Tirocinio e attività sostitutive

Il termine tirocinio (utilizzato nella normativa italiana vigente) e il termine francese stage, così come le traduzioni inglesi internship o traineeship, sono sinonimi e vengono utilizzati in modo interscambiabile nelle pagine web, nei regolamenti, nei moduli e nei documenti di Ateneo.

Nell’ambito delle cosiddette “Altre attività formative”, il piano di studio prevede 6 CFU (crediti formativi universitari) di Tirocini formativi e di orientamento.

I CFU relativi ai tirocini formativi e di orientamento possono essere acquisiti sommando tra loro i crediti in diverse tipologie di attività, fino a raggiungere la quota necessaria di 6 CFU. La gamma delle attività tra cui è possibile scegliere è elencata qui di seguito. Solo le attività qui citate verranno quindi prese in considerazione dal Collegio didattico per l'accreditamento dei CFU previsti per i "tirocini formativi e di orientamento".

Il riconoscimento in crediti delle attività di tirocinio (stage) e delle attività sostitutive si fonda sull’impegno richiesto allo studente, secondo il principio per cui a 25 ore documentate (comprensive sia del tempo trascorso presso il luogo di svolgimento dell'attività che di una eventuale quota di tempo gestita autonomamente per produrre un elaborato) corrisponde 1 CFU

L’attribuzione del numero di crediti per le attività sostitutive di tirocinio è stabilita dal Collegio Didattico (ed è dunque indicata e preventivamente resa nota agli studenti in riferimento a ciascuna attività elencata). 

Tirocini

Tirocinio curriculare

I CFU relativi al tirocinio possono essere acquisiti con lo svolgimento di un periodo di formazione professionale presso enti pubblici o privati convenzionati con l'Ateneo. L’attività di tirocinio viene riconosciuta in CFU per un massimo di 6 CFU.

La gestione amministrativa e l’avvio dei tirocini curriculari è curata dal Campus Umanistico, in collaborazione con Career Service. Per attivare un tirocinio, è necessario produrre i due documenti fondamentali, la convenzione e il progetto formativo.

Dalla propria Area Riservata è inoltre possibile verificare le offerte attive e l'elenco delle aziende già convenzionate con l'Ateneo.

Gli studenti che intendono proporre l’attivazione di una nuova convenzione con un ente presso il quale svolgere il tirocinio possono consultare la procedura per l’attivazione dello stage, dove è reperibile anche la modulistica da inviare all’ente. 

La procedura di attivazione dello stage va espletata prima dell'inizio dell'attività da parte dello studente. Il Collegio Didattico non prenderà in considerazione attività già svolte senza previo accordo con il docente referente.

Docente referente per i tirocini curriculari è il prof. Stefano Dall’Aglio. Lo studente contatterà il docente che darà l'assenso e firmerà i documenti, previo colloquio se ritenuto necessario. A fine stage lo studente porterà la documentazione al docente per la valutazione finale e il riconoscimento dei CFU. I documenti approvati saranno consegnati alla segreteria del Campus Umanistico, via e-mail e previa scansione.

Attività sostitutive di tirocinio

Attività sostitutive

Solo le attività incluse in questo elenco (oltre alle altre citate nelle altre sezioni di questa pagina) verranno considerate valide dal Collegio didattico per l'accreditamento dei CFU previsti per i "tirocini formativi e di orientamento". In particolare non potranno essere accreditate attività riconosciute solo dai Collegi didattici di altri corsi di laurea. In caso di dubbi rivolgersi ai membri del Collegio didattico referenti per i tirocini (elencati nella pagina Docenti del menu Presentazione).

Il numero di CFU accreditabili per ciascuna attività sostitutiva di tirocinio viene stabilito dal Collegio didattico ed è preventivamente reso noto agli studenti nella documentazione relativa a ciascuna attività oppure può essere chiesto al docente referente dell'attività stessa.

Al termine dell'attività lo studente dovrà far firmare il modulo per il riconoscimento di attività sostitutive di tirocinio al docente referente della singola attività sostitutiva e poi consegnare al Campus umanistico al raggiungimento del numero di CFU previsto dal piano di studi insieme al resto della documentazione.

Responsabile: Prof. Stefano Dall’Aglio
Prerequisiti: essere studenti del corso di laurea magistrale in Digital and Public Humanities
Descrizione: I seminari, organizzati dal VeDPH – Venice Centre for Digital and Public Humanities, trattano delle principali aree di interesse del corso di laurea magistrale in Digital and Public Humanities. Rappresentano un'opportunità per gli studenti del corso di laurea di assistere a presentazioni tenute da alcuni dei più importanti studiosi sul tema a livello globale e di ampliare, nei diversi moduli, le proprie conoscenze sulla materia che studiano. 

Ulteriori informazioni sui seminari sono disponibili nella pagina dedicata

I seminari si terranno online, su Zoom, in lingua inglese. È necessaria l'iscrizione online.
Ogni seminario ha una durata di un’ora e mezza/due ore. 

Impegno complessivo e crediti: 1 CFU per 6 seminari + verifica finale
Verifica finale: relazione su uno dei seminari, discutendo (non solo riassumendo) l’argomento trattato e l’approccio utilizzato.  La relazione deve essere lunga tra le 800 e le 1500 parole e deve essere consegnata entro tre settimane dalla fine del ciclo di seminari.
Calendario:

  • 17 Febbraio 2021, ore 17.00
    Marta Severo
    Université Paris Nanterre
    Cultural Heritage, Participation and Platforms: Theoretical and Methodological Challenges
  • 3 Marzo 2021, ore 17.00
    Michael B. Toth
    R.B. Toth Associates
    Advanced Imaging to Support the Digital Humanities
  • 17 Marzo 2021, ore 17.00
    Fabrizio Nevola
    University of Exeter
    Hidden Florence and Hidden Cities: Rediscovering the Renaissance City Using New Technologies
  • 31 Marzo 2021, ore 17.00
    Erma Hermens
    University of Amsterdam – Rijksmuseum – VeDPH, Università Ca’ Foscari Venezia
    Beautiful Data: Digital Contexts for Object-Based Research and Issues of Interoperability
  • 14 Aprile 2021, ore 17.00
    Maurizio Forte
    Duke University
    Principles of Cyberarchaeology
  • 28 Aprile 2021, ore 17.00
    Tiziana Mancinelli
    VeDPH, Università Ca’ Foscari Venezia
    From Modeling to Publishing: Digital Scholarship in Practice
  • 12 Maggio 2021, ore 17.00
    Dániel Kiss
    Universitat de Barcelona - VeDPH, Università Ca’ Foscari Venezia
    "Catullus Online" and Digital Latin: Radical Innovation or Media Change?

Responsabile: Prof. Franz Fischer (+39 041 234 9863) 
Descrizione: il Dipartimento di Studi Umanistici di Ca’ Foscari (Prof. Franz Fischer, docente di riferimento) e il gruppo di ricerca del progetto Engineering Historical Memory diretto dal Dr. Andrea Nanetti presso la Nanyang Technological University di Singapore (cfr. Microsoft Research Blog e PLOS che lo ha diffuso su Twitter) propongono agli studenti del Master in Digital and Public Humanities una Attività Sostitutiva di Tirocinio di 150 ore (6CFU) per collaborare all’implementazione degli applicativi online finalizzati alla esplorazione digitale del Milione di Marco Polo e del mappamondo di Fra Mauro. Il mappamondo di Fra Mauro è il più importante monumento cartografico per lo studio dell’Afro-Eurasia tardo medievale. Il Milione di Marco Polo e la più famosa etnografia occidentale dell’Eurasia tardo medievale. Gli studenti saranno impegnati nell’attività di individuazione e inserimento sul database online di “narrative” presenti nelle fonti esplorabili online su EHM, verificando e integrando in prima istanza i nomi di luogo, merci, e istituzioni già visualizzabili interattivamente su EHM. Per le narrative ambientate in Venezia o aventi per oggetto elementi riconducibili al patrimonio culturale a loro accessibile, gli studenti saranno incoraggiati a creare brevi video (1-5 minuti) con i propri dispositivi portatili (es., telefono, tablets) da caricare su EHM. L’attività sarà svolta in lingua inglese.
Prerequisiti

  • conoscenza della lingua inglese (scritta e parlata)
  • uso del foglio di lavoro Microsoft Excel

Impegno complessivo e crediti:

  • Ore di frequenza: 3 (online)
  • Ore di lavoro individuale: 147 (in remoto, online)
  • Totale ore di lavoro: 150
    Si richiede il riconoscimento per gli studenti partecipanti di 6 CFU.

Verifica finale: validazione del database per l’applicativo online.
Calendario: si può cominciare in qualsiasi momento adattando la durata alle esigenze del singolo studente.
Gli studenti interessati sono invitati a contattare il docente referente, Prof. Fischer.
L’attività inizierà con un seminario online di tre ore, in cui verrà presentato EHM e le modalità di collaborazione alla ricerca. Gli studenti potranno completare le altre 147 ore di tirocinio online, indipendentemente. Nell’attività saranno seguiti tanto da un tutor di Ca’ Foscari quanto da membri del gruppo di ricerca di Engineering Historical Memory (storici e informatici).

Esame sostitutivo (solo per studenti part-time)

Gli studenti part-time iscritti alla laurea triennale e magistrale in storia possono fare richiesta al Collegio didattico di sostituire il tirocinio con un esame (da svolgere solo dopo aver preso accordi col Collegio stesso), senza bisogno di modificare il piano di studi. Per le modalità rivolgersi ai membri del Collegio didattico di storia referenti per i tirocini  (elencati nella pagina Docenti del menu Presentazione).

Per i docenti

I docenti interessati a promuovere nuove attività sostitutive di tirocinio possono farne proposta al Collegio didattico. Le attività non approvate preventivamente dal Collegio didattico non potranno essere riconosciute come CFU agli studenti.

Si tenga presente che almeno un terzo delle ore dell’attività sostitutiva deve essere svolta in presenza di almeno un docente e che l'attività deve prevedere la produzione, da parte degli studenti, di un elaborato che dovrà essere verificato da un docente. Nel caso in cui l'attività preveda dei costi per i partecipanti il docente promotore dovrà nella sua proposta indicarne l'entità e la giustificazione.

Il docente promotore di una nuova attività sostitutiva di tirocinio deve indicare esplicitamente al Collegio uno o più docenti referenti a cui gli studenti potranno rivolgersi per ricevere informazioni e per la consegna e la verifica dei materiali richiesti per l’attività (tesine, relazioni...). Il docente individuato come referente della attività sostitutiva di tirocinio provvederà infine a firmare il modulo per l'accreditamento dei CFU che lo studente dovrà poi consegnare al Campus umanistico.

Moduli

Last update: 07/04/2021