Tirocinio e attività sostitutive

Nell’ambito delle cosiddette “Altre attività formative”, il piano di studio prevede 6 CFU di Tirocini formativi e di orientamento.

I CFU relativi ai tirocini formativi e di orientamento possono essere acquisiti sommando tra loro i crediti in diverse tipologie di attività, fino a raggiungere la quota necessaria di 6 CFU. La gamma delle attività tra cui è possibile scegliere è elencata qui di seguito.

Il riconoscimento in crediti delle attività di stage/tirocinio e delle attività sostitutive si fonda sull’impegno richiesto allo studente, secondo il principio per cui a 25 ore (comprensive di una quota di lavoro individuale) corrisponde 1 CFU. L’attribuzione del numero di crediti per le attività sostitutive di tirocinio è stabilita dal Collegio Didattico (ed è dunque indicata e preventivamente resa nota agli studenti in riferimento a ciascuna attività elencata).

Attività sostitutive

Solo le attività incluse in questo elenco (oltre alle altre citate nelle altre sezioni di questa pagina) verranno considerate valide dal Collegio didattico per l'accreditamento dei CFU previsti per i "tirocini formativi e di orientamento". In particolare non potranno essere accreditate attività riconosciute solo dai Collegi didattici di altri corsi di laurea. In caso di dubbi rivolgersi ai membri del Collegio didattico referenti per i tirocini (elencati nella pagina Docenti del menu Presentazione)

Il numero di CFU accreditabili per ciascuna attività sostitutiva di tirocinio viene stabilito dal Collegio didattico ed è preventivamente reso noto agli studenti nella documentazione relativa a ciascuna attività oppure può essere chiesto al docente referente dell'attività stessa.

Al termine dell'attività lo studente dovrà far firmare il modulo per il riconoscimento di attività sostitutive di tirocinio al docente referente della singola attività sostitutiva e poi consegnare al Campus umanistico al raggiungimento del numero di CFU previsto dal piano di studi insieme al resto della documentazione.

Laboratorio di Didattica della Storia, II semestre a.a. 2018/2019

Responsabile: prof.ssa Flavia De Rubeis. dott.ssa Cinzia Crivellari

Descrizione: Il Laboratorio, articolato in ore di lezioni in presenza, laboratori di progettazione e tirocinio a scuola, si propone di formare competenze atte a tradurre didatticamente le conoscenze teoriche acquisite dagli studenti nei corsi accademici, oltre a offrire indicazioni metodologiche e presentare esempi strutturati di percorsi tematici, nel quadro normativo attuale di riferimento. A partire dalla necessità di far assumere ai corsisti, gradualmente, il punto di vista del docente sulla disciplina, superando quella del discente, si avvierà una riflessione sulla situazione attuale dell’insegnamento/apprendimento della storia, sulle trasformazioni dei modelli didattici avvenute con le recenti riforme e sulla loro applicabilità didattica. La simulazione di attività di progettazione e di analisi di fonti e materiali documentari serviranno a far acquisire e consolidare competenze metodologiche specifiche dell’ambito storico. Alla fine del corso verrà richiesta la progettazione di un’attività didattica sottoforma di lezione o di percorso tematico.

Calendario:

  • secondo semestre del presente anno accademico
  • giorno della settimana previsto: martedì
  • orario delle lezioni in presenza: 15.00 - 18.00

Articolazione:

  • 4 lezioni in presenza di 4 ore ciascuna, suddivise al loro interno in una prima parte teorica;
  • e una seconda laboratoriale di esercitazione e progettazione;
  • 15 ore di tirocinio in classe assistiti dal docente della disciplina;
  • 4 ore di elaborazione del progetto finale;
  • 15 ore di attività di ricerca e analisi di materiali e documentazione didattica.

Impegno complessivo e crediti:

  • ore di frequenza 31
  • ore di lavoro individuale: 19
  • totale ore di lavoro: 50

Si richiede il riconoscimento per gli studenti partecipanti di 2 CFU.

Tipo di verifica:

Progettazione di un’attività didattica sottoforma di lezione, esercitazione o percorso tematico.

file pdfLocandina290 K

Summer School di perfezionamento in conservazione del patrimonio archivistico, 10/06 - 5/07/2019

Responsabile: prof. Carlo Federici ( cfederici@unive.it)

Prerequisiti: Possesso di una formazione di base nel campo della conservazione e del restauro del patrimonio archivistico e bibliografico.

Descrizione: la Summer School si sviluppa nell’ambito del “Progetto Archiporto, l’archivio del Castello di Thiene nella rete degli archivi vicentini” finanziato dalla Fondazione Cariverona. Il progetto prevede, nel triennio 2018-2020, lo studio, il censimento, la conservazione, la digitalizzazione, la messa in rete e la valorizzazione di uno dei più importanti archivi di famiglia in Veneto, quello custodito presso il Castello di Thiene. Per quanto attiene la conservazione, il progetto prevede la realizzazione di un corso di perfezionamento destinato a studenti dei corsi di laurea di cui sopra, nonché al personale direttamente impegnato nella conservazione del patrimonio archivistico e bibliografico, quali archivisti, bibliotecari, restauratori e collaboratori restauratori.

Calendario: il corso si svilupperà in 4 settimane intensive dal 10 giugno al 5 luglio 2019; dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 per complessive 150 ore. Esso si svolgerà presso il complesso didattico della Fondazione Villa Fabris di Thiene.

Articolazione: Il percorso didattico si articolerà in lezioni teoriche (60 ore) e in attività pratica di laboratorio (90 ore) e affronterà storia e vicende del fondo archivistico, aspetti di teoria e storia del restauro del patrimonio archivistico e bibliografico, di storia dei materiali e della loro manifattura (con particolare riguardo a carta, pergamena, inchiostri e colori), principi di chimica applicata alla conservazione, metodiche e tecniche di restauro e di conservazione a lungo termine.  Le lezioni teoriche comprenderanno sia didattica frontale che dimostrazioni pratiche mirate all’analisi storica del materiale originale appartenente all’archivio del Castello di Thiene, all’impiego di tecniche di indagine non invasive per la valutazione dello stato di conservazione e di specifiche operazioni di intervento. 

Impegno complessivo e crediti:

  • ore di frequenza (lezioni frontali): 60
  • ore di lavoro individuale (laboratorio): 90
  • totale ore di lavoro: 150

Si richiede il riconoscimento per gli studenti partecipanti di 6 CFU.

Tipo di verifica: Esame finale scritto e orale.


Laboratori

Contamination Lab

Responsabile: Alessandra Scroccaro  alessandra.scroccaro@unive.it

Descrizione: Ca' Foscari ha ottenuto un finanziamento dal MIUR nell'ambito del progetto Contamination Lab (CLab), per realizzare laboratori finalizzati alla promozione dell'interdisciplinarietà, di nuovi modelli di apprendimento e allo sviluppo di progetti di innovazione a vocazione imprenditoriale e sociale, in stretto raccordo con il territorio.
Il progetto proposto dall'Ateneo, di durata triennale, prevede la realizzazione di laboratori che raccolgono l'esperienza degli Active Learning Lab svoltisi a Venezia e a Treviso. I laboratori coinvolgono studenti iscritti ai corsi di Laurea e Laurea magistrale e laureati, provenienti da aree disciplinari diverse.
Saranno sviluppati temi diversi, dagli ambiti umanistici e linguistici, alla trasformazione digitale, dall'innovazione sociale alla sostenibilità e le industrie creative.
Le attività avranno un forte carattere sperimentale e di accelerazione delle idee, applicate a contesti lavorativi concreti, in partnership con aziende, organizzazioni, enti pubblici e privati. I CLab sono supportati da un comitato scientifico interdisciplinare ed ogni edizione è seguita da più docenti provenienti dai diversi Dipartimenti: uno dei motivi di maggior interesse di queste attività e anche della loro riuscita sta proprio nella dimensione di collaborazione e incrocio tra diverse aree disciplinari. La contaminazione dei saperi è uno dei fattori premianti del progetto, da parte del MIUR.

Durata: ciascun laboratorio dura dalle 6 alle 10 settimane e prevede un impegno di 150 ore, di cui 120 ore in classe e 30 ore di lavoro autonomo, che comprendono interviste, uscite e visite aziendali e istituzionali, lavoro di campo. È richiesta la frequenza ad almeno l'80% delle attività in aula. A conclusione è prevista una prova di verifica.

Riconoscimento CFU: Agli studenti iscritti ai corsi di Laurea e di Laurea magistrale che parteciperanno ai CLab saranno riconosciuti 6 CFU, che potranno valere nell'ambito di tirocini formativi.

Maggiori informazionihttp://www.unive.it/contaminationlab

Video sulla tipologia dei laboratori proposti: www.youtube.com/watch


Per i docenti

Proposte di nuove attività sostitutive

I docenti interessati a promuovere nuove attività sostitutive di tirocinio possono farne proposta al Collegio didattico. Le attività non approvate preventivamente dal Collegio didattico non potranno essere riconosciute come CFU agli studenti.

Si tenga presente che almeno un terzo delle ore dell’attività sostitutiva deve essere svolta in presenza di almeno un docente e che l'attività deve prevedere la produzione, da parte degli studenti, di un elaborato che dovrà essere verificato da un docente. Nel caso in cui l'attività preveda dei costi per i partecipanti il docente promotore dovrà nella sua proposta indicarne l'entità e la giustificazione.

Il docente promotore di una nuova attività sostitutiva di tirocinio deve indicare esplicitamente al Collegio uno o più docenti referenti a cui gli studenti potranno rivolgersi per ricevere informazioni e per la consegna e la verifica dei materiali richiesti per l’attività (tesine, relazioni...). Il docente individuato come referente della attività sostitutiva di tirocinio provvederà infine a firmare il modulo per l'accreditamento dei CFU che lo studente dovrà poi consegnare al Campus umanistico.

Moduli

file rtfModulo proposta attività sostitutive3.11 M

Last update: 28/02/2019