Scheda del corso

Anno Accademico di riferimento: 2021/2022

Livello del titolo di studio

Laurea Magistrale

Classe

LM-38 (Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale)

Bandi e regolamenti

Il regolamento didattico del corso di studio ne specifica gli aspetti organizzativi: obiettivi formativi, modalità di accesso, piano di studio, esami, prova finale, sbocchi occupazionali, ecc. Per tutta la carriera universitaria, gli studenti devono fare riferimento al regolamento didattico in vigore al momento della propria immatricolazione.

Double/Joint Degree

DD Business and Politics in Modern Asia National Research University - Higher School of Economics Saint Petersburg (Russia).

Sede

Dipartimento di Studi sull'Asia e sull'Africa Mediterranea, Palazzo Vendramin dei Carmini, Dorsoduro 3462, 30123 Venezia.
Per informazioni contattare il Campus DSAAM:  campus.dsaam@unive.it.

Referente

Prof. Franco Gatti (coordinatore del collegio didattico,  fgatti@unive.it )

Lingua

Inglese e Italiano

Modalità di accesso

Programmato, posti disponibili 70
Il contingente riservato a studenti stranieri non comunitari residenti all'estero è di 3 posti, di cui 2 riservato a studenti di nazionalità cinese, residenti in Cina, nell'ambito del Progetto Marco Polo.

Le modalità di accesso sono consultabili nella pagina dedicata all'ammissione al corso.

Requisiti di accesso

L'ammissione al corso di laurea magistrale richiede il possesso di un titolo di laurea nelle classi L-11 Lingue e culture moderne e L-12 Mediazione linguistica, ovvero nelle classi di laurea corrispondenti degli ordinamenti precedenti o di altro titolo di studio acquisito all'estero e riconosciuto idoneo. I laureati in altre classi devono essere in possesso di almeno 42 crediti nei settori scientifico-disciplinari L-OR/21, L-OR/23, SPS/14, M-STO/01, M-STO/02, M-STO/03, M-STO/04, secondo quanto stabilito nel Regolamento didattico del corso di studio.
È richiesta la conoscenza della lingua inglese almeno a livello B2 nonché il possesso di un'adeguata personale preparazione che consiste nelle conoscenze e competenze relative alla lingua cinese assimilabili al livello B2 del Common European Framework of Reference. La verifica della personale preparazione è obbligatoria; essa avviene anche tramite la valutazione del voto di laurea.

Accesso con titolo estero

I candidati in possesso di qualifica internazionale devono aver conseguito un diploma di laurea dopo almeno 3 anni universitari. La prevalutazione del titolo è obbligatoria secondo modalità e scadenze disponibili sul portale di ateneo.
Le qualifiche internazionali verranno valutate da apposite commissioni didattiche successivamente alla procedura di pre-valutazione del titolo attraverso il portale di ateneo.

I candidati con cittadinanza comunitaria o non comunitaria in possesso di permesso di soggiorno valido per l’immatricolazione dovranno superare il test di accesso in presenza. I candidati con cittadinanza non comunitaria che necessitano un visto di ingresso per l’immatricolazione sosterranno il test di accesso via Skype.

Corso di studio in breve

Il Corso, rivolto a laureati triennali che siano già in possesso di una buona conoscenza e padronanza della lingua e cultura cinese, integra una forte competenza in lingua cinese con competenze di marketing, management, economia e diritto specificamente rivolte alla realtà contemporanea, mirando a formare professionisti preparati a operare in imprese, enti e istituzioni che hanno sviluppato o stanno sviluppando strategie di sviluppo in Cina. Nella preparazione linguistica si pone particolare attenzione ai linguaggi settoriali relativi all'ambito economico e giuridico, mentre nel suo insieme il piano di studi è progettato per affrontare la crescente internazionalizzazione e globalizzazione di imprese, enti e istituzioni. Si pone attenzione alle pratiche e ai processi gestionali e al contesto sempre più globale in cui imprese e istituzioni si trovano a operare. Le competenze economiche, giuridiche e gestionali, pur sviluppate su una solida base teorica, sono strettamente inerenti alle realtà gestionali e di mercato dell'area cinese.

I corsi, ad eccezione degli insegnamenti di lingua e di informatica, sono erogati in lingua inglese.

Profili professionali

Consulente aziendale per il mercato asiatico
Il laureato eserciterà prevalentemente la sua professione come libero professionista o all'interno di società e studi di consulenza aziendale e delle Camere di Commercio.

Specialista nella commercializzazione di beni e servizi offerti sul mercato cinese
Il laureato potrà operare nell'area commerciale-marketing delle aziende di commercializzazione di beni e servizi che operano in Cina o con la Cina.

Consulente linguistico e interprete in occasione delle trattative commerciali con le aziende cinesi
Il laureato in Language and Management to China potrà operare nel settore pubblico o privato per lo sviluppo dei rapporti commerciali internazionali, come libero professionista o per conto di agenzie.

Traduttore di materiale commerciale o tecnico in lingua cinese
Il laureato in Language and Management to China potrà operare nel settore pubblico o privato per lo sviluppo dei rapporti economico-internazionali, come libero professionista o per conto di agenzie.

Modalità di frequenza

Libera

Esami di profitto e prova finale di laurea

L'attività formativa prevede lezioni frontali, laboratori e stage al fine di acquisire competenze ampie spendibili nel mondo del lavoro.
Durante tutto il percorso universitario le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto scritti e orali.

La prova finale consiste nella produzione di un elaborato scritto, su un argomento concordato con il relatore, contenente una prefazione in lingua cinese.
La discussione del proprio lavoro di ricerca o di ricerca applicata avviene di fronte a una Commissione, che valuta la prova fornendo un punteggio finale che si somma alla media pesata dei voti ottenuti negli insegnamenti. Essa avviene parzialmente in cinese in modo da dimostrare l'adeguato possesso e la capacità di applicazione delle competenze linguistiche previste in uscita dal corso di studi.
Considerata la specificità del corso, è previsto l'uso della lingua inglese per la stesura e per la discussione della tesi, ad eccezione delle tesi di carattere linguistico/terminografico, per le quali è ammessa la lingua italiana. L'argomento trattato deve essere attinente agli ambiti disciplinari presenti nel corso di studio.
La prova finale del corso di laurea magistrale può anche prendere avvio dalle esperienze di stage dello studente.

Accesso a studi successivi

Master di I e II livello e Dottorato di Ricerca.

Last update: 20/07/2021