Festival Internazionale
di Letteratura a Venezia
3 6 novembre 2021

home incroci

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela è nato ad Hannover nel 1965 da genitori originari dell'Irpinia. Rientrato in Italia, con la famiglia si stabilì in provincia di Reggio Emilia dove tuttora risiede. Cantautore, trovatore e scrittore, ha esordito pubblicando un album di canzoni, All'una e trentacinque circa, nel 1990, che gli valse la Targa Tenco fra le opere prime. In seguito ha composto dieci album che gli sono valsi altre tre Targhe Tenco, un Premio Tenco e un Premio De André alla carriera, e un recente libro in forma di EP, Bestiario d’amore (2019). Le sue canzoni sono fortemente influenzate dalla letteratura e spesso sono dedicate a scrittori e opere letterarie (Charles Bukowski, John Fante, Louis Fernand Céline, Oscar Wilde, Primo Levi, fra gli altri). È attivo anche in campo cinematografico con collaborazioni con Sergio Staino, Valerio Mieli, Andrea Segre e Stefano Obino. Dal 2013 Vinicio Capossela è inventore e direttore dello Sponz fest. È autore di romanzi e pastiche letterari, come Non si muore tutte le mattine (2009) e Nel paese dei coppoloni (2015), candidato al Premio Strega. Nel recentissimo Eclissica (2021), un lunario, un abecedario, un diario di bordo, una narrazione del visibile e dell'invisibile, Capossela compie una traversata del mondo oscurato dalle eclissi, attraverso i pertugi, i prodigi, i fallimenti dell'uomo che permettono di capire i profondi moti umani nella vita contemporanea. Appassionato dell'epica omerica, dell’epos popolare, e di molta letteratura americana (Sherwood Anderson e Melville), Capossela esplora i miti che tengono assieme popoli e nazioni.

Opere scelte (letteratura):

  • Non si muore tutte le mattine, Feltrinelli, 2004
  • In clandestinità, Feltrinelli, 2009 (con Vincenzo Costantino)
  • Tefteri, Il Saggiatore, 2013
  • Il Paese dei coppoloni, Feltrinelli, 2015
  • Eclissica, Feltrinelli, 2021

 

Foto: © Agne Raceviciute