare, alle migrazioni e alle relazioni interculturali, alle questioni di genere e generazionali, alla partecipazione e alla cittadinanza attiva come elemento di innovazione sociale. Attraverso una serie di specifici laboratori e insegnamenti professionalizzanti gli studenti acquisiscono conoscenze e metodologie innovative inerenti la programmazione, la progettazione, la realizzazione e la valutazione degli interventi sociali, delle politiche di inclusione sociale, delle indagini sociali su individui, comunità, popolazioni, organizzazioni e territori. Il tirocinio di 250 ore (in Italia o all’estero), guidato da assistenti sociali supervisori o da supervisori esperti nell’intervento sociale, è parte integrante della formazione.

Profili professionali

I laureati in “Lavoro, cittadinanza sociale, interculturalità” sono esperti di progettazione, programmazione e realizzazione dell’intervento sociale, di elaborazione e applicazione di politiche di equità sociale e di progetti per l’inclusione sociale.

La formazione conseguita può essere spesa all’interno di enti pubblici, di amministrazioni centrali e periferiche dello stato, di istituzioni nazionali e organismi internazionali, di organizzazioni private e del terzo settore che operano nell’ambito del lavoro sociale, dei servizi sociali, socio-culturali, socio-assistenziali e socio-sanitari. Il conseguimento di questa laurea consente l’accesso all’esame di stato per l’iscrizione alla sezione A (Assistente sociale specialista) dell’albo degli Assistenti sociali. I laureati possono esercitare tale professione anche in forma autonoma.

Modalità di frequenza

Libera

Esami di profitto e prova finale di laurea

L'attività formativa prevede lezioni frontali, laboratori e tirocinio guidato per acquisire competenze ampie e spendibili nel mondo del lavoro.
Durante tutto il percorso universitario le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto scritti e orali.
La prova finale consiste nella stesura di una tesi che dovrà possedere caratteri di originalità, documentazione e approfondimento scientifico esauriente e verrà discussa davanti a una commissione composta da professori universitari ed esperti.

Accesso a studi successivi

Master di I e II livello e Dottorato di Ricerca.

Last update: 12/07/2019