Spettacoli

A Venetonight musiche da tutto il mondo e da ogni decade.

Protagonisti professori, ricercatori, dipendenti e studenti, per una notte sul palco del cortile di Ca’ Foscari da musicisti. Dalle vibrazioni elettroniche alle musiche country, dalle sonorità della prima metà del Novecento a pezzi rivisitati in chiave jazz: vieni ad assistere al mix esclusivo di Venetonight!

Per i più piccoli, uno speciale spettacolo di burattini a Ca’ Dolfin.

True Colors

Membri del gruppo: Adriana Bistacco (voce) e Michele Vitturi (chitarra)
Genere: Jazz, Blues, Pop (italiano e internazionale)
Dove: Ca' Foscari, cortile
Orario: 16.30-17.00

Siamo Adriana e Michele, siamo i True Colors! Un duo chitarra-voce di insospettabili artisti che ha fatto della musica la perfetta valvola di sfogo per trovare ispirazione e far divertire e sognare il pubblico.
Ognuno con esperienze personali e musicali diverse alle spalle, siamo cresciuti artisticamente come duo da due anni tra le fila del laboratorio jazz della scuola di musica "Il Suono Improvviso" di Venezia, guidato da Paolo Vianello. Ci lega l'amore per la buona musica, una certa dose di autocritica e una vita frenetica ed è nella musica che riusciamo a esprimere i nostri true colors, la nostra essenza. Nel nostro repertorio trovano spazio standard jazz, blues e musica pop anche italiana dall'arrangiamento jazzy. Che altro? In fondo abbiamo iniziato da poco a mostrare i nostri colori e non vediamo l'ora di farvene scoprire tutte le sfumature!


Back to Bossa

Membri del gruppo: Sara Alba (voce), Piergiorgio Forese, Renato Greco (chitarre) e Antonio Santini (percussioni) 
Genere: Black ‘80, ‘90 e ‘00 
Dove: Ca' Foscari, cortile
Orario: 17.30-18.00

Il quartetto Back to Bossa, in occasione della Venetonight 2019, propone un repertorio vario e coinvolgente di Bossa Nova e MPB brasiliana. I musicisti riuniti per questa formazione hanno lavorato e collaborato in vari progetti musicali, tra i quali Nossa Alma Canta, Bluesilk, Diplomatico e il Collettivo Nico Nanco, la Super Lounge Orchestra e il trio Back to Saratoga e condividono in questa giornata, come già in altre passate occasioni, l’amore per la musica brasiliana e il piacere di suonarla insieme.


AL-LA

Membri del gruppo: Alessandra Trevisan (voce) e Aldo Aliprandi (musicista, performer)
Genere: Live set / Elettronica
Dove: Ca' Foscari, cortile
Orario: 18.05-18.35

Voce e suono sono strumenti vivi nell’azione e nell’ascolto, nella creazione e nella ricezione. AL-LA nasce per saggiare i confini tra parola e articolazione vocale, tra ricerca e costruzione musicale dal vivo. Attraversando generi diversi – dall’improvvisazione radicale alla musica sperimentale, alla musica elettronica sul versante della classica contemporanea – Aldo Aliprandi (musicista e performer) e Alessandra Trevisan (vocal artist e lyricist) rivelano e significano le loro intuizioni sonore aperte attraverso strumenti autocostruiti e voce, muovendosi tra produzione analogica e digitale.


Ketalipà

Membri del gruppo: Alessia Berton (contralto), Eleonora Biondolillo (soprano), Elisa Maroso (soprano) e Katia Spoldi (contralto)
Genere: Musica italiano anni ‘30-‘60
Dove: Ca' Foscari, cortile
Orario: 18.40-19.10

Ketalipà è un nome che ai più risulterà sconosciuto; è un’espressione greca che corrisponde al nostro “eccetera”.L’idea è quella di riproporre la musica italiana dagli anni ’30 agli anni ’60 presentando nuovi arrangiamenti, appositamente scritti, di alcune tra le più belle e famose canzoni dell’epoca. L’atmosfera che si cerca di ricreare è simile a quella di alcuni numeri della rivista all’italiana che tanta fortuna hanno avuto nel palinsesto televisivo di un tempo, dove al canto si uniscono piccoli ma efficaci effetti coreografici e scenografici.Le quattro voci vengono accompagnate da diverse formazioni di musicisti che i che aggiungono originalità e raffinatezza all’esibizione.


Silverado Country Band

Membri del gruppo: Esterita Vanin (voce e chitarra acustica), Nick De Rossi (banjo), Andrea Wallace Zarantonello (violino e mandolino), Daniele Vianello (contrabbasso) Luca Lazzari (percussioni) 
Genere: Country music 
Dove: Ca' Foscari, cortile
Orario: 19.15-19.45 

Silverado Country Band conta numerose le partecipazioni a Festival Internazionali tra cui il Lincoln County Cowboy Symposium in New Mexico USA, e l’evento europeo di riferimento per la musica country, l’Interlaken International Trucker and Country Festival. Tante anche le esperienze in studio discografico. Nel 2018 il regista giapponese Hiroki Hayashi dirige il video clip di Hold me, realizzato dagli studenti del master in Fine Arts and Filmmaking di Ca’ Foscari. Nella primavera 2019 hanno debuttato a Teatro Ca' Foscari con lo spettacolo "Country Music. Una storia americana".


Peacocks

Membri del gruppo: Almachiara de Marco (voce), Marco De Marinis (pianoforte), Francesco Sartorello (percussioni) e Gianluca Sicchiero (contrabbasso)
Genere: jazz, swing ed easy listening
Dove: Ca' Foscari, cortile
Orario: 19.50-20.20

Dai grandi classici del jazz (Cole Porter, Irving Berlin, Duke Ellington, George Gershwin), alla musica italiana dagli anni ’40 ai ’70, fino alla bossa nova di Antonio Carlos Jobim e Vinicius de Moraes: questo è il mondo dei Peacocks, variopinto e lieve come le piume del pavone. Un gruppo di amici, uniti dalla passione per la musica e dal desiderio comune di divertire e divertirsi. Un sound elegante e raffinato, a tratti brioso e ironico, reso unico dall’ensemble formato dalla voce di Almachiara de Marco, accompagnata da Marco De Marinis al pianoforte, Francesco Sartorello alla batteria, Gianluca Sicchiero al contrabbasso.


Ale e Nic

Membri del gruppo: Alessandra Giacuz e Nicola Noro
Genere: Musica visiva
Dove: Ca' Foscari, cortile
Orario: 20.30-21.00

Il duo degli studenti cafoscarini Ale e Nic nasce con l'ambizione di unire due mondi apparentemente distanti tra loro: il mondo della musica e il mondo dei sordi. Attraverso la lingua dei segni italiana interpretano i testi delle canzoni e con il corpo e i movimenti trasmettono il ritmo e la musicalità. Nel 2019 portano la loro arte sul palco di Italia's Got Talent. Con la loro "Danza delle mani" arrivano fino alle semifinali, dove sono accompagnati dal Coro delle Mani Bianche di Roma. Il loro obiettivo è abbattere le barriere tra sordi e udenti usando la musica come ponte tra i due mondi.


Teatro all'insegna dell'Orso in Peata

Membri del gruppo: Linda Bobbo, Ludovica Castellani, Michela Degano, Marika Tesser, Antonella Zaggia (attrici), Antonella Zaggia e Piermario Vescovo (direttori)
Genere: Teatro dei burattini
Dove: Ca' Dolfin, Aula Magna
Orario: 18.00-19.30

Il Servitore di due Padroni - Carlo Goldoni La celebre commedia di Carlo Goldoni in una versione “da camera”, per una compagnia di cinque donne, con ambizioni di rappresentazione “in scala” di uno spettacolo maggiore. Soprattutto con l’idea di sfuggire allo stereotipo di lazzi, improvvisazioni e acrobazie, con mezzi diversi, soprattutto più artigianali, come il “teatro di figura” (burattini), anche se in una versione fortemente contaminata dalla presenza e dall’azione umana “a vista”. Del resto Goldoni faceva dire a Truffaldino, rimettendo mano a materiali di tradizone, che la sua era un’operazione di messa in tavola: “No consiste tanto un bel disnar in te le pietanze ma in tel bon ordine: val più una bella disposizon che no val una montagna de piatti”.


Una serata pazzesca. Tullio Solenghi legge Paolo Villaggio

Membri del gruppo: Tullio Solenghi (attore, autore) e Sergio Maifredi (autore)
Genere: Lettura animata 
Orario: dalle 21.15

Una serata pazzesca. Tullio Solenghi legge Paolo Villaggio” è una produzione di Teatro Pubblico Ligure firmata da Sergio Maifredi insieme a Tullio Solenghi, che legge ad alta voce il testo che si è imposto come una pietra miliare per la comicità italiana, Fantozzi, per raccontare Paolo Villaggio nella sua dimensione di autore.”
La serata è dedicato a Paolo Villaggio scrittore, ligure come Tullio Solenghi e come Sergio Maifredi che gli consegnò il Premio Internazionale Grock nel 2011 e lo frequentò negli ultimi anni per parlare di Genova e di Teatro nella sua casa romana. “Paolo Villaggio – scrisse Maifredi nella motivazione del Premio Grock 2011 del Teatro Pubblico Ligure – è il creatore di alcune tra le più riuscite maschere contemporanee: dal paradossale e grottesco Professor Kranz al timidissimo Giandomenico Fracchia per arrivare al servile e sottomesso ragionier Ugo Fantozzi, forse il personaggio più popolare dell’intera storia della comicità italiana”.
Espressioni come “megagalattico”, “poltrona in pelle umana”, “nuvola degli impiegati”, “salivazione azzerata”, “lingua felpata”, aggettivi come “mostruoso”, “pazzesco” e “agghiacciante” o inesattezze verbali come “venghi”, “vadi”, “dichi” sono entrate nel lessico italiano grazie a Villaggio. Tullio Solenghi ci restituisce la genialità e l’inventiva di Paolo Villaggio con affetto e maestria.


Maqām: percorsi nella musica d'arte ottomano-persiana

Membri del gruppo: Stefano Pellò (voce), Giovanni De Zorzi (flauto ney) e Fuad Ahmadvand (santūr)
Genere: musica d'arte ottomano/persiana
Dove: Ca' Foscari, Aula Baratto
Orario: 17.30-18.00

Giovanni De Zorzi (flauto ney) e Fuad Ahmadvand (cetra su tavola percossa santūr) accompagneranno versi della lirica persiana tradotti e recitati da Stefano Pellò, alternandoli a composizioni della tradizione persiana e ottomana.